LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Vecchi, saggi, verdi e preziosi: 106 gli alberi monumentali in Emilia-Romagna
Micol Lavinia Lundari
La Repubblica - Bologna 21/9/2018

BOLOGNA - La sequoia sempreverde dei giardini Margherita, oltre 37 metri d'altezza e una circonferenza che supera i 5 metri. Il cedro dell'Himalaya che si incontra recandosi all'Istituto Rizzoli, quasi 30 metri. Il platano di piazza Minghetti, il cedro dell'Atlante di villa delle Rose, quello di villa Ghigi, il gingko di piazza Cavour, il bel platano di piazza Malpighi: sono i magnifici sette di Bologna, gli alberi monumentali certificati dal ministero delel Politiche agricole e forestali nel suo primo censimento del dicembre 2017. Ma altre "torri verdi" di Bologna (la definizione è del presidente dell'Istituto beni culturali, Roberto Balzani) hanno tutte le carte in regola per rientrare nell'elenco nazionale: come il cedro del Libano in un cortile di via Santo Stefano, o il bagolaro di piazza Carducci.

Alcune di queste eccellenze arboree della nostra città saranno al centro di un "tree trekking col coro", un'escursione fra le strade di Bologna, da piazza Malpighi a piazza Carducci, che avrà luogo domenica mattina, 23 settembre, a partire dalle 9. E' uno degli appuntamenti del fine settimana di Vivi il verde, il programma dell'Ibc che racconta e mostra giardini storici e parchi pubblici dell'Emilia-Romagna.

Ma l'elenco degli alberi monumentali del territorio emiliano-romagnolo è assai lungo: si contano 106 esemplari, alcuni dei quali hanno diverse centinaia di anni di vita. Il più vecchio di tutti è il cipresso di San Francesco, all'interno del convento di Verucchio: si stima abbia 800 anni. Il più alto il platano del parco Ducale di Parma: 47 metri. Al secondo posto per altezza il platano di piazza Minghetti, che sfiora i 40 metri, terza la sequoia dei giardini Margherita, 37,5 metri. L'albero che ha il tronco più ampio è il cedro del Libano di villa Paolucci (8,30 metri), seguono il castagno di Monteombraro (8 metri) e il platano orientale di Carpinello di Forlì (7,2 metri). La provincia che conta più alberi censiti ufficialmente è quella di Bologna, con 33 (un terzo del totale). Le specie più rappresentate in regione sono il platano comune e la roverella, 14 esemplari ciascuno.

Solo la punta di diamante di un patrimonio verde da preservare. "In Emilia-Romagna- spiega Paola Gazzolo, assessore all'Ambiente- sono sotto tutela circa 570 esemplari e la Regione contribuisce alla loro cura e valorizzazione con fondi assegnati ai Comuni da parte dellIbacn: per il 2018 abbiamo stanziato 48.000 euro, 30.000 in più rispetto al 2017, ed altrettanto è previsto per il biennio 2019-2020; 41 degli alberi sotto tutela rientrano fra i 106 riconosciuti dal ministero.

https://bologna.repubblica.it/cronaca/2018/09/21/news/alberi_monumentali-207024130/


news

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

25-06-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 giugno 2019

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

18-09-2018
Il Ministro Bonisoli: abolire la storia dell'arte

16-09-2018
Le mozioni dell'VIII Congresso Nazionale di Archeologia Medievale

14-09-2018
Manifesto della mostra sulle leggi razziali e il loro impatto in un liceo triestino.La censura del Comune

12-09-2018
Bando Premio Silvia Dell'orso: il 30 settembre scadono i termini per candidarsi

03-09-2018
Appello per la salvaguardia dellArchivio e del patrimonio culturale delle Acciaierie di Piombino

24-08-2018
A due anni dal terremoto in centro Italia

08-08-2018
Comitato per la Bellezza. Altro palazzone di 6 piani in piena riserva naturale del Litorale romano

24-07-2018
Da Emergenza Cultura: San Candido (BZ), uno sfregio che si poteva e doveva evitare

21-07-2018
Inchiesta de "L'Espresso" di Francesca Sironi: Il ministro Alberto Bonisoli e la scuola offshore

20-07-2018
Associazione Nazionale Archeologi. MIBAC: il titolo non è unopinione!

08-07-2018
Su Eddyburgh un intervento di Maria Pia Guermandi sull'Appia Antica

13-06-2018
Disponibile la relazione di Giuliano Volpe sull'attività del Consiglio Superiore

12-06-2018
Lettera aperta al Sig. Ministro dei Beni Culturali dott. Alberto Bonisoli: Per un futuro all'archeologia italiana

Archivio news