LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

"Il Getty deve restituire l'atleta di Lisippo all'Italia"
Francesco Erbani
05 dicembre 2018, La Repubblica

La Cassazione boccia il ricorso del museo californiano. Il pm: "Ora la rogatoria internazionale"

La Cassazione potrebbe aver scritto la parola "fine" alla travagliata contesa sull'Atleta vittorioso, opera in bronzo del IV secolo a.C., attribuita a Lisippo. La statua, ora al Getty di Malibu in California, deve tornare in Italia, dicono i giudici della Suprema Corte. Ma non è detto che la vicenda si concluda così, con una vittoria delle autorità italiane sul museo americano, che quella statua possiede dal 1977 e che potrebbe fare ulteriori ricorsi.

Oppure puntare i piedi e basta, alimentando uno scontro che pareva sopito su pezzi pregiati del patrimonio archeologico trafugati in Italia, venduti e acquistati, talvolta incautamente, talvolta no.

Continueremo a difendere il nostro diritto al Lisippo, dice da Los Angeles una portavoce del Getty. La legge e i fatti non giustificano la restituzione al governo italiano di una scultura che è stata esposta al pubblico a Los Angeles per quasi mezzo secolo (in realtà, quarant'anni, ndr) .

La sentenza della Cassazione, che ha respinto l'istanza presentata dai legali del Getty Museum contro la confisca della statua decisa dal Gip di Pesaro nel giugno scorso, è stata salutata con soddisfazione dal ministro per i Beni culturali Alberto Bonisoli e da uno dei suoi predecessori, Francesco Rutelli.

Rutelli e l'allora presidente del Consiglio superiore dei beni culturali, Salvatore Settis, furono artefici nel 2006 di una complessa trattativa per la restituzione di 52 opere in vario modo trafugate e in vario modo riemerse negli Stati Uniti. Con loro si adoperarono Giovanni Nistri, allora alla guida del Nucleo dei carabinieri per la tutela del patrimonio culturale (ora Comandante generale dell'Arma), gli archeologi Daniela Rizzo e Maurizio Pellegrini, l'avvocato dello Stato Maurizio Fiorilli, il pubblico ministero Paolo Ferri. Fra le opere che dovevano rientrare c'era anche l'Atleta di Lisippo, che però non venne riportato in Italia, in attesa, si disse, che venisse risolta la vertenza giudiziaria. Alla fine furono 40 i pezzi restituiti.

La storia dell'Atleta è fra le più tormentate nel capitolo delle razzie condotte ai danni dell'archeologia italiana, una pratica criminale che vedeva in azione una catena di tombaroli, di scavatori clandestini, poi di mediatori e di trafficanti e infine di acquirenti che poche domande si ponevano sulla provenienza di quei beni. L'Atleta è parte di quel bottino, ma ha una storia a sé. La statua rimase impigliata nelle reti di un peschereccio al largo di Fano, nelle Marche. Era l'estate del 1964.

Invece di denunciarne la scoperta alla Soprintendenza, i pescatori la sotterrarono in un campo di cavoli. Successivamente l'Atleta fu venduto a un industriale di Gubbio, che lo pagò 3 milioni e mezzo di lire. Poi la statua finì a un antiquario milanese. Nel 1971 transitò nelle mani di un commerciante bavarese che la fece stimare: l'Atleta fu datato al IV secolo a.C. e si ipotizzò fosse opera di Lisippo. A quel punto si scatenò la gara per appropriarsene e a prevalere fu il Getty, che entrò in possesso della statua nel 1977 pagando quasi 4 milioni di dollari.

E approfittando che in Italia poche fossero le resistenze.

La statua è alta un metro e mezzo e raffigura un atleta che con il braccio destro sta poggiando sulla testa la corona che spetta ai vincitori di una gara di atletica.

Non tutti gli studiosi sono concordi nell'attribuzione a Lisippo. Alcuni propongono che sia di mano di un allievo del grande scultore. La statua potrebbe essere caduta in mare durante il naufragio di una nave che dalla Grecia era diretta sulle coste adriatiche della penisola. Ma il punto dell'affondamento e dunque del ritrovamento nel 1964 non è stato accertato. Ed è questo il punto sul quale fanno leva al Getty: La statua non è e non è mai stata parte della eredità culturale italiana. La scoperta accidentale da parte di cittadini italiani non la rende un oggetto italiano.

La partita non è chiusa. Sebbene Silvia Cecchi, il pm pesarese che da 11 anni conduce l'inchiesta, mostri sicurezza: Aspettiamo le motivazioni della sentenza e, subito dopo, preparerò una rogatoria internazionale per riavere il Lisippo.



news

03-04-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 3 aprile 2020

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

Archivio news