LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Milano. Salvò il Cenacolo dalle bombe: lingiusto oblio di Chierici
Alberto Artioli*
Corriere della Sera - Milano 10/1/2019

Milano. Salvò il Cenacolo dalle bombe: lingiusto oblio di Chierici
* Alberto Artioli ex soprintendente ai Beni culturali

Recentemente è stata ricordata la figura di Fernanda Wittgens, storica soprintendente di Brera, quale salvatrice dello stesso dai bombardamenti aerei che devastarono Milano. La memoria, si sa, è spesso fallace e non sempre benevola con personaggi che pure ebbero grandi meriti: è il caso dellallora Soprintendente ai monumenti di Milano, larchitetto Gino Chierici, una figura quasi dimenticata ma fondamentale, che fu il vero artefice del salvataggio dellUltima Cena di Leonardo colpita dalle bombe nel 1943. Certo Chierici, a differenza della Wittgens, che dovette subire anche il carcere per aver aiutato oppositori del fascismo, non fu ostile al regime, fatto che gli costò anche la carriera nel dopoguerra, tuttavia fu lui a mettere in atto dei presidi a protezione delle pareti del Refettorio delle Grazie dove Leonardo, 450 anni prima, aveva dipinto lUltima Cena. La Wittgens si occupò del Cenacolo solamente negli anni 50 dirigendo il restauro, insieme a Cesare Brandi, ma certo se non ci fossero stati lintuito, labnegazione e la competenza tecnica di Gino Chierici quel dipinto forse non sarebbe più esistito. Chierici era nato a Pisa nel 1877. Nel 1924 venne nominato soprintendente in Campania e affrontò le conseguenze del terremoto che colpì quelle zone nel 1930. Nel 1935 gli venne assegnata la prestigiosa sede di Milano come soprintendente della Lombardia: lui stesso guidò le operazioni di messa in sicurezza dellUltima Cena dai possibili danni bellici che purtroppo si verificarono. Anche se cerano state varie circolari ministeriali, è dal 1939 che le attività si intensificarono. Giuseppe Bottai, ministro dellEducazione nazionale, si battè per i finanziamenti convincendo un riluttante Mussolini, come è riportato dal suo diario. Fu poi proprio Chierici a occuparsi non solo del Cenacolo ma anche degli interventi di salvaguardia dai danni bellici di tutti i monumenti lombardi (fece dotare Milano di 370.000 sacchi e 19.000 metri cubi di sabbia da utilizzare per la protezione). Nellagosto 1943 due successivi bombardamenti degli aerei anglo-americani sconvolsero il complesso delle Grazie. Fortunatamente la parete dove è dipinta lUltima Cena era stata protetta con impalcature e sacchetti di sabbia. Misure che sarebbero risultate inutili se la bomba fosse caduta proprio sul dipinto, ma che si dimostrarono efficacissime contro le schegge del crollo della volta e londa durto prodotta dallesplosione. Il chiostro è letteralmente sparito, scrive Chierici. Ma la parete dellUltima Cena aveva resistito. Credo sia dunque giusto e doveroso, prima che agiografie superficiali falsino la verità storica, ricordare meriti di persone che ebbero comunque così alto il senso dello Stato e del dovere. Nel maggio 1945 la Soprintendenza di Milano fu affidata ad un commissario, per disposizione del Comitato di liberazione nazionale, motivo di amarezza per Chierici che rivendicava la correttezza del suo operato sempre fedele, non al partito, ma allistituzione delle Belle Arti. Tuttavia accettò per sopraggiunti limiti di età il pensionamento, ricordando che questa non doveva essere considerata unepurazione. Fu poi nominato conservatore onorario della Certosa di Pavia. Morì a Milano nel 1961 alletà di 84 anni.



news

31-05-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 31 maggio 2020

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

Archivio news