LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Nuova emergenza al Salone del libro. Massimo Bray lascia la presidenza
Cristina Taglietti
Corriere della Sera 13/9/2018

Torino. Si è dimesso dalla guida del Circolo dei Lettori. Il direttore Nicola Lagioia: spiace, ma si va avanti

Unemergenza che sembra non finire mai quella del Salone del libro di Torino, che ora rimane senza presidente. Massimo Bray, nominato ufficialmente meno di un mese fa, ha annunciato di non accettare lincarico al vertice del Circolo dei lettori per ragioni strettamente personali: lo hanno comunicato il governatore Sergio Chiamparino e la sindaca Chiara Appendino, assicurando di impegnarsi a garantire una soluzione adeguata alla sfida che il Salone del libro deve affrontare, senza interruzioni di sorta e senza pregiudicare in alcun modo lattività che il Circolo sta già svolgendo per preparare la nuova edizione. Il fatto che limpegno di presidente di unistituzione che organizza non soltanto il Salone, ma anche molte altre attività sul territorio piemontese, fosse molto oneroso per Bray, che vive a Roma ed è direttore generale della Treccani, era in qualche modo noto.

La decisione ha lasciato incredulo anche il direttore del Salone, Nicola Lagioia, informato soltanto ieri della nuova, imprevista svolta. Lui e la sua squadra di consulenti sono ancora senza contratto ma, dice, questo non significa che non siamo operativi. Già da tempo stiamo parlando con autori ed editori ma, certo, non avere un contratto e un incarico ufficiale ci impedisce alcuni passi, anche burocratici. Daltro canto non si può nemmeno dire che si stia lavorando al Salone Internazionale del libro, dal momento che il marchio non è nella disponibilità di nessuno ma verrà messo allasta, probabilmente a inizio ottobre, dal liquidatore della fallita Fondazione per il libro, Maurizio Gili.

Insomma, allo stato attuale, cè unistituzione senza presidente dove un direttore senza contratto sta organizzando un evento fieristico internazionale senza nome che si terrà a maggio. Un pasticcio. Ci vogliono tutto lottimismo e la forza di volontà di Nicola Lagioia per continuare a lavorare e a convincersi che questo ennesimo intoppo non rallenti ulteriormente la realizzazione del Salone 2019. Mi dispiace molto dal punto di vista umano per la rinuncia di Massimo Bray dice il direttore ma il Salone va avanti. Per gli editori la garanzia siamo noi e con noi continuano a parlare. Siamo una squadra vincente, abbiamo iniziato a lavorare subito dopo la fine del Salone 2018. Lincontro con Jhumpa Lahiri due giorni fa per Giorni selvaggi, la rassegna del Circolo dei lettori, per esempio, è nato perché a giugno ero a Milano da Guanda per parlare del Salone. Certo, è il terzo anno di emergenza e questo è un po seccante.

La decisione di Bray lascia spiazzati anche Comune e Regione, già impegnati a cercare un sostituto che permetta alla macchina di partire. Lassessora alla Cultura della Regione, Antonella Parigi, non nasconde la stanchezza, anche se assicura: Faremo prima possibile lavviso di nomina del nuovo presidente. Ci vuole un consiglio di amministrazione e ci stiamo lavorando. Non ci saranno ritardi troppo gravi. Francesca Leon, assessora alla Cultura del Comune che aveva visto nella nomina di Bray a presidente la garanzia necessaria, non vuole dire molto se non che bisogna affrontare una scaletta di azioni molto stringenti. Di fronte a ragioni personali non si può che accettare la decisione di Bray che per noi è stato un supporto molto importante, pronto a metterci la faccia in momenti difficili. È unaltra emergenza che dobbiamo affrontare, ma ormai siamo abituati. Quello che è certo è che il Salone si farà.




news

15-12-2018
Rassegna Stampa aggiornata al giorno 15 dicembre 2018

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

18-09-2018
Il Ministro Bonisoli: abolire la storia dell'arte

16-09-2018
Le mozioni dell'VIII Congresso Nazionale di Archeologia Medievale

14-09-2018
Manifesto della mostra sulle leggi razziali e il loro impatto in un liceo triestino.La censura del Comune

12-09-2018
Bando Premio Silvia Dell'orso: il 30 settembre scadono i termini per candidarsi

03-09-2018
Appello per la salvaguardia dellArchivio e del patrimonio culturale delle Acciaierie di Piombino

24-08-2018
A due anni dal terremoto in centro Italia

08-08-2018
Comitato per la Bellezza. Altro palazzone di 6 piani in piena riserva naturale del Litorale romano

24-07-2018
Da Emergenza Cultura: San Candido (BZ), uno sfregio che si poteva e doveva evitare

21-07-2018
Inchiesta de "L'Espresso" di Francesca Sironi: Il ministro Alberto Bonisoli e la scuola offshore

20-07-2018
Associazione Nazionale Archeologi. MIBAC: il titolo non è unopinione!

08-07-2018
Su Eddyburgh un intervento di Maria Pia Guermandi sull'Appia Antica

13-06-2018
Disponibile la relazione di Giuliano Volpe sull'attività del Consiglio Superiore

12-06-2018
Lettera aperta al Sig. Ministro dei Beni Culturali dott. Alberto Bonisoli: Per un futuro all'archeologia italiana

04-06-2018
Dalla rete: sul nuovo governo e sul nuovo ministro dei Beni culturali

19-05-2018
Sul contratto M5S - Lega vi segnaliamo...

17-05-2018
Cultura e Turismo: due punti della bozza Di Maio - Salvini

15-05-2018
Sulla Santa Bibiana di Bernini: intervento di Enzo Borsellino

13-05-2018
Premio Francovich 2018 per il miglior museo/parco archeologico relativo al periodo medievale

04-05-2018
Nella sezione "Interventi e recensioni" abbiamo pubblicato un contributo di Franco Pedrotti sul depuratore della piana di Pescasseroli: una sconfitta del protezionismo italiano

01-05-2018
Archistorie: rassegna di films sull'architettura dell'Associazione Silvia Dell'Orso

30-04-2018
Nella sezione "Interventi e recensioni", abbiamo pubblicato un contributo di Vittorio Emiliani: Appena 11 giardinieri per Villa Borghese. Ma l'erba "privata" non è meglio

26-04-2018
Roma. Il nuovo prato di piazza di Spagna non regge, il concorso ippico migra al Galoppatoio

21-04-2018
Anna Somers Cocks lascia The Art Newspaper. Intervista su "Il Giornale dell'Arte"

04-04-2018
VIII edizione del Premio Silvia Dell'Orso: il bando (scadenza 30/9/2018)

29-03-2018
Comitato per la Bellezza: A Palazzo Nardini chiedono già affitti altissimi ai negozi

25-03-2018
Lettera aperta di Archeologi Pubblico Impiego - MiBACT ai Soprintendenti ABAP

25-03-2018
A Foggia dal 5 aprile rassegna Dialoghi di Archeologia

23-03-2018
Comitato per la Bellezza e Osservatorio Roma: Tre richieste fondamentali per salvare Villa Borghese e Piazza di Siena

Archivio news