LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

La vendita di Palazzo Donà salva il bilancio dellIve
Enrico Tantucci
La Nuova di Venezia e Mestre 21/9/2018

Il bilancio dellIve, lImmobiliare Veneziana - la partecipata comunale che si occupa della gestione degli immobili di proprietà di Ca Farsetti- salvato dalla vendita di Palazzo Donà - trasformato poi in albergo e ceduto per 7 milioni e 100 mila euro - allimprenditore di Singapore Ching Chiat Kwong, che poi ha acquistato dallAmministrazione anche Palazzo Poerio Papadopoli, attuale sede del comando dei vigili urbani.

La società ha infatti chiuso il bilancio consuntivo 2017 - illustrato ieri in Comune in Commissione consiliare presente anche lassessore alle Aziende Michele Zuin - con un utile di poco superiore ai 40 mila euro.

E proprio la vendita di Palazzo Donà ha comportato unimportante plusvalenza rispetto al costo dacquisto - limmobile, che prima ospitava uffici dei servizi sociali, era stato girato allIve dal Comune - che hanno consentito di assorbire maggiori costi per circa 1,2 milioni di euro, compresa la svalutazione per circa 450 mila euro della partecipazione di Ive nella controllata Vega, la società del

Parco scientifico e tecnologico di Marghera. Ormai lo stato di salute di Ive dipende strettamente degli immobili che il Comune gli affidato dopo lo scioglimento del fondo patrimoniale di EstCapital Città di Venezia, che li deteneva per suo conto. Se non si riesce a venderli, impossibile chiudere il bilancio della società in attivo. Loperazione di acquisto degli immobili del Fondo Città di Venezia si legge non a caso nella relazione sulla gestione di Ive ha irrigidito il bilancio societario, aumentandone i costi per omeri finanziari e per oneri tributari (Imu).

La vendita complessiva degli immobili è prevista nel giro di cinque anni. Anche la relazione del sindaco unico della società allassemblea dei soci per mettendo in evidenza il calo sensibile dellindebitamento di Ive (sceso da quasi 45 milioni di euro a poco più di 37), mette in evidenza come la società non abbia quasi più liquidità in cassa, scesa da circa 1,8 milioni di euro a meno di 160 mila euro.

La società, pur possedendo un patrimonio immobiliare tra immobilizzazioni e rimanenze consistente scrive il sindaco unico nella relazione non possiede attività prontamente realizzabili e potrebbe essere soggetta a tensioni finanziarie ove non si concretizzassero nei tempi e con le modalità previste le vendite immobiliari prospettate per il 2018.

Loperazione di acquisizione degli immobili del Fondo Città di Venezia è costata a Ive oltre 14 milioni e 550 mila euro ed è stata finanziata dallaccensione di un mutuo di Unicredit. Gli immobili in vendita sono lex scuola Monteverdi, lex istituto tecnico Luzzati, gli ex Magazzini Da re, lex Carive, Villa Ceresa, un appartamento al Malibran, lex Ridotto e Casone Mazzorbo, un fabbricato a SantErasmo, un terreno a Malamocco nellex area Sky e un altro a Favaro. Per alcuni di questi immobili - ha reso noto la società - sarebbero già state avanzate delle manifestazioni di interesse. Ma si tratta di chiudere, per evitare un bilancio in passivo.

http://nuovavenezia.gelocal.it/venezia/cronaca/2018/09/21/news/la-vendita-di-palazzo-dona-salva-il-bilancio-dell-ive-1.17274244


news

13-10-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 13 ottobre 2019

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

Archivio news