LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Puglia. CARTAttiva Levoluzione della Carta dei Beni Culturali della Regione Puglia
http://www.regione.puglia.it/news;jsessionid=3C269E78D23B59160061D642B3553908?p_p_auth=re5JcljQ&p_p_

Si chiama CartApulia e sarà operativo entro la fine del 2018. È il portale di CartAttiva, lo strumento informativo dei Beni Culturali sul territorio che attraverso il web permetterà alle strutture museali di inserire autonomamente aggiornamenti e notizie e agli utenti di conoscere meglio il patrimonio dei beni culturali pugliesi. Introducendo il workshop didattico CartAttiva nel Padiglione 152 della Fiera del Levante, lo ha annunciato l'Assessore Regionale Industria Turistica e Culturale, Loredana Capone, che ha sottolineato il nuovo aspetto fortemente divulgativo della Carta dei Beni Culturali della Regione Puglia, nata nel 2006 e sviluppatasi come risultato del lavoro partecipato di più di 20 musei di tutta la regione.

"Uscire fuori dal perimetro della nicchia degli studiosi per guardare in mare aperto a tutti coloro che possono essere interessati a fruire dei nostri Beni Culturali la dichiarazione dell'assessore Loredana Capone - Con questo obiettivo nasce CartaAttiva che è, innanzitutto, uno strumento ad uso collettivo e un modo per raccontare a cittadini e turisti la geografia dei grandi beni culturali di Puglia attraverso le storie che li hanno abitati. Con un linguaggio semplice, accessibile a tutti, e le migliori tecnologie del momento, affinché ogni singolo bene sia a portata di click. Come i tempi richiedono".
Durante il workshop si è, infatti, discusso delle linee strategiche di evoluzione della Carta con particolare riferimento ai contenuti del D.M. 113/2018 "Adozione dei livelli minimi uniformi di qualità per i musei e i luoghi della cultura di appartenenza pubblica e attivazione del Sistema Museale Nazionale". Con Loredana Capone sono intervenuti Aldo Patruno (Direttore del Dipartimento Turismo e Cultura Regione Puglia), Silvia Pellegrini (Dirigente Sezione Valorizzazione Territoriale Regione Puglia), Antonella Panettieri (Dirigente Servizio Reti e Ricerca applicata ai Beni Culturali Regione Puglia), Maria Assunta Apollonio (Innovapuglia), Paola Diomede (AT Sezione Valorizzazione territoriale Regione Puglia) ,Raffaele Colaizzo (AT Sezione Valorizzazione territoriale Regione Puglia), Paolo Schiavano (museo Ugento), Don Nunzio Falcicchio (museo Mudima) ed il Prof. Giulio Volpe (Cons. Superiore dei beni culturali e paesaggistici).
La Carta dei Beni è uno strumento complesso; è una carta di relazioni. Conserva un impianto archeologico perché basato su un approccio territoriale, globale e stratigrafico. E' uno strumento di arricchimento dal basso. Unica carta dei beni culturali in Italia che si adatta perfettamente al Sistema Nazionale, ha precisato il prof. Giuliano Volpe.
Le attività, che hanno visto il coinvolgimento di una platea rappresentativa di uno specifico segmento di attori, sono partite dall'analisi della versione di "test" della Carta, attualmente non accessibile al pubblico, per condividere le modalità dell'implementazione in termini di innovazione tecnologica, innovazione gestionale, didattica per l'infanzia e ampliamento delle fasce di utenza dei Luoghi della Cultura.
Molteplici le finalità del workshop, a partire dalla divulgazione dei contenuti del modello di test della nuova Carta dei Beni Culturali regionali e la sperimentazione di forme di partecipazione al processo di implementazione degli stessi contenuti nella carta e dei servizi didattici nei Luoghi di Cultura, anche alla luce del D.M. 113/2018. Il laboratorio si è anche proposto di sperimentare forme di gestione delle informazioni fondate sul senso di comunità e di collaborazione scuolaluogo di cultura e di far emergere i bisogni inespressi della comunità scolare al fine di stimolare i luoghi di cultura al raggiungimento dei requisiti di qualità tramite la dotazione di servizi didattici specialistici. Tra gli obiettivi anche il monitoraggio sull'efficacia della comunicazione tra i luoghi di cultura e la comunità locale, la stimolazione del senso di affezione tra le nuove generazioni ed il patrimonio culturale, la sperimentazione di forme di fruizione family friendly, basate sul presupposto che la fascia d'età prescelta possa condividere l'esperienza con il proprio nucleo familiare, operando di fatto l'ampliamento delle fasce d'utenza dei beni culturali sul territorio, la stimolazione dell'innovazione tecnologica e l'ampliamento delle competenze specialistiche nel sistema museale regionale e, infine, la sperimentazione di forme di gestione sostenibili basate su sistemi di rete tematica e/o territoriale.
L'evento era rivolto a docenti e dirigenti scolastici, scolaresche, direttori dei musei, associazioni Culturali che ricoprono ruolo di gestori di Luoghi della Cultura e start up che operano nel settore della didattica museale, della tecnologica e dell'informatica, della proto tipizzazione e del turismo.



news

18-09-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 18 settembre 2020

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

Archivio news