LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

La cultura non è una priorità per gli italiani
Edek Osser
Il Giornale dell'Arte, n. 392 1/12/2018

Roma. Finanziamenti alla cultura di nuovo colpiti con una preoccupante inversione di tendenza: i provvedimenti sono scritti nel Def (Documento di Economia e Finanza) che dovrà essere approvato entro dicembre. Nel suo primo intervento dello scorso luglio in Commissione Cultura di Camera e Senato come ministro dei Beni culturali, Alberto Bonisoli aveva detto: I tempi dei tagli alla cultura sono finiti, chi è arrivato prima di me ha già fatto molto ma la nostra ambizione è alta, puntiamo a un cambio di passo. Purtroppo il passo è allindietro: siamo a nuovi tagli che penalizzano anche alcuni settori già in crisi.

Lorientamento dellattuale Governo non pare certo attento alle necessità del Mibac. Se sarà approvato così comè, il Def prevede: 20 milioni tolti al Bonus Cultura per i diciottenni (una commissione sta studiando nuovi criteri per la sua distribuzione) e 2,3 milioni in meno per il funzionamento dei 30 musei autonomi nati dalla riforma Franceschini. Previste anche riduzioni per un totale di 5,59 milioni di euro del credito dimposta (deciso sempre dallex ministro Franceschini): 4 milioni agli esercenti dei cinema, 1,25 milioni a carico delle librerie e 375 mila alle case editrici, tutti settori fondamentali per il sistema culturale. Librai, editori di libri ed esercenti cinematografici dichiarano a rischio la loro attività e chiedono modifiche al Def.

Sul Mibac sta per cadere anche una seconda, pesante tegola: il rallentamento della possibilità di sanare almeno in parte la carenza di personale, oggi largamente sotto organico. Il Def prevede concorsi per soli 500 nuovi dipendenti nel 2020 e altri 500 nel 2021, dunque mille in tutto, metà funzionari tecnico-scientifici e metà amministrativi e custodi. Si potrà ricorrere anche allimmediato scorrimento della graduatoria del concorso dellera Franceschini già concluso con lassunzione di mille funzionari di specialità diverse. Una prospettiva che non risolve certo il problema del personale che il ministro aveva definito più volte prioritario.

Bonisoli lo ripeteva in tutti i suoi interventi indicando prima lobiettivo di 6mila nuove assunzioni e riducendo poi la richiesta ad almeno 4mila. Del resto lo stesso Mibac prevede un preoccupante svuotamento progressivo degli organici nellimmediato futuro. Stanno infatti arrivando pensionamenti particolarmente numerosi perché se ne andranno i tanti dipendenti Mibac assunti in massa tra la fine degli anni 70 e i primi degli 80 in seguito alla legge 285 per loccupazione giovanile. Potrebbero poi aggiungersi anche quelli che sceglieranno di valersi della legge sulla quota 100 sostenuta dal Governo. Insomma, i due obiettivi primari del ministro Bonisoli, finanziamenti adeguati e nuove assunzioni, si infrangono contro le decisioni del Governo di cui fa parte.

https://www.ilgiornaledellarte.com/articoli/la-cultura-non-una-priorit-per-gli-italiani/130237.html


news

09-11-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 9 NOVEMBRE 2019

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

Archivio news