LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Concorso beffa per i restauratori
Edek Osser
Il Giornale dell'Arte, n. 392 1/12/2018

Roma. Da un anno i candidati aspettavano lesito del concorso Ripam-Mibact (bando del 2016) per lassunzione di 80 funzionari restauratori. Quando, il 20 novembre scorso, sono state pubblicate le graduatorie, i restauratori diplomati alla Scuola di Alta Formazione (Saf) del Mibac prima del 2009 che avevano partecipato al concorso hanno fatto una (per loro amara) scoperta: il punteggio assegnato per il loro titolo è Zero. Per quanto importante fosse la loro esperienza e brillanti gli esami sostenuti al concorso, nella graduatoria quello Zero alla voce titoli li ha penalizzati.

Una situazione paradossale che declassa lélite del restauro italiano e il prestigio stesso dellIscr negli anni precedenti al 2009, quando i suoi metodi e la qualità di quel diploma erano un modello in tutto il mondo. Particolare inquietante: la commissione esaminatrice del Mibac ha preso la decisione di valutare Zero, cioè non esistente, il diploma Saf trascurando o mal interpretando una serie di norme in vigore, con una votazione a maggioranza (due su cinque hanno votato contro).

Eppure il problema della equiparazione del diploma Saf ante 2009 alla laurea magistrale Lmr-02 era stato risolto senza possibilità di dubbi e dopo lunga attesa (il primo riconoscimento delleccellenza di quel titolo era già contenuto nel Codice dei Beni Culturali del 2004) dal decreto del 21 dicembre 2017 firmato dagli allora ministri Dario Franceschini per il Mibac e Valeria Fedeli per il Miur, pubblicato in Gazzetta Ufficiale il 6 luglio 2018. Dunque tutto era chiaro ben prima della pubblicazione della graduatoria finale. Come è stato possibile non tenerne conto creando unevidente ingiustizia? Era stato consultato lufficio giuridico del Mibac?

La palese contraddizione partiva dalle stesse regole di accesso al concorso del 26 aprile 2016 (che riguardava lassunzione di 500 funzionari e tra questi 80 restauratori): tra i requisiti era prevista la laurea specialistica o magistrale o diplomi di laurea equipollenti e anche diploma delle Scuole di alta formazione e di studio che operano presso lIstituto Superiore per la Conservazione e il Restauro, e appunto il riconoscimento della qualifica di restauratore ai sensi dellart. 182 del Codice dei Beni culturali e del paesaggio. Non solo, la stessa commissione aveva chiarito e scritto che i titoli Saf sarebbero stati ritenuti validi per lattribuzione del punteggio finale. Del resto, i diplomati Saf erano stati ammessi in base alle regole stesse del bando di concorso e soltanto nella fase di valutazione finale il loro titolo è evaporato.

Non possiamo dunque essere sicuri che i restauratori assunti siano davvero i migliori e che non siano stati invece scartati altri candidati per unerrata interpretazione delle norme. La graduatoria pubblicata è comunque ufficiale e sono in corso le procedure per lassunzione al Mibac dei vincitori. Ma è soltanto linizio di una ennesima battaglia di ricorsi alla giustizia amministrativa e richieste in autotutela dei restauratori discriminati perché le graduatorie vengano corrette. I Tar avranno lavoro per i prossimi mesi.

https://www.ilgiornaledellarte.com/articoli/concorso-beffa-per-i-restauratori/130235.html


news

18-09-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 18 settembre 2020

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

Archivio news