LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Venezia, la Basilica di San Marco lotta contro il sale: Restauri necessari
di Enrico Tantucci
01 novembre 2018 LA NUOVA VENEZIA


Il Procuratore marciano Carlo Alberto Tesserin: Lo Stato ci deve aiutare. Nei prossimi dieci anni investiremo 50 milioni di euro, ma di risorse proprie


VENEZIA. Sono la disgregazione dei marmi di colonne e capitelli che si polverizzano progressivamente e il possibile distacco - per la risalita lungo le pareti del sale depositato dallacqua alta che entra continuamente - i due problemi maggiori che giustificano lallarme sulla salvezza della Basilica di San Marco lanciato dal primo procuratore Carlo Alberto Tesserin con lingegner Pierpaolo Campostrini, procuratore marciano ai servizi tecnici, dopo lalta marea eccezionale di lunedì che ha sostato per sedici ore tra i mosaici.

Abbiamo programmato di investire nei prossimi 10 anni 50 milioni di euro per la manutenzione e i restauri della Basilica - spiega Tesserin - e solo con le nostre risorse, provenienti dalla vendita dei biglietti per le visite al Tesoro, al Campanile di San Marco e alla Pala dOro. Non riceviamo infatti alcun contributo pubblico, né dallo Stato, né dalla Chiesa e neppure dagli enti locali. Ma questa cifra dovrebbe essere impiegata ogni anno, per quel che è necessario fare per tutelare la Basilica. Per questo chiediamo che si intervenga finalmente per fermare lacqua alta.

Sono sostanzialmente due le minacce alla conservazione della Basilica legate alla presenza dellacqua alta - spiega lingegner Campostrini - e la prima riguarda appunto la progressiva disgregazione dei marmi che si polverizzano soprattutto alla base delle colonne, dove anche in questi giorni troviamo questo accumulo di polvere di marmo, di grana grossa, per il distacco progressivo provocato dallacqua salata. Laltra emergenza riguarda la risalita capillare dei sali sulle pareti che finiscano per distaccare lintonaco dai mattoni e quindi rischiano di staccare anche le delicatissime tessere dei mosaici che vi poggiano sopra. Un problema presente soprattutto nellarea del nartece, dove i mosaici sono più esposti. Contiamo infatti di partire prossimamente con un intervento complessivo di restauro dei mosaici del nartece, ma solo quando questa zona sarà messa al riparo dalle acque alte. Lintervento di isolamento che stiamo già attuando, consentirà di migliorare la situazione. Naturalmente abbiamo i mezzi per contrastare questi problemi di disgregazione, che però tendono ad aggravarsi progressivamente, ma il problema sono anche i costi. Per questo anche con la Soprintendenza veneziana intendiamo ora attuare un monitoraggio e una valutazione per capire, anche in prospettiva quale possa essere il costo del mantenimento dellintegrità della Basilica.

Che è, sostanzialmente, un cantiere sempre aperto: dal restauro del grande rosone di destra della chiesa, che guarda verso il cortile del Ducale, da tempo in precarie condizioni. Ai costi appunto del mantenimento della pavimentazione musiva delicatissima e a rischio consunzione. Dei duemila metri quadrati di pavimento della Basilica di San Marco, solo un quinto è interamente originale. Quasi ovunque i restauri ottocenteschi e del primo Novecento hanno inserito pietre moderne, pur rispettando alla lettera il disegno originale dellXI secolo. Un tappeto di pietra dai disegni raffinati e simbolici. 2099 metri quadrati suddivisi nei due settori dellOpus sectile, con le figure geometriche di origine occidentale e adriatica. E lOpus tessellatum, con motivi floreali e di animali.


