LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Trentino. Personale dei musei, Bisesti chiede tempo
Andrea Bontempo
Corriere del Trentino 20/11/2018

Il neoassessore: Soluzione condivisa. Uil: A rischio lautonomia della cultura

TRENTO. Prima di esprimere un parere in merito e di attuare eventuali iniziative vorrei informarmi al meglio e sentire tutte le parti coinvolte, alla ricerca della miglior soluzione condivisa possibile. Decisamente diplomatico Mirko Bisesti, neoassessore provinciale alla cultura, sulla questione dei lavoratori dipendenti ed esternalizzati del Muse e degli altri musei provinciali (Mart di Rovereto e Museo degli usi e costumi di San Michele) che dal primo gennaio passeranno alle dirette dipendenze della Provincia.

Il nodo del contendere nasce da un passaggio contenuto nella legge sulla cultura passata dallo scorso Consiglio provinciale nellottobre 2017. Nel testo del cosiddetto ddl Mellarini, infatti, compare un passaggio che introduce vari cambiamenti rispetto alla precedente legge, che risale al 2007.

Tra le varie modifiche, appunto, una riguarda la presa in carico da parte della Provincia, con le sue strutture di servizio, della parte gestionale e burocratica dei musei riferita al personale e alle spese di manutenzione, con laccollo di tutti gli oneri conseguenti.

Lex assessore alla cultura Tiziano Mellarini preferisce non commentare la questione: Non sarebbe corretto nei confronti del nuovo assessore afferma esporre il mio pensiero o rivendicare la bontà della legge. Ora tocca solo ed esclusivamente a Bisesti valutare la questione e fare delle scelte.

Scelte che per il momento, come detto, si limitano a inserire in agenda degli incontri con i rappresentanti dei musei interessati dal piano e con i sindacati.

È stata in particolare la Uil Flp, tramite la propria segretaria confederale provinciale Silvia Bertola, a chiedere lintervento del neoassessore Bisesti per bloccare o perlomeno per sospendere il passaggio dei lavoratori museali alla Provincia, uniniziativa di accentramento giudicata da Bertola una scelta assurda. Secondo la sindacalista, infatti, se i dipendenti dovessero rispondere al dipartimento della cultura e a quello del personale lautonomia amministrativa degli enti museali verrebbe azzerata.

Lassessore Bisesti si sta progressivamente informando sulla questione, analizzandone i punti centrali: Si tratta del passaggio dei lavoratori dei singoli musei alle dipendenze della Provincia, con lintento di creare una regia amministrativa unica, lasciando invece piena autonomia nella gestione artistico-culturale ai singoli musei. Uniniziativa che ha aspetti positivi e condivisibili da un lato, ma che dallaltro fa emergere le criticità che si sono sentite. Per questo conclude Bisesti farò in modo di confrontarmi a breve con le varie parti interessate per cercare la migliore soluzione possibile per tutti, per la Provincia ma anche ovviamente per i musei e i dipendenti.

Attualmente il Muse conta 85 dipendenti diretti e un centinaio di lavoratori esternalizzati alle cooperative (Cla-Consorzio lavoro ambiente di Trento, Società cooperativa culture di Venezia e Socioculturale cooperativa sociale onlus di Marghera).



news

18-08-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 18 agosto 2019

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

18-09-2018
Il Ministro Bonisoli: abolire la storia dell'arte

16-09-2018
Le mozioni dell'VIII Congresso Nazionale di Archeologia Medievale

14-09-2018
Manifesto della mostra sulle leggi razziali e il loro impatto in un liceo triestino.La censura del Comune

12-09-2018
Bando Premio Silvia Dell'orso: il 30 settembre scadono i termini per candidarsi

03-09-2018
Appello per la salvaguardia dellArchivio e del patrimonio culturale delle Acciaierie di Piombino

24-08-2018
A due anni dal terremoto in centro Italia

08-08-2018
Comitato per la Bellezza. Altro palazzone di 6 piani in piena riserva naturale del Litorale romano

24-07-2018
Da Emergenza Cultura: San Candido (BZ), uno sfregio che si poteva e doveva evitare

Archivio news