LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Amatrice, la beffa degli sms solidali: i soldi ci sono ma non si spendono
BENEDETTA PERILLI
Repubblica, 24/08/2018

La raccolta è stata un successo: più di 34 milioni di euro, metà dei quali per il sisma del 2016. La maggior parte del denaro, però, non è arrivata a destinazione



No, i soldi degli sms degli italiani non sono spariti. Certo, a due anni dal sisma del 24 agosto 2016 non sono ancora arrivati a destinazione. Ammesso che la destinazione scelta dal Comitato dei garanti istituito ad aprile 2017 dal Dipartimento della Protezione civile e dai presidenti delle quattro Regioni interessate fosse quella che gli italiani tantissimi, vista la cifra totale di 34.660.067 euro raggiunti avevano pensato.
Nella prima tranche, che copre quasi 30milioni, sono stati finanziati diciassette progetti distribuiti tra Lazio, Umbria, Marche e Abruzzo. Tutte opere pubbliche, soprattutto scuole antisismiche, leggere e veloci da costruire. A oggi è stata realizzata solo una scuola, a Pieve Torina, in provincia di Macerata, per cui erano stati destinati 250mila euro. Una parte dei soldi per farla li ha anticipati il Comune, che poi li riavrà al momento dellerogazione. Tutti gli altri lavori sono in fase di progettazione, un paio già esecutivi. Una seconda tranche, circa 3 milioni, verrà destinata a un centinaio di piccoli progetti nelle Marche, ancora non resi noti. Cosa è andato storto? Da un lato si è pagata la scelta di coprire con la stessa raccolta tre sismi diversi quello del 24 agosto, quello del 30 ottobre e quello del 18 gennaio 2017 con entità, danni, cifre donate ed esigenze differenti. Poi, a inizio settembre 2017, lex sindaco di Amatrice solleva il caso sms: Pirozzi denuncia la scomparsa dei soldi per poi dopo lapertura e la chiusura di un fascicolo da parte della Procura di Rieti aggiustare il tiro e chiedere il dettaglio delle destinazioni.
Arriva a fine settembre lelenco dei diciassette progetti e qui il sistema di ripartizione regionale si ingolfa, anche a causa di alcune scelte, che qualcuno definisce politiche, finite nellocchio del ciclone.
Come laver inserito due comuni fuori dal cratere, Collevecchio e Corropoli, o aver destinato 3 milioni per il recupero di una grotta sudatoria nelle Marche, qui è intervenuta anche la Corte dei Conti ma poi lo scorso giugno tutto si è sbloccato. A questo va aggiunta una complessa macchina burocratica gestita di concerto con gli uffici speciali per la ricostruzione e le regioni: i beneficiari presentano un progetto preliminare che deve essere approvato, poi si passa al definitivo e infine allesecutivo.
Poi cè il bando di gara.
I 34 milioni di euro sono confluiti nella contabilità speciale del Commissario straordinario alla ricostruzione Paola De Micheli, ancora fino a settembre poi ci sarà la nomina del nuovo Governo e al momento del rendiconto dei lavori, in tandem con gli uffici speciali, le cifre vengono saldate.
Una scelta, assicurano, proprio a garanzia del corretto utilizzo del denaro. Poi cè anche chi non sa di essere beneficiario di un progetto, come il sindaco di Montegallo.
Il suo comune è tra quelli scelti dalla Regione Marche per ospitare una elisuperficie. Peccato che il primo cittadino sembri non saperne nulla.
E intanto i mesi passano.
Lintera operazione è la raccolta solidale via sms più grande mai realizzata dalla Protezione Civile dal 2004 a oggi: allora, per lo tsunami dellOceano Indiano, arrivarono 24 milioni; nel 2009 per lAquila 19 milioni circa.
Stavolta solo dal 24 agosto al 9 ottobre 2016 sono stati donati 15 milioni. Poi ci sono anche 116mila euro di promesse raccolte, ovvero sms inviati ma poi non confermati al momento del pagamento della bolletta, ma questa è unaltra storia. In molti hanno pensato che quei primi 15 milioni arrivati sullonda dellemergenza dovessero finire ad Amatrice, Accumoli, Arquata, Pescara del Tronto. A questi comuni però, considerati sufficientemente coperti da altre donazioni, non è andato niente e si è preferito dirottare le cifre sulle Marche, regione molto danneggiata.
Anzi non proprio niente: su espressa richiesta di un donatore, 430mila euro sono stati versati sul conto della Protezione Civile per Amatrice. Chi li ha raccolti lavora nel mondo nautico e abbiamo pensato di utilizzarli per interventi sul Lago Scandarello, spiega lex sindaco Pirozzi.
Ad Arquata invece allinizio non doveva finire neanche un euro, poi però il suo sindaco un politico dalle maniere spicce che ha la foto della tomba di Craxi alle spalle ha battuto i pugni. Alla riunione con la Regione e i sindaci del cratere Marche ha votato contro il finanziamento della pista ciclabile di Civitanova progetto abbandonato per le numerose proteste anche dei comitati dei terremotati e la mattina dopo Errani lo chiama e lo inserisce nel bacino sms. Ma quali scelte tecniche, questi soldi sono stati oggetto di scelte politiche, commenta Agostino Cavasassi, sindaco rosso di SantAngelo in Pontano, comune in provincia di Macerata mezzo inagibile. Lui ha preso 2,4 milioni, ci farà la nuova scuola, e lo racconta mentre si avvia a portare da mangiare ai suoi gatti che non hanno voluto abbandonare la casa terremotata.



news

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

25-07-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 luglio 2020

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

Archivio news