LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Roma, verande shock ma col permesso. E contro gli abusi mancano i tecnici
di PAOLO BOCCACCI
04 ottobre 2018 LA REPUBBLICA



In Centro, se non tutto, molto è possibile. Basta che il palazzo non sia vincolato e allora i permessi sono semplici da ottenere. I controlli? Sempre più difficili, perchè il personale è insufficiente. E intanto la macchina del rilascio dei condoni al Catasto è bloccata



L'ultima arrivata si alza a poche centinaia di metri da piazza del Popolo. Su un bellissimo terrazzo con una vista che non si può dimenticare, quello che era una vera e propria oasi per romani e turisti che salivano all'ultimo piano di un hotel a cinque stelle di via del Vantaggio, è fiorita la struttura di una veranda, con i piloni che sorreggeranno una copertura chic. È l'ennesima, l'ultima di una serie che probabilmente non si arresterà qui. I permessi? Tutti in regola. C'è l'ok della Soprintendenza, ma il risultato è senza dubbio quello di uno skyline che, giorno dopo giorno, nel cuore del Centro storico si modifica, come una specie mutante che nessuno riesce a frenare.

Certo, niente a che vedere con il caso della veranda scempio di fronte al Campidoglio, quasi 130 metri all'ultimo piano di palazzo Colonna, con i proprietari che, da un punto di vista penale, hanno visto il loro reato prescritto dopo quattro anni. Ma un trait d'union c'è. Il fatto è che a Roma, e anche nel suo gioiello di storia e di arte che è il Centro, se non tutto, molto è possibile. Basta che il palazzo non sia vincolato e allora i permessi sono semplici da ottenere. E c'è di più. Servirebbero controlli serrati. Ad esempio, una volta firmato il via libera alla veranda del giorno, lo stesso funzionario della Soprintendenza che ha dato il permesso dovrebbe controllare che tutto sia stato eseguito secondo le prescrizioni date.

E invece? Molto spesso il controllo non è semplice. Perché? Questione di numeri. Puri e semplici numeri. Infatti, la pianta organica della Soprintendenza ha un numero di funzionari a disposizione, poco più di 200, praticamente di pochissimo superiore a quelli del Parco Archeologico Centrale, ovvero di Colosseo e dintorni. E basta paragonare il territorio di competenza, da una parte la zona monumentale e dall'altra tutta la città, per capire che forse di funzionari alla Soprintendenza ne servirebbero molti di più.

Ma non è tutto. Come si sa anche la macchina del rilascio dei condoni al Catasto è bloccata, con centinaia di migliaia di pratiche che da decenni non vengono smaltite. Tanto che l'assessore all'Urbanistica, Luca Montuori, ha promesso che si sta studiando il modo di poter ricorrere in alcuni casi all'autocertificazione per dare il modo a un certo numero di proprietari in attesa di giudizio di vedere sbloccate le loro domande.

E intanto gli abusi edilizi si moltiplicano. Dalle finestre aperte su facciate storiche alle abitazioni trasformate in B& B stravolgendo pure in Centro la planimetria. E ci sono anche dei dati precisi che, alla fine dell'anno scorso, sono stati resi noti proprio dall'assessorato all'Urbanistica: dal 2011 a oggi sono stati scoperti 6.112 nuovi abusi. A partire da quelli sull'Appia Antica, oltre 620 (di cui un terzo da abbattere), con serre alzate per coltivare pomodori che si trasformano in resort da pubblicizzare anche sul web. E se al tribunale di piazzale Clodio è un boom di inchieste - dal primo luglio 2015 al 30 giugno 2016 sono stati aperti 1.586 nuovi fascicoli - il problema non si ferma qui.

Sì, perché il caso dei villini storici dei primi anni del Novecento che sono finiti sotto le benne delle macchine demolitrici o hanno subito interventi di trasformazione in barba al prezioso contesto storico in cui erano nati, non è affatto chiuso. Dopo la demolizione della casa delle suore di via Ticino, l'assessore Montuori e il Mibac, con il soprintendente Francesco Prosperetti, hanno deciso di intervenire. Si farà una mappa dei quartieri storici, dal Pinciano al Trieste, dove sarà impossibile demolire e ricostruire invocando le norme del Piano Casa. Ma intanto su villa Paolina, l'architettura degli anni Trenta a largo XXI Aprile, a rischio demolizione per costruire un palazzone di otto piani, nonostante il " no" del Campidoglio, pende sempre la minaccia di una ricorso al Tar dei costruttori.



news

21-08-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 21 agosto 2019

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

18-09-2018
Il Ministro Bonisoli: abolire la storia dell'arte

16-09-2018
Le mozioni dell'VIII Congresso Nazionale di Archeologia Medievale

14-09-2018
Manifesto della mostra sulle leggi razziali e il loro impatto in un liceo triestino.La censura del Comune

12-09-2018
Bando Premio Silvia Dell'orso: il 30 settembre scadono i termini per candidarsi

03-09-2018
Appello per la salvaguardia dellArchivio e del patrimonio culturale delle Acciaierie di Piombino

24-08-2018
A due anni dal terremoto in centro Italia

Archivio news