Ma il suo mantenimento - nonostante le guide di tessuto su cui i turisti sono obbligati a camminare proprio per non calpestare le parti più delicate e preziose del pavimento musivo - diventa sempre più costoso. Proprio per questo e di fronte allaumento costante dei visitatori, destinato a proseguire anche nei prossimi anni, la Procuratoria marciana punta necessariamente ad aumentare i suoi introiti legati alla visita, senza introdurre un vero e proprio biglietto a pagamento generalizzato - sul quale la Curia e la stessa Conferenza episcopale italiana sono da tempo contrari - ma facendo almeno pagare la comodità di visitare la Basilica senza code, per chi viene per turismo e non per ragioni di culto. Ma con la minaccia dellacqua alta sempre più incombente anche laumento delle entrate proprie rischia di non bastare più per salvaguardare un edificio che ha oltre novecento anni di vita e che lunedì sera è invecchiato di colpo.

http://nuovavenezia.gelocal.it/venezia/cronaca/2018/11/01/news/basilica-di-san-marco-lotta-contro-il-sale-restauri-necessari-1.17415794?ref=search


news

09-11-2018
Rassegna Stampa aggiornata al giorno 09 NOVEMBRE 2018

18-09-2018
Il Ministro Bonisoli: abolire la storia dell'arte

16-09-2018
Le mozioni dell'VIII Congresso Nazionale di Archeologia Medievale

14-09-2018
Manifesto della mostra sulle leggi razziali e il loro impatto in un liceo triestino.La censura del Comune

12-09-2018
Bando Premio Silvia Dell'orso: il 30 settembre scadono i termini per candidarsi

03-09-2018
Appello per la salvaguardia dellArchivio e del patrimonio culturale delle Acciaierie di Piombino

24-08-2018
A due anni dal terremoto in centro Italia

08-08-2018
Comitato per la Bellezza. Altro palazzone di 6 piani in piena riserva naturale del Litorale romano

24-07-2018
Da Emergenza Cultura: San Candido (BZ), uno sfregio che si poteva e doveva evitare

21-07-2018
Inchiesta de "L'Espresso" di Francesca Sironi: Il ministro Alberto Bonisoli e la scuola offshore

20-07-2018
Associazione Nazionale Archeologi. MIBAC: il titolo non è unopinione!

08-07-2018
Su Eddyburgh un intervento di Maria Pia Guermandi sull'Appia Antica

13-06-2018
Disponibile la relazione di Giuliano Volpe sull'attività del Consiglio Superiore

12-06-2018
Lettera aperta al Sig. Ministro dei Beni Culturali dott. Alberto Bonisoli: Per un futuro all'archeologia italiana

04-06-2018
Dalla rete: sul nuovo governo e sul nuovo ministro dei Beni culturali

19-05-2018
Sul contratto M5S - Lega vi segnaliamo...

17-05-2018
Cultura e Turismo: due punti della bozza Di Maio - Salvini

15-05-2018
Sulla Santa Bibiana di Bernini: intervento di Enzo Borsellino

13-05-2018
Premio Francovich 2018 per il miglior museo/parco archeologico relativo al periodo medievale

04-05-2018
Nella sezione "Interventi e recensioni" abbiamo pubblicato un contributo di Franco Pedrotti sul depuratore della piana di Pescasseroli: una sconfitta del protezionismo italiano

01-05-2018
Archistorie: rassegna di films sull'architettura dell'Associazione Silvia Dell'Orso

30-04-2018
Nella sezione "Interventi e recensioni", abbiamo pubblicato un contributo di Vittorio Emiliani: Appena 11 giardinieri per Villa Borghese. Ma l'erba "privata" non è meglio

26-04-2018
Roma. Il nuovo prato di piazza di Spagna non regge, il concorso ippico migra al Galoppatoio

21-04-2018
Anna Somers Cocks lascia The Art Newspaper. Intervista su "Il Giornale dell'Arte"

04-04-2018
VIII edizione del Premio Silvia Dell'Orso: il bando (scadenza 30/9/2018)

29-03-2018
Comitato per la Bellezza: A Palazzo Nardini chiedono già affitti altissimi ai negozi

25-03-2018
Lettera aperta di Archeologi Pubblico Impiego - MiBACT ai Soprintendenti ABAP

25-03-2018
A Foggia dal 5 aprile rassegna Dialoghi di Archeologia

23-03-2018
Comitato per la Bellezza e Osservatorio Roma: Tre richieste fondamentali per salvare Villa Borghese e Piazza di Siena

17-03-2018
Comunicato ANAI sul tema delle riproduzioni fotografiche libere

Archivio news