LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Torino. ARTISSIMA cerca casa
Ilaria Dotta
Corriere della Sera - Torino 22/8/2018

Il Comune vuole portarla alla Mardichi dove sorgerà un polo culturale

Bonacossa: se la sede è economica in due anni rientriamo dei costi

Artissima cerca una nuova casa. E punta sullex caserma Mardichi. Il Magazzino di artiglieria e difesa chimica, che si trova nel quadrilatero tra via Bologna e via Cimarosa, è destinato a diventare, con lintervento degli investitori Oltre Venture e Cassa depositi e prestiti, un polo dellarte contemporanea. La trattativa con il Demanio e la Città è ancora in corso, come scritto ieri dal Corriere Torino, e lamministrazione comunale pare intenzionata a fare rientrare nellaccordo proprio la nuova sede per la fiera.

Siamo aperti a individuare tutte le soluzioni che rendano Artissima economicamente più sostenibile, perché il Lingotto è molto oneroso, spiega lassessora alla Cultura, Francesca Leon. Nello scorso mese di aprile, lallora segretario generale della Fondazione Torino Musei, Cristian Valsecchi, era riuscito a ottenere da Gl Events un buon prezzo, circa 300 mila euro, firmando un contratto triennale. Ancora troppo secondo il Comune, che continua a cercare una soluzione alternativa e guarda con favore alloperazione da diverse decine di milioni messa in campo dal fondo milanese.

È allo studio una possibile sinergia ammette Leon e cè un buon clima di collaborazione con chi sta elaborando il progetto. A disposizione cè uno spazio di oltre 43 mila metri quadrati, per Artissima ne basterebbero tra i 12 e i 20 mila. Il complesso è gigantesco spiega lassessora : una piccola parte storica su via Bologna andrà salvaguardata, il resto si potrà abbattere per costruire nuove strutture. Si sta pensando a un tipo di edilizia molto semplice, a basso impatto ambientale.

Al momento non cè ancora un progetto esecutivo, ma lidea è di ricavare depositi aperti al pubblico e privati, oltre ad aree destinate alle residenze dartista. Aspettiamo di vedere come sceglieranno di progettare gli spazi prosegue Leon . Sui tempi, ci hanno assicurato che saranno molto rapidi.

Non è quindi da escludere che il nuovo polo dellarte possa essere pronto prima del 2021, ovvero quando scadrà laccordo di Artissima con Gl Events. In quel caso, per traslocare sarebbe necessario pagare una penale, che però ammonterebbe a non più di 80 mila euro. Se la sede alternativa si rivelasse più economica, non sarebbe difficile ammortizzare la spesa nel giro di un paio di anni, commenta la direttrice Ilaria Bonacossa, che vede nella caserma Mardichi innanzitutto una possibile location dove ospitare iniziative targate Artissima durante tutto il corso dellanno. In passato, per la nuova sede avevamo valutato Tnt, ma cerano troppi lavori da fare e ci sarebbero andati 10 anni per rientrare dei costi ricorda Bonacossa . Laltra alternativa, meno affascinante, sarebbe il Palaisozaki, che già accoglie Flashback. Ma il sogno, ammette, resta Torino Esposizioni. In un mondo ideale, quella disegnata da Nervi sarebbe la sede perfetta: è un luogo bellissimo, che purtroppo rischia di finire in abbandono come Palazzo del Lavoro.



news

18-08-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 18 agosto 2019

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

18-09-2018
Il Ministro Bonisoli: abolire la storia dell'arte

16-09-2018
Le mozioni dell'VIII Congresso Nazionale di Archeologia Medievale

14-09-2018
Manifesto della mostra sulle leggi razziali e il loro impatto in un liceo triestino.La censura del Comune

12-09-2018
Bando Premio Silvia Dell'orso: il 30 settembre scadono i termini per candidarsi

03-09-2018
Appello per la salvaguardia dellArchivio e del patrimonio culturale delle Acciaierie di Piombino

24-08-2018
A due anni dal terremoto in centro Italia

08-08-2018
Comitato per la Bellezza. Altro palazzone di 6 piani in piena riserva naturale del Litorale romano

24-07-2018
Da Emergenza Cultura: San Candido (BZ), uno sfregio che si poteva e doveva evitare

Archivio news