LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

(Più) Turismo & (meno) Archeologia. Per la Lega l'importante è far cassa con gli agriturismo
Manlio Lilli
L'Espresso 20/11/2018

Avete sognato di fare gli archeologi ma avete virato su altro? Vi affascina l'idea di scavare almeno una volta, dove la possibilità di qualche rinvenimento è assicurata? E' arrivato il Vostro momento! Ecco l'occasione, insperata. Procurata dalla Lega, con un emendamento alla Legge di Bilancio.

Un emendamento, con primo firmatario Lorenzo Viviani, per promuovere il turismo. Le modalità esplicitate senza pudori. Andando dritti allo scopo. Rendere le strutture alberghiere, le residenze depoca e le cantine di aziende vitivinicole ancora più attrattive. Offrendo la possibilità ai titolari e/o gestori delle diverse attività di valorizzare, attraverso unopportuna custodia allinterno della propria struttura ricettiva, beni storico archeologici che rivestono particolare interesse per larea territoriale in cui è ubicata lattività. Beni che abbiano la peculiarità di risultare attualmente catalogati e immagazzinati e non direttamente accessibili al pubblico.

E' più che probabile che non siano pochi quelli che non capiranno. Non troveranno nulla di male nell'emendamento. D'altra parte, se un agriturismo conserva all'interno della sua proprietà resti archeologici che finora sono rimasti sostanzialmente in abbandono, perché mai il proprietario della struttura non potrebbe occuparsene? Insomma, rendere quei resti visibili nelle migliori condizioni possibili? Il motivo, semplice. La contrarietà alla soluzione prospettata sta tutta nella circostanza che la valorizzazione realizzata dal proprietario è più che probabile possa non essere quella più corretta. Insomma il rischio è che nella peggiore delle ipotesi i resti di una cisterna romana possano trasformarsi in una sala da pranzo. Oppure la chiesa sconsacrata in una delle camere a disposizione degli utenti della struttura. Ma più anche andare meglio. Può capitare che gli interventi di restauro messi in atto dal proprietario ne inficino la comprensione, alterandone la forma. Non sono ipotesi. E' già accaduto. Spesso, ad esempio, nell'area dei Colli Albani, a sud di Roma oppure in Campania. Certo impropriamente, lasciando la Soprintendenza competente all'oscuro delle diverse operazioni. Se l'emendamento presentato dalla Lega verrà approvato, tutto avverrà con il beneplacito dello Stato.

Ma non è solo questa presunta valorizzazione ad essere prevista dall'emendamento. C'è molto di più. La possibilità per i proprietari delle strutture recettive di promuovere indagini archeologiche. Il comma 2 stabilisce che al fine di contribuire alla valorizzazione dei territori che rivestono interesse storico-archeologico, gli imprenditori agricoli, esercenti attività agrituristica in aree di particolare pregio culturale, possono promuovere attività di ricerca archeologica e di scavo sui terreni di cui risultano essere proprietari o gestori. Insomma l'imprenditore agricolo diventa concessionario. Come tale può consentire agli ospiti della struttura agrituristica la partecipazione, senza fini di lucro, alle attività di ricerca archeologica e scavo eseguite sui terreni su cui insiste la propria attività, sotto la direzione, il controllo e la supervisione del direttore dello scavo indicato nellapposita richiesta di concessione.
Quindi spazio ai turisti-archeologi che, prima o dopo la degustazione di prodotti tipici locali e la passeggiata nella proprietà, potranno esaudire il sogno di scavare. Naturalmente, per divertimento. Per fare un'esperienza irripetibile. Non potranno ovviamente entrare in possesso dei materiali recuperati nello scavo, ovviamente. Ma potranno scavare. Fare indagini, come era pratica diffusa ancora nel Settecento.

La Lega punta forte sul turismo, si sa. Ci punta a modo suo. In maniera confusa e scriteriata. Servendosi del patrimonio storico-artistico-archeologico per valorizzare le strutture alberghiere, le residenze depoca e le cantine di aziende vitivinicole. Perché lo scopo è quello evidentemente. Accrescerne l'appeal. La struttura archeologica, il convento abbandonato, la chiesetta sconsacrata sono funzionali al turista. E basta. Perché questa è la sostanza, nonostante lo stanco e retorico refrain sulla bellezza e la valorizzazione.

Non sembra esserci fine al depauperamento del patrimonio nazionale. Dopo il Pd che ha promosso l'idea del monumento-bancomat, ecco la Lega che introduce lo scavo-fai-da te.

http://il_barone_rampante.blogautore.espresso.repubblica.it/2018/11/20/piu-turismo-meno-archeologia-per-la-lega-limportante-e-far-cassa-con-gli-agriturismo/


news

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

16-08-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 16 agosto 2019

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

18-09-2018
Il Ministro Bonisoli: abolire la storia dell'arte

16-09-2018
Le mozioni dell'VIII Congresso Nazionale di Archeologia Medievale

14-09-2018
Manifesto della mostra sulle leggi razziali e il loro impatto in un liceo triestino.La censura del Comune

12-09-2018
Bando Premio Silvia Dell'orso: il 30 settembre scadono i termini per candidarsi

03-09-2018
Appello per la salvaguardia dellArchivio e del patrimonio culturale delle Acciaierie di Piombino

24-08-2018
A due anni dal terremoto in centro Italia

08-08-2018
Comitato per la Bellezza. Altro palazzone di 6 piani in piena riserva naturale del Litorale romano

24-07-2018
Da Emergenza Cultura: San Candido (BZ), uno sfregio che si poteva e doveva evitare

Archivio news