LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Carte Vasari, i Festari ricusano Paolucci "arbitro": non può essere super partes
Salvatore Mannino
La Nazione - Arezzo 27/8/2018

Il primo arbitro se ne era andato per scelta sua, il secondo viene contestato prima ancora che il suo incarico entro nel vivo. Il risultato è che per lArchivio Vasari, il più prezioso del Rinascimento, al centro da decenni di una diatriba infinita, grande è la confusione sotto il cielo, ma la situazione è tuttaltro che eccellente, con i grandi nomi della storia dellarte nazionale che sparano addosso agli ex proprietari Festari e loro che rispondono a colpi di querela.

Conviene riassumere per chiarezza: i fratelli eredi delle pregiatissime carte, espropriati in primavera per un milione e mezzo (cifra lontanissima dai 150 che a suo tempo sembrava pronto a sborsare loligarca russo Vassily Stepanov) ricuseranno in settimana Antonio Paolucci, lex ministro, ex direttore degli Uffizi e dei Musei Vaticani che il tribunale di Arezzo ha nominato come perito super partes nella procedura per la valutazione economica delle lettere di Papi e Granduchi, dei sonetti e dei disegni di Michelangelo, di tutto il patrimonio insomma che rende incomparabile lArchivio conservato a Casa Vasari e ad essa legato dal vincolo pertinenziale posto nel 1994 dallallora ministro Alberto Ronchey.

Un nome di fama assoluta, quello di Paolucci, che succede a unaltra figura di indiscusso prestigio come monsignor Sergio Pagano, ex direttore dellArchivio Segreto Vaticano, prima scelta del tribunale, che però aveva rinunciato per impegni personali. Non è super partes, dicono adesso i Festari di Paolucci, che è sì uno dei grandi nomi del mondo dei beni culturali ma è anche uno che nellintrigo delle Carte Vasari ci ha già messo le mani.

Sarebbe bene che rinunciasse da solo - spiegano adesso gli eredi espropriari - prima di costringerci a un atto ufficiale sgradevole come una ricusazione. Che succede? Lo ricostruiscono fonti vicine ai fratelli. Nel 2005-2006, dopo la trattativa che gli avvocati dei Festari avevano condotto con lallora sovrintendente di Arezzo Martinez e suggellata da un accordo di massima per una cessione allo stato da 70 milioni, fu proprio il superiore gerarchico Paolucci a fermare tutto: perchè comprare a questa cifra - avrebbe detto alla famiglia e al suo legale Guido Cosulich - quando lerario può incamerare tutto al prezzo di esproprio di 1,5 milioni? E lo stesso di adesso e per i fratelli basta a inficiare la neutralità dellex ministro: come può pronunciarsi da terzo indipendente sulla congruità di una cifra che lui stesso aveva indicato?

La questione, infatti, è proprio quella. I Festari hanno contestato la valutazione che lo stato ha fatto col decreto di esproprio e hanno avviato la procedura arbitrale prevista dalla legge. Un esperto lo indicano loro, Renato Saggiori, uno che si è già occupato ad esempio dei diari di Hitler, uno lo sceglie lo stato, ed è Francesco Caglioti, professore di storia dellarte a Napoli, il terzo lo indica il tribunale e generalmente è quello che decide: si presume infatti che ognuno dei periti di parte voti per chi lo ha indicato ed è il neutrale che fa pendere la bilancia da una parte o dallaltra.

Bene, dicono i Festari, non può essere Paolucci questa figura, anche se lultima parola spetta ai giudici. Caglioti viene dalla scuola di Salvatore Settis, lex direttore della Normale di Pisa, che ad inizio agosto è intervenuto sulla vicenda plaudendo allesproprio. Ma lo ha fatto, contestano i fratelli, scrivendo che mediatore della vendita a Stepanov, era Marino Massimo De Caro, a suo tempo condannato per il furto dalla Biblioteca dei Girolamini di Napoli. La risposta è una querela per diffamazione, il caso dellArchivio Vasari non finisce più.

https://www.lanazione.it/arezzo/cronaca/carte-vasari-i-festari-ricusano-paolucci-arbitro-non-pu%C3%B2-essere-super-partes-1.4109031


news

18-08-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 18 agosto 2019

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

18-09-2018
Il Ministro Bonisoli: abolire la storia dell'arte

16-09-2018
Le mozioni dell'VIII Congresso Nazionale di Archeologia Medievale

14-09-2018
Manifesto della mostra sulle leggi razziali e il loro impatto in un liceo triestino.La censura del Comune

12-09-2018
Bando Premio Silvia Dell'orso: il 30 settembre scadono i termini per candidarsi

03-09-2018
Appello per la salvaguardia dellArchivio e del patrimonio culturale delle Acciaierie di Piombino

24-08-2018
A due anni dal terremoto in centro Italia

08-08-2018
Comitato per la Bellezza. Altro palazzone di 6 piani in piena riserva naturale del Litorale romano

24-07-2018
Da Emergenza Cultura: San Candido (BZ), uno sfregio che si poteva e doveva evitare

Archivio news