LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

VENEZIA - Ruga degli Oresi, bacchettata a Ca Farsetti
Eugenio Pendolini
20 Dicembre 2018 LA NUOVA VENEZIA


Spedita una lettera al Comune: Alcuni retrobottega oscurano le vetrine, nessun controllo sul regolamento approvato




Il regolamento comunale a difesa dei commercianti di Rialto esiste, ma bisogna farlo rispettare.


Stavolta è la Soprintendenza in persona, tramite la direttrice, larchitetto Emanuela Carpani, a bacchettare Ca Farsetti e a chiedere al Comune di garantire il controllo e il rispetto delle modalità di gestione delle strutture commerciali dellarea realtina.

Il problema è stato messo nero su bianco, di recente, dai commercianti di ruga degli Oresi con le firme di Dusciana Bravura, LArtistica, Brooksfield, Attombri, Vin del Paron, Off Line, Mud and Water, Le Friulane, Matisse, Ottica Outly. Tra questi, anche Maya Pirona, titolare de LArtistica, ultima delle trentatré oreficerie che sorgevano, dagli anni Settanta, in ruga degli Oresi. Le vetrine della loro oreficeria, denunciano, sono oscurate dai retrobottega dei negozi che affacciano in campo san Giacometto. Per garantire un minimo di visibilità, questi ultimi dovrebbero rendere trasparenti le pareti che danno sul sottoportico. A oggi, invece, i clienti si affollano soltanto nel lato di campo San Giacometto, quasi senza accorgersi dei settanta metri di vetrine che corrono in parallelo.

In effetti, esiste un regolamento comunale proprio per la riqualificazione delle botteghe, approvato dal Comune nel 2015, in cui si parla di permeabilità visiva. Alcuni rispettano la normativa, molti altri no. E i controlli delle autorità latitano. Così, i negozianti denunciano un crollo di clienti vicino all80%. I lavori di ripavimentazione e risistemazione dellimpianto luci, completati nei mesi scorsi, hanno ridato lustro alle volte affrescate del sottoportico. Da qualche settimana, le luminarie natalizie (costate sui tremila euro e realizzate dai commercianti in collaborazione con Vela) hanno ornato a festa la ruga. Tutti piccoli segnali di una maggior attenzione alle sorti di negozianti e artigiani locali. Ma non basta. Il recente intervento eseguito dal comune si legge nella lettera della Soprintendente ha di fatto concluso il lungo processo di riqualificazione dellarea. Adesso però si ritiene essenziale garantire la corretta gestione e manutenzione degli spazi, per non vanificare gli impegni sostenuti. La stessa Soprintendenza rileva che, a distanza di un anno dalla fine dei lavori di riqualificazione, molte attività utilizzano laffaccio sul sottoportico come magazzino, impedendo di fatto la permeabilità visiva e fisica auspicata. Un uso improprio delle vetrine, che risulta dequalificante rispetto allaffaccio sul portico. Con il rischio di compromettere i risultati faticosamente conseguiti.

Per questo la Soprintendenza chiede allamministrazione di garantire il controllo e il rispetto della regolarità della modalità di gestione delle strutture commerciali in conformità al regolamento, attraverso unattenta attività di vigilanza.

Intanto domani alle 12 lassessore ai lavori pubblici Francesca Zaccariotto sarà presente allinaugurazione della ripavimentazione del sottoportico per un brindisi con i negozianti dellarea.



news

31-05-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 31 maggio 2020

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

Archivio news