LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Ipotesi raccolta fondi sul web per la pala in restauro dall800
Maria Salerno
Il Tirreno - Montecatini 28/9/2018

Pescia. Siamo alla ricerca di sponsor data la quantità dei materiali necessari e le particolarità delle molteplici competenze. È lappello che Claudio Stefanelli, direttore della gipsoteca Libero Andreotti di Pescia, ha lanciato dalle pagine del nostro giornale a quanti esperti darte, appassionati o semplici amatori avessero la volontà/possibilità di partecipare al finanziamento del restauro di un trittico trecentesco, un tempo conservato allinterno della Pieve dei Santi Tommaso e Ansano di Castelvecchio.

Lopera, attribuita a Nanni di Jacopo, è una pala daltare che rappresenta nel pannello centrale la Madonna col Bambino e Angerli e nella cuspide il Cristo pantocratore. Nel pannello di sinistra i Santi Giovanni Battista e Tommaso e nella cuspide lAngelo annunciante, mentre in quello di destra i Santi Ansano e Biagio e nella cuspide la Madonna annunciata.

Il dipinto, che nellinsieme misura 257cm di altezza x 230 di larghezza si trova attualmente in un laboratorio di restauro a Prato. Data la poca leggibilità del dipinto, come evidenziano le foto di cui siamo in possesso, non potrà più essere ricollocato nella Pieve ha spiegato Stefanelli ma conservato in appositi magazzini a disposizione degli studiosi.

Chi volesse avere unidea più precisa dellaspetto che tornerebbe ad avere lopera, una volta restaurata può adoperare come riferimento un altro trittico, dello stesso autore, conservato nella Chiesa di San Francesco a Pescia, il trittico della Madonna con SantAnna, la cui struttura presenta numerose analogie con lopera di Castelvecchio.

Altre opere darte provenienti dalla Pieve sono conservate nella chiesa parrocchiale di Castelecchio. Ventanni fa, loratorio di Castelvecchio e i suoi affreschi furono scoperti per caso dai volontari del gruppo parrocchiale, che dopo aver pulito la sala, resero possibile gli interventi di restauro, portando avanti unazione di valorizzazione e recupero del patrimonio della comunità attraverso il ricorso al crowdfunding (dallinglese crowd, folla e funding, finanziamento) cioè una pratica di microfinanziamento dal basso che mobilita persone e risorse per restaurare il suo patrimonio artistico. Nel 2015 fu fatta una sottoscrizione on line per due tele del XVII secolo, ritrovate nelle soffitte della canonica nel dicembre che oggi, restituite allantico splendore sono nuovamente esposte allinterno della chiesa parrocchiale. Infine, unulteriore sottoscrizione è stata attivata per il restauro di una pala daltare del XV secolo.

Potrebbe essere, questa, una soluzione anche per il trittico di Nanni di Jacopo? Nessuna strada, al momento, viene esclusa.

http://iltirreno.gelocal.it/montecatini/cronaca/2018/09/28/news/ipotesi-raccolta-fondi-sul-web-per-la-pala-in-restauro-dall-800-1.17293027


news

11-12-2018
Rassegna Stampa aggiornata al giorno 11 dicembre 2018

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

18-09-2018
Il Ministro Bonisoli: abolire la storia dell'arte

16-09-2018
Le mozioni dell'VIII Congresso Nazionale di Archeologia Medievale

14-09-2018
Manifesto della mostra sulle leggi razziali e il loro impatto in un liceo triestino.La censura del Comune

12-09-2018
Bando Premio Silvia Dell'orso: il 30 settembre scadono i termini per candidarsi

03-09-2018
Appello per la salvaguardia dellArchivio e del patrimonio culturale delle Acciaierie di Piombino

24-08-2018
A due anni dal terremoto in centro Italia

08-08-2018
Comitato per la Bellezza. Altro palazzone di 6 piani in piena riserva naturale del Litorale romano

24-07-2018
Da Emergenza Cultura: San Candido (BZ), uno sfregio che si poteva e doveva evitare

21-07-2018
Inchiesta de "L'Espresso" di Francesca Sironi: Il ministro Alberto Bonisoli e la scuola offshore

20-07-2018
Associazione Nazionale Archeologi. MIBAC: il titolo non è unopinione!

08-07-2018
Su Eddyburgh un intervento di Maria Pia Guermandi sull'Appia Antica

13-06-2018
Disponibile la relazione di Giuliano Volpe sull'attività del Consiglio Superiore

12-06-2018
Lettera aperta al Sig. Ministro dei Beni Culturali dott. Alberto Bonisoli: Per un futuro all'archeologia italiana

04-06-2018
Dalla rete: sul nuovo governo e sul nuovo ministro dei Beni culturali

19-05-2018
Sul contratto M5S - Lega vi segnaliamo...

17-05-2018
Cultura e Turismo: due punti della bozza Di Maio - Salvini

15-05-2018
Sulla Santa Bibiana di Bernini: intervento di Enzo Borsellino

13-05-2018
Premio Francovich 2018 per il miglior museo/parco archeologico relativo al periodo medievale

04-05-2018
Nella sezione "Interventi e recensioni" abbiamo pubblicato un contributo di Franco Pedrotti sul depuratore della piana di Pescasseroli: una sconfitta del protezionismo italiano

01-05-2018
Archistorie: rassegna di films sull'architettura dell'Associazione Silvia Dell'Orso

30-04-2018
Nella sezione "Interventi e recensioni", abbiamo pubblicato un contributo di Vittorio Emiliani: Appena 11 giardinieri per Villa Borghese. Ma l'erba "privata" non è meglio

26-04-2018
Roma. Il nuovo prato di piazza di Spagna non regge, il concorso ippico migra al Galoppatoio

21-04-2018
Anna Somers Cocks lascia The Art Newspaper. Intervista su "Il Giornale dell'Arte"

04-04-2018
VIII edizione del Premio Silvia Dell'Orso: il bando (scadenza 30/9/2018)

29-03-2018
Comitato per la Bellezza: A Palazzo Nardini chiedono già affitti altissimi ai negozi

25-03-2018
Lettera aperta di Archeologi Pubblico Impiego - MiBACT ai Soprintendenti ABAP

25-03-2018
A Foggia dal 5 aprile rassegna Dialoghi di Archeologia

23-03-2018
Comitato per la Bellezza e Osservatorio Roma: Tre richieste fondamentali per salvare Villa Borghese e Piazza di Siena

Archivio news