LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Milano. In sala Buzzati il ministro Bonisoli incontra le associazioni
R. Sco.
Corriere della Sera 6/11/2018

Un incontro aperto a tutti. Con il ministro dei Beni Culturali, Alberto Bonisoli, che ha accettato di chiudere quest'edizione del Bello dellItalia, la terza in ordine di tempo. Lappuntamento è per lunedì prossimo, il 12 novembre, in sala Buzzati (via Solferino / angolo via Balzan), praticamente nella casa del Corriere della Sera, a partire dalle 18: dopo una breve intervista al ministro e in collaborazione con la Fondazione Corriere della Sera, ospiteremo le voci di alcune associazioni importanti nella preservazione e nella valorizzazione del nostro patrimonio culturale. Ma, in una formula che abbiamo voluto originale non faremo sfilare i vertici, bensì daremo il microfono a figure di lavoratori meno conosciuti eppure a stretto contatto con il territorio. Per esempio un volontario del Fai o un rappresentante della categoria degli archeologi. Senza trascurare i bibliotecari o i portavoce degli istituti culturali riconosciuti dal ministero. Una selezione rigorosa sarà dobbligo, anche perché ciascuno dei rappresentanti potrà formulare una domanda e una proposta a Bonisoli, il quale avrà bisogno di tempo per rispondere. Per partecipare (da spettatori) alla serata, basta mandare una email a Milano-ilbellodellitalia@rcs.it. Nella discussione complessiva avrà un certo peso lesperienza fatta questanno dalliniziativa del Corriere della Sera che, con inchieste sul quotidiano ed eventi live in diverse città del territorio, prende in esame lo stato di salute del nostro patrimonio, dai siti archeologici alla sostenibilità ambientale fino alla conservazione dei dipinti e dei palazzi storici. Questanno abbiamo voluto concentrarci su due città che devono fronteggiare (una in modo sistematico, laltra per un evento contingente) un certo flusso turistico che potrebbe incidere sullambiente e sullidentità culturale. Siamo quindi andati a Venezia e a Matera, organizzando (con limportante contributo di Eni) due distinte serate con talk, performance, dibattiti tra rappresentanti istituzionali. Se a Matera, a Casa Cava, il confronto è stato intenso su temi come le infrastrutture (necessarie per accogliere la massa di turisti in arrivo) e la valorizzazione del vasto ma poco conosciuto patrimonio culturale, a Venezia il sindaco Luigi Brugnaro non si è sottratto a un dibattito con i cittadini su temi come la sostenibilità ambientale, il passaggio delle navi da crociera, il futuro del porto. E, oltre alle doppie pagine del martedì sul quotidiano, abbiamo proposto un supplemento di 32 pagine su questi temi, con storie e approfondimenti legati alle città protagoniste delle tappe di questa edizione. Il supplemento si è concluso proprio con unintervista al ministro dei Beni Culturali, una sorta di viatico alla tappa conclusiva del 12 novembre. Alberto Bonisoli ha rimarcato limportanza dellalleanza pubblico-privato e ribadisce che, oltre alla salvaguardia bisogna spingere sulla valorizzazione. Due temi molto sentiti da chi lavora ogni giorno, concretamente, nei musei, nei siti archeologici, nelle preziose chiese antiche che punteggiano il nostro paese. Operatori culturali, che, appunto, vorremmo come protagonisti.



news

17-09-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 17 settembre 2019

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

Archivio news