LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Roma. Dopo 100 anni torna alla luce il Bal Tic Tac di Giacomo Balla
https://roma.repubblica.it/cronaca/2018/10/19/news/roma_dopo_100_anni_torna_alla_luce_murale_80_mq_d

Scoperto un murale di 80 metri quadrati durante la ristrutturazione di una palazzina della banca d'Italia, un tempo sede del primo cabaret futurista attivo


Un murale di 80 metri quadrati di Giacomo Balla ritrovato dopo quasi 100 anni. Una "scoperta eccezionale" avvenuta durante la ristrutturazione di una palazzina della Banca d'Italia in via Milano 24, all'angolo con via Nazionale, un tempo sede del Bal Tic Tac, il primo cabaret futurista attivo a Roma negli anni venti del '900.

Nascosta nel tempo dietro carta da parati, tinteggiature, controsoffitti e anche da una boiserie che serviva probabilmente a esporre le appliques di un negozio di illuminazioni che per anni ha occupato il locale dopo la chiusura del Bal tic tac, l'opera originale dipinta a tempera da Balla è stata scoperta all'inizio del 2017 e, dopo un restauro ancora in corso eseguito sotto la supervisione della Soprintendenza speciale di Roma, guidata da Francesco Prosperetti, verrà resa accessibile al pubblico. I locali del ritrovamento diventeranno infatti parte del museo per l'Educazione monetaria e finanziaria della banca d'Italia, la cui apertura è prevista per la fine del 2021.

Le pitture murali dai "colori aggressivi", dal blu al rosso e il giallo, eseguite sulle pareti e sul soffitto del piano terra, incorniciano un rettangolo bianco che con ogni probabilità serviva a contenere uno schermo per le proiezioni cinematografiche che si tenevano al Bal tic tac, il mitico locale futurista inaugurato a fine novembre del 1921 da Marinetti e decorato e arredato da Balla. "Che questa decorazione di Giacomo Balla possa aver resistito al tempo e a tutte le trasformazioni di questi locali ha del miracoloso" per il soprintendente di Roma, Francesco Prosperetti. "Parlare del Bal tic tac significa parlare di una temperie che si scatena in questa città, in cui la modernità entra in maniera dirompente. È bellissimo scoprire a un secolo di distanza una roma all'avanguardia".

In effetti, a trovarsi di fronte ai colori scelti da Balla per adornare l'ingresso del cabaret sembra quasi di vederlo il Bal tic tac, con i suoi arredi, le lampade e le attività più svariate che si svolgevano all'interno del locale.

Dalla musica, che "in modo forse inconsapevole assomigliava al jazz", alle serate dedicate alle letture, fino alle proiezioni.
"Un'estetica totale di cui balla era l'interprete attivo", ha aggiunto Prosperetti che ha annunciato anche l'obiettivo "insieme alla banca d'Italia e agli eredi di riaprire al pubblico la casa di Balla in via Oslavia".
Roma, ritrovato dopo 100 anni il murale futurista di Balla in una palazzina di Bankitalia
i
Così, dopo quasi un secolo, Roma riscopre il suo primo cabaret futurista, rimasto aperto soltanto per circa un anno e mezzo. Oltre all'ingresso adornato dalla pittura di Balla, il Bal tic tac proseguiva al piano superiore. Gli studiosi del futurismo sapevano che questi locali avevano ospitato il locale, ma non che contenessero ancora una testimonianza così importante nascosta sotto le trasformazioni successive degli spazi di via Milano.

"Quando abbiamo trovato questo forte segno del destino di riportare alla memoria il Bal tic tac- ha raccontato Luigi Donato, capo dipartimento Immobili banca d'Italia- a noi è sembrato doveroso guardare all'arte come qualcosa di straordinario da conservare e valorizzare. Come abbiamo un notevole patrimonio archeologico, puntiamo adesso su questa valorizzazione con lo stesso senso di responsabilità sociale".



news

16-02-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 16 febbraio 2020

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

Archivio news