LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Biella. La restauratrice di ceramiche che conquista il Giappone
Emanuela Bertolone
Stampa, 24/08/2018

È la biellese Chiara Lorenzetti la protagonista dellultima puntata andata in onda su Tv Tokyo Who wants to come to Japan (Chi vuole venire in Giappone).
Due ore di trasmissione in cui Chiara ha raccontato la sua vita a Biella, i suoi sogni e la sua passione per il restauro kintsugi (letteralmente, riparare con loro), lantica tecnica giapponese che utilizza la lacca fusa per riparare oggetti in ceramica. Amo infinitamente questo tipo di restauro - racconta - e quando la produzione di Tv Tokyo mi ha chiesto di partecipare al programma mi è sembrato un sogno.
Mamma di due ragazzi di 19 e 22 anni, Chiara è nata nel 1966 e lavora come restauratrice nel suo laboratorio di Chiavazza dal 1991. Quasi per caso, quattro anni fa, è venuta a conoscenza della pratica kintsugi che utilizza oro e lacca per saldare assieme i frammenti di oggetti rotti. Era un periodo della mia vita in cui avevo un po di tempo a disposizione e così ho deciso di approfondire questa tecnica - spiega la restauratrice -. Ho imparato tutto da sola: facevo arrivare servizi da tè dal Giappone, li rompevo e poi trascorrevo giornate intere nel tentativo di ripararli.
Il kintsugi richiede generalmente anni e anni di studi eppure, per Chiara, questa tecnica era assolutamente naturale. Poco alla volta mi sono fatta conoscere sul web girando lItalia per spiegare i segreti del kintsugi. Sono iniziate ad arrivare le prime richieste di lavori su commissione. Alcuni mi chiedevano di restaurare con la lacca antichi coperchi, vasi bonsai o piatti da portata.
Intanto, sulla tv nipponica, ha iniziato ad avere un notevole successo la trasmissione televisiva Who wants to came to Japan. Il format prevede di realizzare il sogno di persone provenienti da ogni parte del mondo che, pur essendo innamorate del Giappone, non ci siano mai state. La troupe asiatica era in Europa per effettuare alcuni provini - spiega ancora Chiara -. Lobiettivo era trovare 3 partecipanti ma, allultimo, un candidato non è risultato idoneo. A seguito di una breve ricerca su internet i produttori mi hanno scovata. Durante il provino mi è stato chiesto perché avrei voluto visitare il Giappone. Ho illustrato il mio sogno: estrarre la lacca Urushi utilizzata per i restauri e lavorare fianco a fianco con un maestro di kintsugi. Dopo solo 10 giorni Chiara si è vista recapitare a casa un biglietto in business class. Destinazione Tokyo.



news

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

25-07-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 luglio 2020

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

Archivio news