LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Nascosto per secoli sotto il Duomo di Gemona
Edek Osser
Il Giornale dell'Arte, n. 393 1/1/2019

Scoperto un complesso sotterraneo con affreschi del Trecento, il lapidario la cripta ossario. A marzo verrà aperto al pubblico.

Gemona (Ud). Sotto la sagrestia del Duomo, a pochi metri da una porta dellantica cinta muraria, a marzo verrà aperto al pubblico un complesso sotterraneo nascosto per secoli tra le fondamenta della chiesa: una scoperta per gli archeologi e per gli abitanti della cittadina friulana. Una porticina lungo il muro della sagrestia porta alla scala che scende verso alcuni ambienti ipogei già attrezzati. I primi sono due spettacolari stanze rivestite di affreschi della prima metà del Trecento raffiguranti storie di san Michele Arcangelo e san Giovanni Battista e una Crocifissione probabile opera del gemonese Nicolò di Marcuccio che stava contribuendo alla decorazione del Duomo.

Il restauro delle pitture sta per iniziare, sponsorizzato dal Rotary Club di Gemona e seguito direttamente dalla Soprintendenza. È lultimo intervento prima dellapertura al pubblico. Intanto sono stati terminati lambiente inferiore del lapidario e quello, assai complesso, nel quale si è recuperato lossario, una cripta inglobata nelle fondamenta del Duomo otto metri sotto il sagrato. In quello spazio rimasto vuoto per secoli erano state accumulate alla rinfusa le ossa riesumate dal vecchio cimitero del Duomo. Allinizio dellOttocento le leggi napoleoniche avevano imposto la chiusura delle aree cimiteriali urbane e così, nel 1825, lossario fu riempito di terra, sigillato e dimenticato.

Il sisma del 1976 in Friuli fece crollare lintera navata destra e il tetto del Duomo: durante lo scavo per il consolidamento delle strutture e delle fondamenta venne scoperta lesistenza della cripta, rimasta interrata in attesa che la ricostruzione di Gemona, distrutta, fosse terminata. Nel 2008 cominciarono i lavori per mettere in luce e studiare quel tesoro nascosto che conserva anche elementi inediti della storia locale. Il Duomo ha un lungo passato segnato da terremoti e ricostruzioni. Ledificio attuale, consacrato nel 1337 e tra i massimi esempi di architettura gotica medievale in Friuli, sostituisce e amplia una chiesa precedente edificata tra X e XI secolo.

La facciata, opera del maestro Giovanni Giglio, venne rimaneggiata dopo il grave terremoto del 1348 e ancora nel 1429 e in epoche successive. Gli ultimi interventi di manutenzione sono terminati da poco. In questi anni la comunità di Gemona è stata alla base di tutto il lavoro: protagonisti i volontari, sempre affiancati dalla Soprintendenza. Lo scavo dellossario si è rivelato particolarmente lungo e laborioso: sondaggi preventivi, rimozione strato per strato, terra setacciata, ogni reperto catalogato e studiato. Nei 180 metri quadrati di terra rimossi erano mescolate migliaia di ossa e tra queste frammenti ceramici di epoche diverse che hanno dato informazioni sulle origini delle persone sepolte.

Tra i resti umani sono emerse anche piccole monete di vari metalli prodotte nelle zecche venete, ma anche tedesche e ungheresi, che rivelano le vie del commercio di allora: gli spiccioli in uso dal XII secolo in poi. A tutto questo lavoro hanno provveduto i volontari dellAssociazione Osterman con il suo segretario Enzo Forgiarini. Fin dallinizio con i suoi progetti e la direzione di tutti i lavori ha avuto un ruolo chiave un altro volontario, larchitetto Alberto Antonelli che lo scorso anno ha realizzato anche la demolizione e il rifacimento del pavimento in pietra del sacello. Era infatti urgente ridurre lumidità sui muri affrescati e compiere le necessarie indagini archeologiche.

In attesa della fine dei restauri pittorici, il complesso ipogeo è già pronto a ricevere i visitatori: pochi gradini sotto la superficie il sacello, più in basso il lapidario e in fondo a una scala a chiocciola la cripta ossario risanata. Su una parete verticale di diversi metri sono composti e ordinati centinaia di teschi e migliaia di ossa: quasi uninstallazione di arte contemporanea.

https://www.ilgiornaledellarte.com/articoli/nascosto-per-secoli-sotto-il-duomo-di-gemona/130399.html


news

15-01-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 15 gennaio 2019

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

18-09-2018
Il Ministro Bonisoli: abolire la storia dell'arte

16-09-2018
Le mozioni dell'VIII Congresso Nazionale di Archeologia Medievale

14-09-2018
Manifesto della mostra sulle leggi razziali e il loro impatto in un liceo triestino.La censura del Comune

12-09-2018
Bando Premio Silvia Dell'orso: il 30 settembre scadono i termini per candidarsi

03-09-2018
Appello per la salvaguardia dellArchivio e del patrimonio culturale delle Acciaierie di Piombino

24-08-2018
A due anni dal terremoto in centro Italia

08-08-2018
Comitato per la Bellezza. Altro palazzone di 6 piani in piena riserva naturale del Litorale romano

24-07-2018
Da Emergenza Cultura: San Candido (BZ), uno sfregio che si poteva e doveva evitare

21-07-2018
Inchiesta de "L'Espresso" di Francesca Sironi: Il ministro Alberto Bonisoli e la scuola offshore

20-07-2018
Associazione Nazionale Archeologi. MIBAC: il titolo non è unopinione!

08-07-2018
Su Eddyburgh un intervento di Maria Pia Guermandi sull'Appia Antica

13-06-2018
Disponibile la relazione di Giuliano Volpe sull'attività del Consiglio Superiore

12-06-2018
Lettera aperta al Sig. Ministro dei Beni Culturali dott. Alberto Bonisoli: Per un futuro all'archeologia italiana

04-06-2018
Dalla rete: sul nuovo governo e sul nuovo ministro dei Beni culturali

19-05-2018
Sul contratto M5S - Lega vi segnaliamo...

17-05-2018
Cultura e Turismo: due punti della bozza Di Maio - Salvini

15-05-2018
Sulla Santa Bibiana di Bernini: intervento di Enzo Borsellino

13-05-2018
Premio Francovich 2018 per il miglior museo/parco archeologico relativo al periodo medievale

04-05-2018
Nella sezione "Interventi e recensioni" abbiamo pubblicato un contributo di Franco Pedrotti sul depuratore della piana di Pescasseroli: una sconfitta del protezionismo italiano

01-05-2018
Archistorie: rassegna di films sull'architettura dell'Associazione Silvia Dell'Orso

30-04-2018
Nella sezione "Interventi e recensioni", abbiamo pubblicato un contributo di Vittorio Emiliani: Appena 11 giardinieri per Villa Borghese. Ma l'erba "privata" non è meglio

26-04-2018
Roma. Il nuovo prato di piazza di Spagna non regge, il concorso ippico migra al Galoppatoio

21-04-2018
Anna Somers Cocks lascia The Art Newspaper. Intervista su "Il Giornale dell'Arte"

Archivio news