LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

PISA - Acquedotto Mediceo, il sindaco di Pisa: smontiamo le arcate e per valorizzarle mettiamole in una rotatoria
Federico Giannini e Ilaria Baratta
Finestre sull'arte 16/11/2018

Il sindaco di Pisa, Michele Conti, con un video pubblicato sulla sua pagina Facebook, ha rilanciato poco fa (alle 14:01 di oggi) lidea di abbattere tre arcate dellAcquedotto Mediceo per far passare la tangenziale nord-est della città. Il sindaco tuttavia non ha utilizzato il verbo demolire come nel programma di mandato, ma si è limitato a parlare di smontaggio e rimontaggio delle arcate.

Qui siamo lungo lacquedotto, dice il sindaco nel video, uninfrastruttura storica di proprietà del Comune di Pisa anche se qui insistiamo allinterno del Comune di San Giuliano. Le gestioni del Pd e del centro-sinistra sono queste: queste impalcature esistono qui dai primissimi anni Novanta, e non si è fatto nulla per tutelare questa struttura storica. Ora la questione nasce anche dal fatto: vogliamo o no realizzare linfrastruttura della tangenziale nord-est? Quando arriviamo a dover passare da qui, da dove passiamo? Io credo che la proposta del professor Dringoli, che è un urbanista con cinquantanni desperienza, di smontare e rimontare tre arcate sia una visione moderna di realizzare uninfrastruttura. Qui siamo in una zona bassa, di bonifica, con gravi problemi idrogeologici. Realizzare un sottopasso di cinquecento metri lineari credo che non sia il caso. Comunque abbiamo un dibattito: vediamo.

Cè già chi obietta sul fatto che in realtà lintervento su di un acquedotto per consentire il passaggio di unarteria stradale sarebbe tuttaltro che moderno, dal momento che unazione simile è già stata compiuta sullAcquedotto Nottolini a Lucca, che tra gli anni Trenta e gli anni Sessanta subì la demolizione di cinque arcate per permettere lattraversamento dellautostrada A11.

Ma non è tutto: nel testo di presentazione del video, Conti propone anche uneventuale collocazione per le arcate smontate: smontare e rimontare due-tre arcate dellacquedotto, collocandole magari al centro di una nascitura rotatoria, penso che equivalga a valorizzare quel patrimonio. Il sindaco poi sottolinea che a Pisa cè un precedente, quello della chiesa di Santa Maria della Spina, definita uno dei precedenti illustri a Pisa di smontaggio e rimontaggio di beni architettonici. È vero che la chiesa di Santa Maria della Spina fu smantellata e rimontata negli anni Settanta dellOttocento, ma perché era stata costruita in una zona insicura proprio sopra allArno ed era necessario metterla al riparo dalle piene del fiume che, a lungo andare, avrebbero potuta danneggiarla in maniera irreparabile (e comunque allepoca lintervento fu duramente criticato perché alcune parti della chiesa furono danneggiate, e altre non ricostruite: tra coloro che gridarono allo scempio figurava anche il grande John Ruskin). Inoltre occorre ricordare che il modo migliore per valorizzare un bene storico-artistico è lasciarlo esattamente dove si trova, e semmai restaurarlo e promuovere la sua conoscenza: non esiste alcun luogo al mondo dove la valorizzazione si attua trasformando in uno spartitraffico un bene che è ancora al suo posto dopo quattrocento anni di storia.

https://www.finestresullarte.info/flash-news/2767n_sindaco-di-pisa-smontiamo-arcate-acquedotto-mediceo-e-mettiamole-in-una-rotatoria.php


news

18-11-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 18 NOVEMBRE 2019

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

Archivio news