LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Salerno. Crescent: oggi la sentenza.
https://www.ottopagine.it/sa/cronaca/166824/crescent-oggi-la-sentenza-de-luca-a-rischio-presidenza.s

Oggi è il giorno della sentenza del processo Crescent, ad emetterla i giudici della seconda sezione penale del Tribunale di Salerno, tra gli imputati il governatore della Regione Campania Vincenzo De Luca. Il presidente è chiamato a rispondere a sette contestazioni, dall'abuso di ufficio, al falso e alle violazioni urbanistiche. I pm Rocco Alfano e Guglielmo Valenti hanno chiesto la condanna del governatore a 2 anni e 10 mesi di reclusione, nel caso in cui De Luca dovesse essere riconosciuto colpevole di abuso d'ufficio, reato contestato con riferimento al rilascio dei permessi per costruire l'opera che sorge sul Lungomare cittadino.

Nel luglio scorso De Luca, rilasciando dichiarazioni spontanee, ha parlato per 50 minuti nell'aula F del palazzo di Giustizia di Salerno difendendo una delle opere simbolo della sua lunga esperienza come sindaco di Salerno.
"È stata manovra urbanistica più controllata e più indagata d'Italia, durata un decennio con l'obiettivo di riqualificare un'area chiave della città - precisò allora De Luca - Una delle cose che mi colpiscono è che non venga fatto alcun riferimento alla condizione precedente di quell'area, che era la più grande discarica a cielo aperto della città è versava in condizione di totale degrado".
I pm Rocco Alfano e Guglielmo Valenti hanno precisato poi che le violazioni compiute dal governatore e dalla sua giunta siano in parte di tipo politico, legate al Pd e in parte di tipo amministrativo. Parlano poi di macroscopiche violazioni di legge in quanto non si riesce a comprendere quale sia l'interesse pubblico nella realizzazione di appartamenti residenziali e di lusso.
Un verdetto, quello di oggi, che può pesare molto per De Luca, se condannato, infatti, nei suoi confronti scatterebbe la sanzione penale ma anche l'applicazione della legge Severino e la sospensione dalla carica che attualmente ricopre, quella di presidente della Regione Campania. Con De Luca sono imputate altre 22 persone, rischiano la Severino, in caso di condanna per abuso d'ufficio, anche due attuali esponenti della giunta comunale, gli assessori Eva Avossa e Mimmo De Maio, con loro anche i consiglieri regionali Vincenzo Maraio e Francesco Picarone.

A processo ci sono infatti tutti i componenti della giunta comunale all'epoca dei fatti: Gerardo Calabrese, Luca Cascone, Luciano Conforti, Augusto De Pascale, Ermanno Guerra, Aniello Fiore. I dirigenti comunali Bianca De Roberto, Davide Pelosio, Nicola Massimo Gentile, Matteo Basile e l'ex dirigente comunale Lorenzo Criscuolo. Tra gli imputati anche l'ex soprintendente Giuseppe Zampino, i funzionari della Soprintendenza Giovanni Villani e Anna Maria Alfani, i costruttori Eugenio e Aldo Rainone, Rocco Chechile e Maurizio Dattilo.



news

11-12-2018
Rassegna Stampa aggiornata al giorno 11 dicembre 2018

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

18-09-2018
Il Ministro Bonisoli: abolire la storia dell'arte

16-09-2018
Le mozioni dell'VIII Congresso Nazionale di Archeologia Medievale

14-09-2018
Manifesto della mostra sulle leggi razziali e il loro impatto in un liceo triestino.La censura del Comune

12-09-2018
Bando Premio Silvia Dell'orso: il 30 settembre scadono i termini per candidarsi

03-09-2018
Appello per la salvaguardia dellArchivio e del patrimonio culturale delle Acciaierie di Piombino

24-08-2018
A due anni dal terremoto in centro Italia

08-08-2018
Comitato per la Bellezza. Altro palazzone di 6 piani in piena riserva naturale del Litorale romano

24-07-2018
Da Emergenza Cultura: San Candido (BZ), uno sfregio che si poteva e doveva evitare

21-07-2018
Inchiesta de "L'Espresso" di Francesca Sironi: Il ministro Alberto Bonisoli e la scuola offshore

20-07-2018
Associazione Nazionale Archeologi. MIBAC: il titolo non è unopinione!

08-07-2018
Su Eddyburgh un intervento di Maria Pia Guermandi sull'Appia Antica

13-06-2018
Disponibile la relazione di Giuliano Volpe sull'attività del Consiglio Superiore

12-06-2018
Lettera aperta al Sig. Ministro dei Beni Culturali dott. Alberto Bonisoli: Per un futuro all'archeologia italiana

04-06-2018
Dalla rete: sul nuovo governo e sul nuovo ministro dei Beni culturali

19-05-2018
Sul contratto M5S - Lega vi segnaliamo...

17-05-2018
Cultura e Turismo: due punti della bozza Di Maio - Salvini

15-05-2018
Sulla Santa Bibiana di Bernini: intervento di Enzo Borsellino

13-05-2018
Premio Francovich 2018 per il miglior museo/parco archeologico relativo al periodo medievale

04-05-2018
Nella sezione "Interventi e recensioni" abbiamo pubblicato un contributo di Franco Pedrotti sul depuratore della piana di Pescasseroli: una sconfitta del protezionismo italiano

01-05-2018
Archistorie: rassegna di films sull'architettura dell'Associazione Silvia Dell'Orso

30-04-2018
Nella sezione "Interventi e recensioni", abbiamo pubblicato un contributo di Vittorio Emiliani: Appena 11 giardinieri per Villa Borghese. Ma l'erba "privata" non è meglio

26-04-2018
Roma. Il nuovo prato di piazza di Spagna non regge, il concorso ippico migra al Galoppatoio

21-04-2018
Anna Somers Cocks lascia The Art Newspaper. Intervista su "Il Giornale dell'Arte"

04-04-2018
VIII edizione del Premio Silvia Dell'Orso: il bando (scadenza 30/9/2018)

29-03-2018
Comitato per la Bellezza: A Palazzo Nardini chiedono già affitti altissimi ai negozi

25-03-2018
Lettera aperta di Archeologi Pubblico Impiego - MiBACT ai Soprintendenti ABAP

25-03-2018
A Foggia dal 5 aprile rassegna Dialoghi di Archeologia

23-03-2018
Comitato per la Bellezza e Osservatorio Roma: Tre richieste fondamentali per salvare Villa Borghese e Piazza di Siena

Archivio news