LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Aquinum, ritrovate tre teste di età romana. "E' il volto di Giulio Cesare"
di GIACOMO TALIGNANI



Scoperta dell'Università del Salento nel sito archeologico. Il direttore degli scavi: "Trovata anche testa di Ercole e di una donna. Abbiamo esplorato poco, là sotto c'è un mondo"


SI POTREBBE dire che è spuntata dal cielo. Eppure era lì, sotto cumuli di terra, da chissà quanto tempo. E' infatti grazie ai droni e alle riprese aeree della antica colonia romana di Aquinum se il gruppo di archeologi dell'Università del Salento ha fatto un ritrovamento eccezionale: una testa, in marmo, del condottiero Giulio Cesare. Insieme al volto di Cesare anche altre due teste appartenenti a statue: una, ricciola e barbuta, che probabilmente raffigurava Ercole e una terza, velata, di una donna ancora da identificare.


Questa importante scoperta è appena stata fatta dagli archeologi italiani impegnati negli scavi di un'area prima privata, e ora acquisita dal Comune, nel territorio di Castrocielo (Frosinone). Da dieci anni infatti, con varie campagne, i ricercatori dell'Università del Salento stanno conducendo studi sull'area che allora apparteneva alla grande città di Aquinum, sito strategico in età romana fra la Capitale e Latina.

LA SCOPERTA CON I DRONI
Qui gli archeologi diretti da Giuseppe Ceraudo dellUniversità del Salento hanno deciso di far alzare in volo i droni in un punto vicino all'antico teatro per ottenere analisi più approfondite dell'area: "Abbiamo subito notato una crescita differenziata dell'erba - racconta a Repubblica Ceraudo - e così abbiamo capito che in quel punto poteva esserci qualcosa".

GLI SCAVI
Erano i resti di un grande edificio porticato disposto lungo la via Latina che "probabilmente, vista la posizione centrale allinterno della colonia, sono da mettere in connessione con il Foro, il cuore della città. Lì, scavando, abbiamo trovato l'angolo del porticato: nel punto in cui si connetteva con una strada c'erano le tre teste".

LA STORIA E LE IPOTESI
Scolpite nel marmo, probabilmente appartenenti a un periodo tra l'"età Augustea e la Giulio Claudia", le tre teste appaiono "abbastanza ben conservate, ma ora sono necessarie altre indagini. Per somiglianza ad altre raffigurazioni siamo convinti che quella principale sia proprio relativa a Cesare. E' un ritrovamento inusuale: tra predoni, terremoti, eventi del passato e zone sommerse è difficile riuscire a recuperare reperti di questo tipo e siamo molto felici per esserci riusciti" spiega ancora Ceraudo.

Un patrimonio che, tra l'altro, sarà visibile in anteprima assoluta al'interno dellArea Archeologica di Aquinum proprio in questi giorni in occasione dellOpen Day di apertura al pubblico che si svolgerà il 29 e il 30 settembre.

L'AREA E I TESORI NASCOSTI
Nell'intero sito, tra il Tempio di Diana e le grandi Terme Centrali, stanno pian piano venendo alla luce sempre più reperti. In realtà, precisano ancora i ricercatori, si tratta di una parte minuscola rispetto a quello che potrebbe esserci nascosto sotto il terreno. "L'area di Aquinum era superiore a 100 ettari. Quella che stiamo analizzando noi, grazie a Comune e privati, è di appena 8 ettari. E in particolare quella dove abbiamo trovato le teste è di un ettaro solo: significa che abbiamo esplorato un centesimo dell'esplorabile".

Gli archeologi sono certi che continuando a scavare verranno alla luce "opere che riusciranno a raccontarci ancora la storia e l'età romana in tutta la sua magnificenza". E chissà che scavando più a fondo "non spuntino e anche i corpi di Cesare, Ercole e la donna" conclude speranzoso Ceraudo

https://www.repubblica.it/scienze/2018/09/28/news/aquinum_ritrovata_grazie_ai_droni_la_testa_in_marmo_di_giulio_cesare-207605323/?ref=search


news

17-09-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 17 settembre 2019

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

Archivio news