LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Roma. Mibac, pubblicato il terzo Piano Nazionale per lEducazione al Patrimonio Culturale 2018-2019
mzp
https://agcult.it/2018/11/02/mibac-pubblicato-il-terzo-piano-nazionale-per-leducazione-al-patrimonio

La redazione del Piano coincide con lAnno Europeo del Patrimonio culturale ed è il risultato di un lungo processo di ripensamento nelle politiche europee sul ruolo della cultura e delle modalità di gestione del patrimonio culturale


Il Ministero dei Beni culturali ha pubblicato il terzo Piano Nazionale per lEducazione al Patrimonio Culturale 2018-2019. Il Piano è stato predisposto dalla Direzione generale Educazione e Ricerca del Ministero che si occuperà della sua messa in funzione. La predisposizione del Piano è avvenuta dintesa con il Consiglio superiore Beni culturali e paesaggistici

Il Piano ha come oggetto la conoscenza del patrimonio culturale e della sua funzione civile. La redazione dello stesso, come si legge nellallegato alla circolare, coincide con lAnno Europeo del Patrimonio culturale ed è il risultato di un lungo processo di ripensamento nelle politiche europee sul ruolo della cultura e delle modalità di gestione del patrimonio culturale. Nel ripercorrere gli obiettivi e le iniziative dellAnno Europeo, si fa così fronte a un impegno forte e strutturato nel campo delleducazione al patrimonio culturale.

La premessa al Piano ripercorre le misure adottate a livello nazionale in linea con la Strategia per il patrimonio culturale europeo per il XXI secolo, adottata a livello europeo dal Comitato dei Ministri nel febbraio 2017. Tra queste, lattivazione del Sistema Museale Nazionale, ladozione dei livelli minimi uniformi di qualità per i musei e i luoghi della cultura e la Carta nazionale del paesaggio. Nel favorire un maggiore accesso al patrimonio culturale, infatti, se ne riconoscono limportante ruolo nella promozione della diversità e nella coesione sociale e i suoi effetti positivi sulla qualità della vita degli individui.

LA COSTRUZIONE DEL PIANO

Dal punto di vista dellimpostazione, il Piano è stato elaborato tenendo conto dei Piani precedenti e, in particolare, verificandoli e rileggendoli alla luce del contesto di riferimento e dello stato dellarte. Stato dellarte nei settori interessati: larchitettura e le arti contemporanee, il paesaggio, i musei, i progetti in partenariato, la formazione e laccessibilità, linclusione e il dialogo interculturale nellAnno europeo del patrimonio 2018.

Proprio in questo senso sono stati quindi elaborati tre obiettivi principali. Il primo è quello di consolidare una governance per leducazione al patrimonio. Secondo obiettivo è la promozione della progettualità dei settori educativi. Infine, il Piano si prefigge di sviluppare processi di acquisizione, analisi e diffusione dei risultati con metodologie di analisi e il miglioramento della comunicazione interna ed esterna. Ad ogni obiettivo sono associati obiettivi specifici, con proprie linee di azione ed interventi.

Gli obiettivi sono accomunati da tre principi: accessibilità, comunicazione e partecipazione.

UNA GOVERNANCE PER LEDUCAZIONE AL PATRIMONIO

Lobiettivo del consolidamento di una governance per leducazione al patrimonio sarà raggiunto attraverso due linee dazione: il potenziamento della rete degli operatori interni ed esterni e il rafforzamento dei rapporti inter istituzionali.

La prima linea dazione prevede la rilevazione della consistenza e della possibilità operativa delle reti nellarea interna ed esterna al Mibac. Essa di pone in continuità con i precedenti piani sulla base di unanalisi dati relativi alla Rete dei Servizi Educativi del MiBACT e alla pubblicazione dellOfferta Formativa 2016/2017. In secondo luogo, si opererà formando e aggiornando gli operatori, In questo ambito rientrano iniziative specifiche nonché il Piano triennale della Formazione, della Ricerca, dellAutovalutazione.

Il rafforzamento dei rapporti istituzionali invece prevede, a livello di azioni concrete, la realizzazione di accordi in vari ambiti. Prima di tutto, si punta al rinnovo del protocollo dintesa tra il Ministero dei Beni culturali e il Ministero dellIstruzione. Saranno poi previsti accordi con Università e istituti a livello universitario e protocolli dintesa con enti, istituzioni e associazioni. In questultimo ambito, si cita il rinnovo con la Federazione nazionale delle Istituzioni pro Ciechi e con lEnte Nazionale Sordi.

PROMOZIONE DELLA PROGETTUALITÀ DEI SETTORI EDUCATIVI

Lobiettivo di promuovere la progettualità dei settori educativi sarà realizzato rendendo sistemica lofferta educativa/formativa e innovando ambiti e prassi delleducazione al patrimonio.

Queste due linee di azione prevedono interventi specifici. La resa sistemica dellofferta formativa/educativa si compirà con lindividuazione e la condivisione di tematiche comuni e con la partecipazione a progetti e iniziative nazionali e sovranazionali.

Linnovazione di ambiti e prassi delleducazione al patrimonio, invece, prevede attività di studio ed analisi. Tra queste, lavvio dellOsservatorio sulle azioni/prodotti di nuovi driver. Si svilupperanno, inoltre, attività di ricerca-azione cercando di consolidare quelle esistesti. Tra queste si citano lAnno Europeo del Patrimonio 2018, Museo per tutti e Raccontami un paesaggio. Sarà infine avviata la ricognizione dei progetti europei con lo studio dei loro format e la pianificazione di attività di formazione sulle procedure.

I PROCESSI DI ACQUISIZIONE, ANALISI E DIFFUSIONE DEI RISULTATI

Lultimo obiettivo di sviluppo dei processi di acquisizione, analisi e diffusione dei risultati si realizzerà mediante la predisposizione di metodiche di analisi e il miglioramento della comunicazione interna ed esterna. Anche in questo caso, le due linee dazione prevedono delle azioni concrete che aiuteranno il loro sviluppo.

Si incentivano le metodologie di analisi con la raccolta di dati in merito alla partecipazione del Mibac alle azioni del Miur. Inoltre, si compirà uno studio per ladozione di strumenti di valutazione delle attività educative promosse dagli Istituti.

Dal lato della comunicazione, si potenzierà quella web con il rinnovo e lattuazione del sito web della Dg Educazione e Ricerca. Si condivideranno progetti educativi avviando anche approfondimenti per la messa a sistema delle iniziative collegate al patrimonio culturale. Infine, saranno promossi interventi promozionali quali, ad esempio, la partecipazione a eventi e manifestazioni fieristiche.



news

18-10-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 18 ottobre 2019

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

Archivio news