LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Telecamere e paracadutisti sulla cupola: opposizione chiede lumi
Stefania Valbonesi
STAMP Toscana 11/11/2018

Firenze E con due diversi comunicati che lassociazione Progetto Firenze punta il dito su due iniziative che riguardano Firenze e che sembrano andare luna in direzione opposta allaltra. Perché se la prima, che riguarda linstallazione entro un anno di altre 250 telecamere di sicurezza, da parte del Comune di Firenze, sembra denunciare una sorta di ossessione securitaria che sembra possedere la città, laltra si pone veramente sul versante opposto. Infatti, Grazia Galli per lassociazione Progetto Firenze e Tommaso Grassi consigliere comunale di Firenze riparte a Sinistra, chiedono lumi sulla notizia riportata dalla stampa per cui ogni venerdì sembrerebbe che la città venga sollazzata da una pattuglia di paracadutisti in tuta alata in sorvolo sulla cupola del Bunelleschi e il campanile di Giotto, liberando fumogeni colorati.

Quanto al primo punto, la comunicazione è firmata dallex consigliere provinciale Massimo Lensi, che precisa che, con altre 250 telecamere, si arriverà a 800 dispositivi in città. Niente dillegale, per carità, siamo sicuri che la tutela della privacy come previsto dalle leggi in vigore sarà ampiamente rispettata dice Lensi La legge 38/2009 denominata Piano straordinario di controllo del territorio consente ai Comuni di far uso si sistemi di videosorveglianza al fine di prevenzione dei reati e controllo del territorio.

E tuttavia non sfugge a nessuno che il punto è un altro, come dice Lensi, ed è di opportunità politica. Le elezioni si avvicinano e il copione ormai di moda è quello della sicurezza, tema una volta di competenza delle autorità di polizia. Oggi, allopposto, si va sempre più perfezionando la figura del Sindaco sceriffo, eroe solitario a capo di una città a metà strada tra il vecchio e selvaggio West e la la Smart City iper-connessa del futuro prossimo venturo. Sarebbe bene, però, sollecitare una riflessione pubblica su queste nuove frontiere della sicurezza. Le telecamere, infatti, danno risposte prevalentemente nel campo della percezione della sicurezza su cui si basa, appunto, la tendenza elettorale, rispetto alla prevenzione, invece, a poco servono.

Su questa linea, prosegue Lensi, sarebbe forse opportuno chiedersi se i cinque bandi da 800mila euro luno che il Comune farà partire a breve per linstallazione dei dispositivi non potrebbero essere utilizzati in altra forma, ad esempio per rivitalizzare lo spazio pubblico e rafforzare i servizi anche nelle periferie. Sarebbe un buon modo per dare un segnale di discontinuità con la politica di allarmismo securitario ormai dominante.

Sicurezza sicurezza, ma siamo sicuri che liniziativa segnalata da Progetto Firenze e Firenze riparte a Sinistra, ovvero fumogeni e paracadutisti fra cupola e campanile di Giotto, risponda a quella logica cui sembrerebbe ispirarsi larrivo di nuove telecamere? Circa liniziativa, denunciano Tommaso Grassi e Grazia Galli, un appuntamento fisso con cui il team Skydive Dream, già attivo a Dubai, intenderebbe proporre a Firenze, una nuova attrattiva turistica per propagandare la propria attività di lanci nella zona di Porta Romana in tandem con turisti disposti a sborsare centinaia di euro per un volo sui cieli di Firenze, sembrerebbe aver ricevuto il favore di Toscana Aeroporti e lok di Enac e Enav. Ciò che mancherebbe (perché ancora non richiesto) sarebbe l autorizzazione da parte delle autorità preposte al governo della città e alla tutela dei suoi beni artistici.

Se tutto questo sarà confermato, continuano Grassi e Galli, si tratterebbe senza ombra di dubbio di un atto definitivo nella trasformazione della città e del suo cielo in un lunapark asservito al consumo del turismo globale. E la sicurezza? Andrebbe a farsi benedire, nonostante le telecamere e lannunciato arrivo di decine di nuovi agenti di polizia e militari dei carabinieri.

Infatti, si chiedono Grassi e Galli, se liniziativa venisse sdoganata, a cosa mai serviranno più le misure di sicurezza che hanno portato alla sorveglianza militare delle piazze, al raddoppio delle telecamere, o a chiedere il rafforzamento delle forze di polizia, se chiunque dora in avanti potrà per scopi commerciali infrangere il divieto di sorvolo totale istituito nel 1997. E che dire delle polluzioni di gas di scarico e fumogeni che di settimana in settimana si riverseranno sui preziosi marmi di Santa Maria Del Fiore e presumiamo sui complessi monumentali intorno a Porta Romana? Qualcuno ha provveduto a valutare limpatto a breve e lungo termine di questattività sulla salute della città e dei suoi monumenti? Esiste un piano demergenza nel malaugurato caso di incidente? Perché Enac avrebbe rilasciato un permesso così in fretta senza alcuna informativa?

La questione arriverà in consiglio comunale, oltre a essere segnalata a Prefettura e Sovrintendenza, che paiono esser stati sin ora completamente scavalcati. Chiederemo in Consiglio comunale a Sindaco e assessorato competente di informare lassemblea e valutare i possibili margini di un intervento del Comune per fermare questo ennesimo atto di mercificazione della città.

https://www.stamptoscana.it/piu-telecamere-e-paracadutisti-in-sorvolo-sulla-cupola-le-manie-di-firenze-lunapark/


news

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

20-08-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 20 agosto 2019

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

18-09-2018
Il Ministro Bonisoli: abolire la storia dell'arte

16-09-2018
Le mozioni dell'VIII Congresso Nazionale di Archeologia Medievale

14-09-2018
Manifesto della mostra sulle leggi razziali e il loro impatto in un liceo triestino.La censura del Comune

12-09-2018
Bando Premio Silvia Dell'orso: il 30 settembre scadono i termini per candidarsi

03-09-2018
Appello per la salvaguardia dellArchivio e del patrimonio culturale delle Acciaierie di Piombino

24-08-2018
A due anni dal terremoto in centro Italia

Archivio news