LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Mauro Felicori "Mi manca la Reggia di Caserta ma credo nello sviluppo della Campania con l'arte"
Raffaele Sardo
02 dicembre 2018 LA REPUBBLICA



Sono contento di ritornare in provincia di Caserta, perché so che il lavoro fatto alla Reggia è molto apprezzato da tanti in questo territorio. È emozionato Mauro Felicori, da un mese ex direttore della Reggia di Caserta, dopo aver ritirato il premio Palasciano a Capua assegnatogli proprio per aver rilanciato il complesso vanvitelliano.

Felicori, ha qualche rimpianto particolare per il lavoro che non è riuscito a completare?

Qualcuno sì. Mi è dispiaciuta la censura avuta dal Comune di Caserta perché nella Peschiera volevo aprire una scuola di canoa e di vela. Sarebbe stato un bellissimo servizio per i visitatori e per i ragazzi di Caserta. Il pubblico non si fida del privato perché lo vede sempre come un profittatore. Ma anche i privati hanno poca fiducia in sé stessi e nelle loro capacità imprenditoriali e non sfidano il sistema pubblico.

Ma qualche privato, come il Consorzio della Mozzarella di Bufala, ci ha creduto.

E questo è un fatto positivo, ma non basta. La Reggia ha 30 mila metri quadrati non utilizzati. E io ho fatto di tutto per cercare di occupare tutti gli spazi. Le Cavallerizze erano state ristrutturate diversi anni fa. Lavori per cinque milioni di euro, ma ormai cresceva l'erba perché avevano fatto un progetto che non aveva sostenibilità. La mia filosofia è: prima cosa da fare è evitare lo spreco. Seconda cosa è farne un volano di sviluppo. La cultura può produrre ricchezza in tutto il territorio e l'asse cibo-beni culturali è un connubio vincente.

Lei ha lasciato un buon ricordo a Caserta. Fuori dal coro ci sono le organizzazioni sindacali. Ha qualche rimpianto?

No, nessun rimpianto. Mi sono comportato come dice il contratto.

Ci sono delle materie che si fanno di concerto con i sindacati, ci sono materie in cui si informa e delle materie in cui il direttore fa il suo lavoro. Quando sono arrivato a Caserta ho preso atto che il modello di relazioni sindacali precedente portava a languire la Reggia.

L'abbiamo cancellato. Tutto qui.

Quanto manca la Reggia di Caserta al pensionato Felicori?

In questo momento sento che mi manca la tensione morale, l'affetto delle persone. Anche il lavoro, perché è sempre un lavoro molto appassionante. Ma avevo anche bisogno un po' di riposarmi.

La rivedremo al lavoro da queste parti?

Speriamo. L'ho sempre detto che è stata un'esperienza appassionante e quindi tutti i fili che mi terranno legato alla Campania, oltre ai fili sentimentali dei tanti amici che ho qui, sono i benvenuti. Sono in pensione, ma sono integro e credo abbastanza lucido. Vediamo....



news

24-05-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 24 maggio 2019

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

18-09-2018
Il Ministro Bonisoli: abolire la storia dell'arte

16-09-2018
Le mozioni dell'VIII Congresso Nazionale di Archeologia Medievale

14-09-2018
Manifesto della mostra sulle leggi razziali e il loro impatto in un liceo triestino.La censura del Comune

12-09-2018
Bando Premio Silvia Dell'orso: il 30 settembre scadono i termini per candidarsi

03-09-2018
Appello per la salvaguardia dellArchivio e del patrimonio culturale delle Acciaierie di Piombino

24-08-2018
A due anni dal terremoto in centro Italia

08-08-2018
Comitato per la Bellezza. Altro palazzone di 6 piani in piena riserva naturale del Litorale romano

24-07-2018
Da Emergenza Cultura: San Candido (BZ), uno sfregio che si poteva e doveva evitare

21-07-2018
Inchiesta de "L'Espresso" di Francesca Sironi: Il ministro Alberto Bonisoli e la scuola offshore

20-07-2018
Associazione Nazionale Archeologi. MIBAC: il titolo non è unopinione!

08-07-2018
Su Eddyburgh un intervento di Maria Pia Guermandi sull'Appia Antica

13-06-2018
Disponibile la relazione di Giuliano Volpe sull'attività del Consiglio Superiore

12-06-2018
Lettera aperta al Sig. Ministro dei Beni Culturali dott. Alberto Bonisoli: Per un futuro all'archeologia italiana

04-06-2018
Dalla rete: sul nuovo governo e sul nuovo ministro dei Beni culturali

19-05-2018
Sul contratto M5S - Lega vi segnaliamo...

17-05-2018
Cultura e Turismo: due punti della bozza Di Maio - Salvini

15-05-2018
Sulla Santa Bibiana di Bernini: intervento di Enzo Borsellino

Archivio news