LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Friuli Venezia Giulia. Se per l'assessore esistono solo le macchine di Leonardo
Andrea Zannini*
Il Messaggero Veneto - Udine 26/8/2018

* Andrea Zannini Professore ordinario di Storia moderna Università di Udine

Il professore dell'Università di Udine Andrea Zannini scrive a Tiziana Gibelli: bisogna continuare a studiare e approfondire ogni epoca del Friuli Venezia Giulia.
Nel 2019 ricorrerà il cinquecentesimo della nascita del geniale Leonardo da Vinci

Gentile assessora Gibelli,

mi permetto di scriverle questa lettera aperta dopo aver letto la sua intervista a Il Piccolo di qualche giorno fa, nella quale annuncia che i progetti culturali finanziati dalla Regione per il 2019 dovranno tenere conto di una specifica tematica: Leonardo da Vinci, di cui ricorre il 500 della morte, e che pare sia stato una volta sullIsonzo. Alla domanda del giornalista, che le chiedeva come faranno le associazioni e istituzioni culturali regionali che si occupano, ad esempio, di Resistenza o Grande Guerra, lei ha risposto che potranno studiare le macchine da guerra o lumanesimo in Leonardo. Daltronde, ha aggiunto, dubito che si possano dire cose nuove su Resistenza e Prima guerra.

Poiché sono anche io, come lei, uno che viene da fuori (sono venuto dal Veneto ventanni fa a lavorare allUniversità di Udine), mi permetto di riassumere alcune cose sulla storia di questa regione, scusandomi in anticipo se le sembrerò un po professorale.

E difficile capire la tarda antichità europea, e la fine del mondo antico, senza considerare Aquileia, centro di irradiazione del primo cristianesimo, e Cividale del Friuli, prima capitale dei Longobardi.
Il Patriarcato di Aquileia (XI-XV secolo) costituì unistituzione particolarissima senza la quale è impossibile comprendere i rapporti tra Italia e Centro Europa. E la Patria del Friuli, che passò dopo di allora sotto la Serenissima, è una delle regioni storiche più antiche dItalia: ha un territorio, una lingua, delle tradizioni e forme culturali assolutamente originali e preziose. Attorno a questa regione, sotto domini diversi, i territori di Trieste, Gorizia e Gradisca, e Pordenone mantennero per secoli cultura e tradizioni italiane, testimoniando in maniera assolutamente originale il travaglio della nascita dello Stato moderno europeo.
Lidea di nazione ebbe qui, tra Otto e Novecento, una realizzazione peculiare. A fine Ottocento e per lunga parte del secolo seguente la storia di Trieste è stata al tempo stesso unica ma esemplare del concetto di confine nella cultura e nella politica. Tutto il senso e limmaginario del vocabolo Mitteleuropa è inconcepibile senza la straordinaria vicenda culturale e umana di Trieste e di Gorizia, al crocevia tra mondo slavo, tedesco, ebraico e italiano.
Nella prima guerra mondiale fu qui il fronte principale del nostro conflitto, tanto che Udine era la sede dello Stato maggiore italiano e la parola Caporetto è diventata un sostantivo della nostra lingua. Nella seconda guerra mondiale la nostra regione, inglobata nel Reich, è stata sede di vicende tragiche e drammatiche: dal campo di sterminio di San Sabba, a Porzus, alla straordinaria vicenda della Resistenza, che ebbe nella Zona Libera della Carnia e dellAlto Friuli una delle sue più alte realizzazioni.
Senza considerare il dopoguerra in Friuli Venezia Giulia è difficile capire la storia dellItalia repubblicana: si pensi alle vicende del confine italo-jugoslavo, allesodo dei profughi dalmati e istriani, alla faticosa transizione di Trieste, per arrivare alla nascita difficile dellistituzione regionale, alla strage di Peteano, al terremoto del Friuli.

Su questi duemila anni di storia lavorano da sempre gli studiosi di questa regione, in una rete di istituzioni culturali che fanno di questa terra uno dei posti in Italia dove si legge di più e dove linteresse per la storia è più alto. Con un passato del genere, che lega il Friuli Venezia Giulia ai fili di tutta la storia dEuropa, lei vorrebbe, gentile assessora, che ci mettessimo tutti quanti a studiare le geniali ma, queste sì, studiatissime macchine da guerra di Leonardo?

Spero di avere loccasione di incontrarla per confrontarmi con lei: nellattesa la ringrazio per lattenzione e la saluto con viva cordialità,


Andrea Zannini
Professore ordinario di Storia moderna Università di Udine



news

11-10-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 11 ottobre 2019

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

Archivio news