LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Caravaggio. Così salviamo la Passione del Cristo dai danni provocati dai restauratori
Pietro Tosca
Corriere della Sera - Bergamo 6/10/2018

Caravaggio, gli interventi maldestri di inizio 900: Lavori terminati per Natale

Da più di due anni è coperto da un ponteggio che è servito per metterlo in sicurezza dopo che nel 2013 si scoprì che il soffitto pericolante della chiesa di San Bernardino a Caravaggio rischiava di cedere travolgendo anche il suo tesoro più prezioso: il grande affresco della Passione del Cristo eseguito dal Fermo Stella nel 1531, che con i suoi 80 metri quadrati di colori e figure è il tesoro artistico più prezioso del piccolo tempio.

Da poche settimane, però, quel ponteggio vede allopera la restauratrice Giuseppina Suardi che con le sue collaboratrici lavora per riparare i danni causati dallacqua e riportare lopera alloriginale splendore. Il lavoro si può ammirare già sul fregio floreale che con i suoi festoni corre sulle pareti laterali: tolto lo strato di polveri e sporco, ha ripreso a splendere.

Sullaffresco del Fermo Stella la Suardi sta innanzitutto cercando di riparare la quantità di danni provocati delle infiltrazioni che ha dovuto sopportare per anni: distacchi dalla parete, efflorescenze saline, patine bianche di carbonato di calcio, micro scaglie di pittura che si sono sollevate e tante colature, una persino sul volto del Cristo sofferente sulla croce. Il problema principale però non è il danno ambientale ma quello prodotto dalluomo.

Laffresco spiega Suardi è stato manomesso dagli interventi di restauro della prima metà del 900. I volti che vediamo sono falsati, non sono quelli dipinti dal Fermo Stella ma quelli passati attraverso linterpretazione di questi pittori che nel secolo scorso ci hanno messo mano.

La lampada a raggi ultravioletti passata sulle figure del dipinto non lascia dubbi rivelando i ritocchi: volti imbellettati, rossetti sulle labbra, ombretti sulle palpebre e occhi circondati da linee rosse, pupille nere ridipinte cambiando talvolta anche la direzione dello sguardo. In qualche caso è stata anche rimodellata la forma del viso mentre in quasi tutti i volti sono state aggiunte le fossette. Coperture che ora non è semplice rimuovere per tornare allopera iniziale.

È laspetto più complesso dellintervento precisa la restauratrice i colori utilizzati non sono facilmente solubili e in alcuni casi sotto non cè più loriginale. Con la Soprintendenza abbiamo concordato di svolgere un primo intervento di pulitura non affondata, cioè non profonda, e poi analizzare il risultato evitando laccanimento terapeutico. Un lavoro che comunque dovrebbe concludersi in tre mesi. Lobiettivo spiega lassessore al Territorio Federica Banfi è di permettere ai caravaggini dopo cinque anni di assistere alla messa di Natale ammirando laffresco. Con questo restauro terminerà la prima parte degli interventi ma stiamo già progettando un secondo blocco di lavori. Laspetto veramente importante aggiunge il sindaco Claudio Bolandrini è che questi restauri sono stati finanziati dalla generosità dei cittadini di Caravaggio. Possiamo dirci orgogliosi del mecenatismo che si è messo in moto per salvare San Bernardino. Lintervento finora è costato 107 mila euro messi a disposizione, grazie allArt Bonus, da tre ditte ma già in Comune sono arrivate altre disponibilità per circa 60 mila euro. Abbiamo già trovato dei benefattori aggiunge lassessore ai Lavori pubblici Pier Luigi Lanzeni per il recupero della prima cappella laterale e per quella di San Bonaventura dietro laltare, per lingresso, il confessionale, il portone e la sua navetta e il protiro.



news

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

26-06-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 26 giugno 2019

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

18-09-2018
Il Ministro Bonisoli: abolire la storia dell'arte

16-09-2018
Le mozioni dell'VIII Congresso Nazionale di Archeologia Medievale

14-09-2018
Manifesto della mostra sulle leggi razziali e il loro impatto in un liceo triestino.La censura del Comune

12-09-2018
Bando Premio Silvia Dell'orso: il 30 settembre scadono i termini per candidarsi

03-09-2018
Appello per la salvaguardia dellArchivio e del patrimonio culturale delle Acciaierie di Piombino

24-08-2018
A due anni dal terremoto in centro Italia

08-08-2018
Comitato per la Bellezza. Altro palazzone di 6 piani in piena riserva naturale del Litorale romano

24-07-2018
Da Emergenza Cultura: San Candido (BZ), uno sfregio che si poteva e doveva evitare

21-07-2018
Inchiesta de "L'Espresso" di Francesca Sironi: Il ministro Alberto Bonisoli e la scuola offshore

20-07-2018
Associazione Nazionale Archeologi. MIBAC: il titolo non è unopinione!

08-07-2018
Su Eddyburgh un intervento di Maria Pia Guermandi sull'Appia Antica

13-06-2018
Disponibile la relazione di Giuliano Volpe sull'attività del Consiglio Superiore

12-06-2018
Lettera aperta al Sig. Ministro dei Beni Culturali dott. Alberto Bonisoli: Per un futuro all'archeologia italiana

Archivio news