LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Roma e la via della memoria
Gian Antonio Stella
Corriere 22/8/2018

Ottantanni dopo le Leggi Razziali del 38 riuscirà finalmente Roma a dedicare una via a Settimio Calò che perse la moglie, nove figli e un nipotino nel rastrellamento degli ebrei romani caricati sui vagoni piombati per Auschwitz? Deciderà Virginia Raggi, che mesi fa promise di cancellare le strade dedicate a chi firmò il Manifesto della Razza .

S ettimio Calò uscì da questa casa dove abitava con la moglie Clelia Frascati e i nove figli. Quando vi tornò la trovò vuota per sempre. I suoi cari erano stati rastrellati il 16 ottobre 1943 e deportati ad Auschwitz insieme ad oltre mille ebrei in nome della politica razzista del Nazifascimo. Nessuno dei suoi familiari fece ritorno. Essi rappresentano tutte le famiglie distrutte dallodio antisemita +S.P.Q.R. 2010

Forse Virginia Raggi, che ha giurato di depennare dalla toponomastica romana i sostenitori delle Leggi Razziali, non è mai passata in via Portico dOttavia 49, vicino al Campidoglio. Ma la targa messa otto anni fa da Gianni Alemanno dovrebbe mandarla a memoria. Perché, per quel sindaco di destra, fu una vittoria e insieme una sconfitta. Aveva promesso, per marcare la sua rottura con le canaglie razziste del neofascismo, di dedicare una via a quella famiglia che ricorda come forse nessuna altra la deportazione e la mattanza degli ebrei rastrellati nella capitale quel giorno di ottobre: non solo aveva poi ripiegato sulla targa, ma il giorno dellannuncio, 27 gennaio 2010, Giorno della memoria, Roma aveva muri tappezzati di scritte infami: Alemanno verme sionista. Ecco, dopo la sparata del ministro giallo-verde Lorenzo Fontana per abrogare la legge Mancino (tweet di Salvini: Sono daccordo); dopo la decisione del consiglio comunale grillino, stoppata in extremis, di dedicare una via a Giorgio Almirante, redattore capo de La difesa della razza dove scriveva che il razzismo ha da essere cibo di tutti e per tutti; dopo lappello di Liliana Segre a salvare dalloblio tutti quelli che a differenza di me, non sono tornati dai campi di sterminio, che sono stati uccisi per la sola colpa di essere nati, che non hanno tomba, che sono cenere nel vento; ecco, dopo tutto questo la sindaca di Roma ha un dovere. Dare un segnale. E dedicare finalmente una strada, a 80 anni dalle Leggi Razziali del 38, alla moglie e ai figli di Settimio Calò uccisi ad Auschwitz dopo cinque giorni da incubo su un treno piombato partito dalla Tiburtina.

Quel giorno, in lacrime sui binari, cera anche Letizia Calò, la sorella di Settimio e mamma di un bambino di dodici anni, lui pure Settimio, che si era fermato a dormire dallo zio a Portico dOttavia. Racconterà il capofamiglia, unico sopravvissuto, al nostro Silvio Bertoldi: Il bambino si affacciò al finestrino del treno, scorse sua madre e gridò freddo: A signo, e vada a casa, no? Vada a casa, che ci ha laltri bambini da cresce. Era la sua mamma, capisce, e lui je disse così, e lei se lo ricorda sempre adesso, da quel finestrino del treno, co quelle parole, co quelle parole... E io, nemmeno quelle, io.



news

13-10-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 13 ottobre 2019

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

Archivio news