LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Sardegna. Anche i muri secco della Sardegna sono patrimonio Unesco
Sandro Roggio
Emergenza Cultura, 07/12/2018

LUnesco premia i muri a secco: larte di costruirli è tra i patrimoni dellumanità. E quindi ci piace molto linteresse dellautorevole organizzazione per la storia millenaria delle terre tra natura e artificio, per le pratiche essenziali finalizzate a utilizzare al meglio le campagne.

Il riconoscimento ha un importante valore simbolico: spetta più precisamente a otto paesi europei (compresa lItalia). Interessa gli insediamenti umani e soprattutto i territori agropastorali. E quindi comprende anche il paesaggio rurale della Sardegna, nel quale hanno una parte considerevole le recinzioni in pietra, indispensabili tra laltro per luso pacifico dei pascoli e per questo costruite con grande maestria da tempi antichissimi e con funzioni varie.

Ma attenzione. La medaglia, assegnata (per estensione) pure alla Sardegna, sottintende lapprezzamento dellUnesco, già manifestato altre volte, per la complessità di habitat frequentati da secoli, pure in modo conflittuale, da contadini e allevatori. Allude al rispetto di regole e con attenzione ai confini, cioè secondo modalità assentite dalle comunità.

Con limitazioni tramandate da generazioni. Comè accaduto in Nurra e Gallura, Barbagia e Campidani, eccetera. Dove i fragili muri in calcare- granito -trachite (senza malta) sono i segni più stabili e caratterizzanti di una convivenza, in tanti casi difficile, e ben prima di chiusure prevaricanti e di prerogative trascritte in topografie e catasti.

Il messaggio che viene da Unesco, per il buongoverno delle terre, ha una evidente finalità educativa, e non può essere frainteso. Lonorificenza è una sollecitazione a salvaguardare i muri di pietra sciolta insieme a tutte le altre componenti degli scenari naturali e costruiti, nessun primato assegnato da Unesco al muro a secco rispetto allalbero, perché ciò che conta è linsieme, come in tutti i paesaggi culturali. Unesco lo sa bene che la suggestione dei muri sollecita a guardarsi attorno.

In teoria non siamo in ritardo su questo. Dalla Sardegna la notificazione di valore dei muri a secco è stata già fatta da un po, e questa è una cosa buona (una volta tanto). Nel dibattito che precede lapprovazione del Piano paesaggistico (verso il 2003) era stata continuamente posta. Lo strumento di pianificazione voluto dal governo di Renato Soru (2006) ha registrato questa volontà con unaccuratezza non comune per lepoca, grazie agli approfondimenti del comitato scientifico coordinato da Edoardo Salzano.

E infatti nello strumento cè molta attenzione a queste speciali componenti dei paesaggi extraurbani dellisola. Nelle norme di attuazione del Ppr il principio è stato sviluppato per consentire la più adeguata tutela da parte dei comuni. In un articolo è tra laltro precisato: le trame ed i manufatti del paesaggio storico-culturale, considerati anche nella loro valenza ecologica, comprendono: recinzioni storiche (principalmente in pietre murate a secco), siepi (di fico dindia, rovo, lentisco, ginestra o altre specie spontanee) e colture storiche specializzate (vigneti, agrumeti, frutteti, oliveti, etc), costruzioni temporanee, ricoveri rurali, pinnette, e simili. Come è noto, il programma di estendere la pianificazione paesaggistica alle zone interne si è purtroppo interrotto e da un po non se ne sa più nulla. Speriamo che serva liniziativa Unesco.

https://emergenzacultura.org/2018/12/07/sandro-roggio-anche-i-muri-secco-della-sardegna-sono-patrimonio-unesco/#more-6498


news

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

19-08-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 19 agosto 2019

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

18-09-2018
Il Ministro Bonisoli: abolire la storia dell'arte

16-09-2018
Le mozioni dell'VIII Congresso Nazionale di Archeologia Medievale

14-09-2018
Manifesto della mostra sulle leggi razziali e il loro impatto in un liceo triestino.La censura del Comune

12-09-2018
Bando Premio Silvia Dell'orso: il 30 settembre scadono i termini per candidarsi

03-09-2018
Appello per la salvaguardia dellArchivio e del patrimonio culturale delle Acciaierie di Piombino

24-08-2018
A due anni dal terremoto in centro Italia

08-08-2018
Comitato per la Bellezza. Altro palazzone di 6 piani in piena riserva naturale del Litorale romano

Archivio news