LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Trento. Parte il festival delle aree protette. Ecologisti critici
Marika Giovannini
Corriere del Trentino 12/9/2018

Nel mirino Translagorai, Serodoli e impianti

TRENTO. Convegni, incontri, spettacoli. Ma anche escursioni e due record da Guinness. A trentanni dalla loro istituzione, la Provincia celebra le aree protette del Trentino con un Festival che, da venerdì a domenica, coinvolgerà tutto il territorio provinciale. Si parte venerdì con il convegno Reti e strumenti di gestione per le aree protette, mentre sabato, al Muse, si alterneranno laboratori, interviste e spettacoli. Domenica, invece, il palcoscenico saranno le stesse aree protette, con escursioni e attività e due Guinness dei primati: labbraccio degli alberi simultaneo più grande delle Alpi, previsto nel parco dello Stelvio, e la fila indiana più lunga al mondo di persone scalze in montagna, questa volta nel parco Paneveggio-Pale di San Martino.

Intanto, però, se la Provincia festeggia, il mondo ambientalista rumoreggia e non proprio sommessamente su più fronti. Il primo motivo di battaglia è il progetto di potenziamento della Translagorai (ossia il trekking che percorre lintera catena montuosa del Trentino orientale, tra le più selvagge della provincia), contestato da associazioni, ma anche da singoli appassionati di montagna, in particolare per gli interventi previsti nella zona del lago e della malga Lagorai, uno dei luoghi più incontaminati. A insospettire, si legge nelle centinaia di commenti sui social, è in particolare la vicinanza dellarea sciistica del Cermis, la cui possibile espansione (dopo la contestata ferrata del Bombasel) preoccupa non poco. Questo progetto è una farsa tuona Luigi Casanova, rappresentante delle associazioni ambientaliste nella cabina di regia delle aree protette e dei ghiacciai. Che aggiunge: Questo progetto ha due scopi: sostenere con altre attività, specialmente estive, lazione della società funivie del Cermis (via ferrata, la malga Lagorai trasformata in rifugio con posti letto e ristorante, malga Cadinello, malga Valsorelo e prossimamente il ponte tibetano sul lago Lagorai) e avviare una penetrazione antropica sempre più diffusa nel tempo in un territorio che è rimasto ultimo santuario naturale del Trentino. La considerazione finale è amara: Noi ambientalisti avevamo concesso ampia fiducia allassessore e ai dirigenti della Provincia. A fine legislatura devo ammettere di aver sbagliato, di essermi illuso. Purtroppo listituzione provinciale e chi la rappresenta ha fatto il possibile per offendere le nostre sensibilità, per demolire la credibilità di ogni processo partecipativo.

Ma a mettere in allarme gli ambientalisti sono anche alcune prospettive emerse nella zona della Rendena. In primo luogo, lipotesi di un collegamento tra larea sciistica di Pinzolo e quella dellAdamello, partendo dalla zona della Tulot per passare attraverso il rifugio Nambrone e poi il Conisello con la realizzazione di una nuova telecabina. Di qui, un ultimo impianto di collegamento fino allarrivo della cabinovia Paradiso. Ridicolo si legge sulla pagina Facebook dellOsservatorio spontaneo sul rispetto per lambiente. Il quale ha rilanciato anche lintervento diffuso ieri dal candidato alle provinciali del Movimento 5 Stelle Alex Marini sulla questione che, di fatto, ha dato vita allOsservazione: la tutela della zona di Serodoli, tornata sul tavolo dopo la recente assemblea delle Funivie Campiglio. Serodoli scrive Marini è un gioiello prezioso e fragile a disposizione di tutti coloro che lo approcciano con rispetto. Si punta a indurre la politica a modificare le regole che tutelano lambiente e i beni comuni per privatizzarne la gestione. Il candidato è netto: La monocultura dello sci richiede sempre più risorse a carico del pubblico per ritorni sempre inferiori. La strada da percorrere è unaltra.

Intanto ieri il ministro Erika Stefani è tornata sul tema dei lupi: Siamo per la tutela delle specie protette ma crediamo che attraverso dei criteri di mitigazione si possa giungere a una soluzione seria e definitiva.




news

15-12-2018
Rassegna Stampa aggiornata al giorno 15 dicembre 2018

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

18-09-2018
Il Ministro Bonisoli: abolire la storia dell'arte

16-09-2018
Le mozioni dell'VIII Congresso Nazionale di Archeologia Medievale

14-09-2018
Manifesto della mostra sulle leggi razziali e il loro impatto in un liceo triestino.La censura del Comune

12-09-2018
Bando Premio Silvia Dell'orso: il 30 settembre scadono i termini per candidarsi

03-09-2018
Appello per la salvaguardia dellArchivio e del patrimonio culturale delle Acciaierie di Piombino

24-08-2018
A due anni dal terremoto in centro Italia

08-08-2018
Comitato per la Bellezza. Altro palazzone di 6 piani in piena riserva naturale del Litorale romano

24-07-2018
Da Emergenza Cultura: San Candido (BZ), uno sfregio che si poteva e doveva evitare

21-07-2018
Inchiesta de "L'Espresso" di Francesca Sironi: Il ministro Alberto Bonisoli e la scuola offshore

20-07-2018
Associazione Nazionale Archeologi. MIBAC: il titolo non è unopinione!

08-07-2018
Su Eddyburgh un intervento di Maria Pia Guermandi sull'Appia Antica

13-06-2018
Disponibile la relazione di Giuliano Volpe sull'attività del Consiglio Superiore

12-06-2018
Lettera aperta al Sig. Ministro dei Beni Culturali dott. Alberto Bonisoli: Per un futuro all'archeologia italiana

04-06-2018
Dalla rete: sul nuovo governo e sul nuovo ministro dei Beni culturali

19-05-2018
Sul contratto M5S - Lega vi segnaliamo...

17-05-2018
Cultura e Turismo: due punti della bozza Di Maio - Salvini

15-05-2018
Sulla Santa Bibiana di Bernini: intervento di Enzo Borsellino

13-05-2018
Premio Francovich 2018 per il miglior museo/parco archeologico relativo al periodo medievale

04-05-2018
Nella sezione "Interventi e recensioni" abbiamo pubblicato un contributo di Franco Pedrotti sul depuratore della piana di Pescasseroli: una sconfitta del protezionismo italiano

01-05-2018
Archistorie: rassegna di films sull'architettura dell'Associazione Silvia Dell'Orso

30-04-2018
Nella sezione "Interventi e recensioni", abbiamo pubblicato un contributo di Vittorio Emiliani: Appena 11 giardinieri per Villa Borghese. Ma l'erba "privata" non è meglio

26-04-2018
Roma. Il nuovo prato di piazza di Spagna non regge, il concorso ippico migra al Galoppatoio

21-04-2018
Anna Somers Cocks lascia The Art Newspaper. Intervista su "Il Giornale dell'Arte"

04-04-2018
VIII edizione del Premio Silvia Dell'Orso: il bando (scadenza 30/9/2018)

29-03-2018
Comitato per la Bellezza: A Palazzo Nardini chiedono già affitti altissimi ai negozi

25-03-2018
Lettera aperta di Archeologi Pubblico Impiego - MiBACT ai Soprintendenti ABAP

25-03-2018
A Foggia dal 5 aprile rassegna Dialoghi di Archeologia

23-03-2018
Comitato per la Bellezza e Osservatorio Roma: Tre richieste fondamentali per salvare Villa Borghese e Piazza di Siena

Archivio news