LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Firenze, nella basilica di Santa Croce torna a splendere la pala del Vasari
La Repubblica - Firenze 17/11/2018

Il volto di Michelangelo nascosto sotto le sembianze di Nicodemo e quello di Rosso Fiorentino sotto quelle di Giuseppe D'Arimatea: queste due delle sorprese riservate dal restauro della pala di Giorgio Vasari per l'altare Buonarroti nella basilica di Santa Croce a Firenze. I lavori - i cui riusltati sono stati mostrati in anteprima venerdì 16 novembre e saranno visibili al pubblico dal prossimo 24 novembre - sono stati finanziati grazie al progetto di fundraising "In the name of Michelangelo" ideato dell'Opera di Santa Croce e attivato nel settembre 2017: 120 mila euro la somma raccolta per 127 donatori da 13 Paesi, due terzi dei quali dagli Stati Uniti.

L'opera del Vasari dal titolo "Cristo incontra la Veronica sulla via del Calvario" che è stata curata dai danni prodotti, nella sua parte inferiore, dall'alluvione del 1966 e liberata di una pesante patina oscurante è tornata come l'architetto e pittore l'aveva dipinta nel 1572. E ora è lì al suo posto: nella navata destra della basilica. Della tela si sa praticamente tutto: fu issata sullaltare della famiglia Buonarroti il 1 novembre 1572 e insieme al vicino monumento a Michelangelo fa parte di un insieme unico voluto dal nipote ed erede di Michelangelo Lionardo Buonarroti, affidato alle mani esperte di un grande estimatore del genio toscano, il Vasari appunto.

Lopera è documentatissima: si sa chi era il legnaiolo che realizzò il supporto, e di come fu immediatamente indicata dai critici del tempo come la più importante realizzazione in pittura del Vasari. Altissima è la qualità dellesecuzione dellopera, che il restauro condotto da Maria Teresa Castellani ha liberato da una spessa patina oscurante, provocata dallalluvione che nel 1966 devastò Firenze e dai tanti micro interventi accumulati negli anni da restauri aggressivi, e che lavevano resa illeggibile.

Dopo sei mesi di ripulitura è riemerso un lavoro con grande virtuosismo esecutivo, in cui sono di nuovo leggibili i molti tributi a Michelangelo: il suo ritratto per esempio, che che secondo Sally J. Cornelison della Syracuse University, si trova tra gli astanti sotto le sembianze di Nicodemo, e quello di Rosso Fiorentino, stimatissimo dal Vasari e ritratto con un copricapo vermiglio. E poi vere e proprie citazioni, come la Sibilla libica della Cappella Sistina in basso a sinistra.

https://firenze.repubblica.it/tempo-libero/articoli/cultura/2018/11/17/news/vasari-211899557/


news

25-09-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 settembre 2020

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

Archivio news