LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Archivio Vasari. Quanto vale la collezione? Una diatriba senza fine
C.D.
Corriere Fiorentino 25/8/2018

Antonio Paolucci la storia dellArchivio Vasari e della lunga querelle che vede contrapporsi gli eredi Festari allo Stato per la sua proprietà la conosce bene. Oggi è in prima linea nella gestione delle ultime battute di questa storia infinita che, dopo anni di contrapposizioni, ha visto lo Stato procedere con lesproprio del bene agli eredi Festari (lo sono divenuti in forza del testamento della Contessa Flora Romano Rasponi Spinelli, precedente proprietaria del bene quando, il 4 ottobre del 1985, venne reso pubblico il suo testamento che vedeva in Giovanni Festari il beneficiario, quale unico erede della stessa contessa). Dopo il ricorso al Tar degli eredi di Festari allo Stato che ha proceduto allesproprio del bene ad aprile scorso, Antonio Paolucci è stato nominato perito del Tribunale di Arezzo dal presidente. La sua nomina è arrivata dopo il rifiuto di monsignor Sergio Pagano, vescovo e prefetto dellArchivio Segreto Vaticano che ha rinunciato perché oberato di impegni. Se la dovrà vedere con il perito scelto dai Festari che è Renato Saggiori. Mentre per il ministero il tecnico scelto è Francesco Caglioti. La questione non è da poco: si tratta di valutare il valore del bene, in sostanza il risarcimento da dare ai Festari nel caso in cui il loro ricorso al Tar non venisse accolto. Le cifre in ballo sono le più diverse. Lo Stato ha valutato lArchivio per 1 milione e mezzo di euro. I Festari ricordano che nel 2009 erano sul punto di vendere interamente quelle carte alla Ross Engineering (russa)società appartenente alla Ross Gruop per 150 milioni, vendita che sfumò allultimo minuto sostengono loro per interferenza dello Stato. È evidente che ci sarà guerra. Tanto che Paolucci resta cauto: Sì ho accettato lincarico ci dice sbrigativo per telefono ma adesso è presto per prevedere cosa si deciderà. Devo prima riunirmi con gli altri esperti e in questi giorni dagosto non si è fatto nulla. Quandera ministro dei Beni Culturali Francesco Rutelli (tra il 2006 e il 2008 ndr. ) lo Stato ricorda oggi Tommaso Festari ci propose di acquistare il nostro Archivio per 75 milioni di euro. La cosa fu bloccata per un intervento di Paolucci che, lavorando con Rutelli, sconsigliò di procedere in questo senso sostenendo che non era opportuno e che la cifra da corrispondere non avrebbe dovuto superare i 2 milioni. Ci stupisce, quindi, che il professor Paolucci sia ancora chiamato a valutare quanto ha già valutato in passato. Di più auspichiamo che rinunci. Comè possibile valutare una lettera autografa di Michelangelo qualcosa come 200 euro?. La considerazione girata allinteressato viene da lui accolta anche se taglia corto: Ricordo che anni fa ci fu una doppia valutazione di quelle carte. E le cifre erano più o meno quelle di cui mi parla. Ma sono passati tanti anni e oggi bisognerà riprendere in mano la pratica dice. Pratica ingarbugliatissima se è vero che la prima volta che si parlò di un passaggio delle carte, previo pagamento, dai Festari allo Stato era il 1991. Allora era ancora vivo Giovanni Festari, padre di Tommaso, e lui propose di cedere il bene in cambio di 8 miliardi delle vecchie lire. Si trattava della somma che lui stesso avrebbe dovuto corrispondere allo Stato per sanare i suoi debiti per le tasse di successione. Ci andava bene questa cifra perché cera ancora la causa per il possesso del bene dice Tommaso Festari Quellacquisto saltò: nel frattempo venne posta sullArchivio una notifica per vincolarlo alla Casa Vasari di Arezzo. La querelle dura sino a oggi. Tra carte bollate, avvocati e polemiche. Mentre quelle carte nascondo una miniera di notizie.




news

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

25-07-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 luglio 2020

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

Archivio news