LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

VENEZIA - Ponte della Zecca, dopo anni via libera al rifacimento
Enrico Tantucci
22 Dicembre 2018 LA NUOVA VENEZIA



Approvato il progetto esecutivo e lindizione della gara dappalto dei lavori Costerà un milione di euro rimpiazzare la passerella provvisoria

VENEZIA. Via libera finalmente al rifacimento del Ponte della Zecca, strategico perché collega larea della Piazzetta San Marco con quella della riva dei Giardini Reali.

Il Comune ha infatti approvato il progetto esecutivo dellintervento e il via libera allappalto per i lavori che avranno un costo complessivo di un milione di euro.

Lintervento era rimasto al palo, bloccato anchesso dalla necessità, per creare un camminamento pedonale provvisorio nel corso dei lavori dal fatto di dover andare a toccare le aree adiacenti che ora sono occupate dalle postazioni fisse dei venditori di souvenir.

Il Comune era di fatto già partito con loperazione recupero del Ponte della Zecca. Un intervento atteso da molti anni, anche per ridare dignità urbana al collegamento, e che lAmministrazione ha provato a realizzare anche con il contributo di sponsor, senza mai riuscire però a reperirli.

Ora però lintervento di ristrutturazione del ponte - costituito adesso da una sorta di passerella provvisoria, divenuta di fatto permanente - è stato inserito tra quelli previsti dal Patto per Venezia, sottoscritto con il Governo Renzi e può dunque partire. In previsione di esso, il Comune ha affidato nel novembre dello scorso anno lincarico di progettazione definitiva e esecutiva dellopera e di direzione lavori allo studio Zerouno Ingegneria srl di Venezia, specializzato in interventi che riguardino beni vincolati e manufatti in legno e metalli.

Lintervento prevede lo smontaggio del ponte (parapetti, piano di calpestio, travi) con unadeguata manutenzione, la messa in asciutto del rio dei Giardinetti, il consolidamento delle otto colonne doppie di appoggio, la sistemazione dei materiali in ghisa e infine il ripristino della pavimentazione del ponte della Zecca.

Lintervento si inserisce nel quadro del complesso di lavori in corso nellarea marciana e in particolare appunto nel recupero degli ex Giardinetti Reali in corso da parte dalla Venice Gardens Foundation e finanziato dalle Assicurazioni Generali che hanno in corso in Piazza San Marco anche il restauro e la ristrutturazione delle Procuratìe Vecchie.

Il recupero dei Giardinetti Reali dovrebbe essere concluso per la prossima primavera.

Proprio attraverso i Giardinetti Reali e il ponte levatoio che sarà ripristinato e che si affaccia proprio sul rio della Zecca, parzialmente interrato, sarà possibile collegarsi direttamente dallarea verde con Piazza San Marco, creando così un nuovo accesso.

Il Polo Museale del Veneto insieme alla Fondazione Musei Civici e al Comune lavora inoltre a un nuovo progetto che prevede un nuovo accesso museale al circuito dei musei marciana dal cortile del Museo Archeologico, intercettando così i visitatori che escono da Palazzo Ducale dalla Porta della Carta.

https://nuovavenezia.gelocal.it/venezia/cronaca/2018/12/21/news/ponte-della-zecca-dopo-anni-via-libera-al-rifacimento-1.17587030?ref=search


news

29-05-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 29 maggio 2020

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

Archivio news