LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Monza, la Villa Reale chiusa da un mese per evento privato. La bellezza, da sola, non basta
Donatella D'Angelo
Il Fatto Quotidiano 3/12/2018

Favorevole da sempre se non improprio e non lesivo della dignità del bene alluso di porzioni di edifici storici per eventi, sono rimasta perplessa per lesproprio generalizzato della Villa Reale di Monza. Chi a novembre, sino all8 dicembre, avesse voluto o volesse visitare gli spazi neoclassici della Villa e i suoi appartamenti reali, restaurati con cura dal ministero dei Beni culturali e ambientali (non più turistici), si sarebbe trovato di fronte al cartello chiuso per i Luxottica days, un lunghissimo evento per la multinazionale degli occhiali.

È del tutto evidente che la sola bigliettazione non garantisce, per musei e dimore storiche, introiti sufficienti per le opere di manutenzione ordinaria. Questo detto in generale, perché la Villa è stata sapientemente restaurata alcuni anni fa a spese dallo Stato: manca ancora lala nord con il teatrino di corte della canonica. Questa villa fortemente voluta dalla duchessa regnante di Milano e Mantova, Maria Teresa dAustria, come delizia di campagna per il clima particolarmente favorevole della zona di Monza è la perfetta sintesi tra lo stile rigoroso del castello di Schonbrunn e la Reggia di Caserta, cui si ispirò prevalentemente il Piermarini, allievo del Vanvitelli, ed è la residenza storica più importante e imponente della Lombardia, con i suoi 700 ambienti e 22mila mq di superficie, oltre un parco con estensione quasi simile a quello della Reggia borbonica.

Questa magnificenza da sola non basta, però, a garantire un flusso di visitatori paganti e un incasso extra, che potrebbe servire come fondo comune per altri beni nel territorio meno fortunati, che non hanno avuto né godono dellattenzione mediatica di alcuni edifici storici avvantaggiati dalla vicinanza a grandi aree metropolitane. Non è comunque giustificato un lasso di tempo esageratamente dilatato, un mese e 10 giorni, e limpossibilità alla fruizione completa di questa che è la vera dimora reale della Lombardia. La Villa Reale è e dovrebbe essere inoltre un polo culturale deccellenza, con mostre significative tipo quelle che il pirotecnico Ekle Schmidt, con una creatività senza pari, propone a raffica negli Uffizi, insieme alla riapertura del ristorante stellato, da mesi inspiegabilmente chiuso.

Nello stesso ministero cè un dibattito serrato sulla funzione e destino degli spazi aulici di questa dimora, imponente, magnifica e forse anche ingombrante per chi ne ha la tutela. Molte obiezioni, molte delusioni per i visitatori forse non sufficientemente informati. Ma una corretta e lungimirante gestione degli spazi con una simultaneità di funzioni museali, senza arrivare alle esasperanti chiusure totali potrebbe portare convegnisti, a benefici duraturi di carattere economico e culturale nel segno della conoscenza e della bellezza.

https://www.ilfattoquotidiano.it/2018/12/03/monza-la-villa-reale-chiusa-da-un-mese-per-evento-privato-la-bellezza-da-sola-non-basta/4806987/


news

09-11-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 9 NOVEMBRE 2019

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

Archivio news