LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Friuli Venezia Giulia. Se per l'assessore esistono solo le macchine di Leonardo
Andrea Zannini*
Il Messaggero Veneto - Udine 26/8/2018

* Andrea Zannini Professore ordinario di Storia moderna Università di Udine

Il professore dell'Università di Udine Andrea Zannini scrive a Tiziana Gibelli: bisogna continuare a studiare e approfondire ogni epoca del Friuli Venezia Giulia.
Nel 2019 ricorrerà il cinquecentesimo della nascita del geniale Leonardo da Vinci

Gentile assessora Gibelli,

mi permetto di scriverle questa lettera aperta dopo aver letto la sua intervista a Il Piccolo di qualche giorno fa, nella quale annuncia che i progetti culturali finanziati dalla Regione per il 2019 dovranno tenere conto di una specifica tematica: Leonardo da Vinci, di cui ricorre il 500 della morte, e che pare sia stato una volta sullIsonzo. Alla domanda del giornalista, che le chiedeva come faranno le associazioni e istituzioni culturali regionali che si occupano, ad esempio, di Resistenza o Grande Guerra, lei ha risposto che potranno studiare le macchine da guerra o lumanesimo in Leonardo. Daltronde, ha aggiunto, dubito che si possano dire cose nuove su Resistenza e Prima guerra.

Poiché sono anche io, come lei, uno che viene da fuori (sono venuto dal Veneto ventanni fa a lavorare allUniversità di Udine), mi permetto di riassumere alcune cose sulla storia di questa regione, scusandomi in anticipo se le sembrerò un po professorale.

E difficile capire la tarda antichità europea, e la fine del mondo antico, senza considerare Aquileia, centro di irradiazione del primo cristianesimo, e Cividale del Friuli, prima capitale dei Longobardi.
Il Patriarcato di Aquileia (XI-XV secolo) costituì unistituzione particolarissima senza la quale è impossibile comprendere i rapporti tra Italia e Centro Europa. E la Patria del Friuli, che passò dopo di allora sotto la Serenissima, è una delle regioni storiche più antiche dItalia: ha un territorio, una lingua, delle tradizioni e forme culturali assolutamente originali e preziose. Attorno a questa regione, sotto domini diversi, i territori di Trieste, Gorizia e Gradisca, e Pordenone mantennero per secoli cultura e tradizioni italiane, testimoniando in maniera assolutamente originale il travaglio della nascita dello Stato moderno europeo.
Lidea di nazione ebbe qui, tra Otto e Novecento, una realizzazione peculiare. A fine Ottocento e per lunga parte del secolo seguente la storia di Trieste è stata al tempo stesso unica ma esemplare del concetto di confine nella cultura e nella politica. Tutto il senso e limmaginario del vocabolo Mitteleuropa è inconcepibile senza la straordinaria vicenda culturale e umana di Trieste e di Gorizia, al crocevia tra mondo slavo, tedesco, ebraico e italiano.
Nella prima guerra mondiale fu qui il fronte principale del nostro conflitto, tanto che Udine era la sede dello Stato maggiore italiano e la parola Caporetto è diventata un sostantivo della nostra lingua. Nella seconda guerra mondiale la nostra regione, inglobata nel Reich, è stata sede di vicende tragiche e drammatiche: dal campo di sterminio di San Sabba, a Porzus, alla straordinaria vicenda della Resistenza, che ebbe nella Zona Libera della Carnia e dellAlto Friuli una delle sue più alte realizzazioni.
Senza considerare il dopoguerra in Friuli Venezia Giulia è difficile capire la storia dellItalia repubblicana: si pensi alle vicende del confine italo-jugoslavo, allesodo dei profughi dalmati e istriani, alla faticosa transizione di Trieste, per arrivare alla nascita difficile dellistituzione regionale, alla strage di Peteano, al terremoto del Friuli.

Su questi duemila anni di storia lavorano da sempre gli studiosi di questa regione, in una rete di istituzioni culturali che fanno di questa terra uno dei posti in Italia dove si legge di più e dove linteresse per la storia è più alto. Con un passato del genere, che lega il Friuli Venezia Giulia ai fili di tutta la storia dEuropa, lei vorrebbe, gentile assessora, che ci mettessimo tutti quanti a studiare le geniali ma, queste sì, studiatissime macchine da guerra di Leonardo?

Spero di avere loccasione di incontrarla per confrontarmi con lei: nellattesa la ringrazio per lattenzione e la saluto con viva cordialità,


Andrea Zannini
Professore ordinario di Storia moderna Università di Udine



news

03-07-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 3 luglio 2020

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

Archivio news