LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Milano. Un vincolo storico congela la vendita della Prefettura
Pierpaolo Lio
Corriere della Sera - Milano 11/1/2019

Grande Milano, salta laffare da 38 milioni

Ricorso al capo dello Stato: sblocchi la pratica

Spetterà al capo dello Stato sbrogliare un pasticcio che rischia di mandare sul lastrico la già fragilissima Città metropolitana. Per gli anni 2019 e 2020, i conti di via Vivaio sono appesi alla risposta di Sergio Mattarella al ricorso straordinario intentato per salvare la vendita della Prefettura di Milano. Che significa un assegno da 38 milioni di euro da iniettare nelle casse dellex Provincia, necessari (a meno di novità) per tenere in piedi economicamente lente.

È lultimo atto di una vicenda che risale al 2017, e che gli uffici stimavano di poter concludere con tanto di rogito entro la fine di quellanno. Invece, si è trascinata fino ad oggi tra spiragli e frenate. Il palazzo di corso Monforte (che frutta ogni anno circa un milione di euro di affitto) è il gioiello del pacchetto dimmobili messi in vendita dalla Città metropolitana con il Piano di valorizzazione e alienazione, nel tentativo di far quadrare i conti. Il primo passo si registra due anni fa, quando spunta la proposta dacquisto delledificio da parte di Invimit, società interamente partecipata dal ministero dellEconomia: 38 milioni sul piatto che rappresenterebbero ossigeno per il bilancio metropolitano. Lasta pubblica viene lanciata immediatamente: di fronte a unofferta, la procedura prevede infatti di sondare il mercato a caccia di possibili proposte più vantaggiose per lamministrazione pubblica. Nessuno però si fa avanti. E così in via Vivaio sinizia a perfezionare laccordo, in cui è inserito lobbligo a ospitare per sempre nelledificio gli uffici della Prefettura.

È a questo punto che la vendita salvifica subisce il primo stop. La Soprintendenza ne impedisce la cessione: cè un vincolo storico-artistico sul palazzo costruito agli inizi del XVI secolo. La Grande Milano prova allora a far ricorso in un primo momento al ministero dei Beni culturali, che però respinge la richiesta: valgono le disposizioni previste dal decreto Urbani del 2004 che limitano la cessione di un bene sottoposto a vincolo solo ad altra amministrazione pubblica. Categoria in cui i tecnici del ministero non farebbero rientrare Invimit, nonostante la società sia al cento per cento del Mef. Senza contare fanno notare dalla Città metropolitana che non mancherebbe casi analoghi andati invece a buon fine. Lultima chance è quindi appellarsi al presidente della Repubblica affinché revochi il blocco.

È un problema rilevantissimo per noi conferma la vicesindaco metropolitana Arianna Censi : per noi quelle risorse sono fondamentali. Ancora fino al 2020 lente di via Vivaio può usare il ricavato delle alienazioni a copertura del rosso strutturale di circa 50 milioni lanno che si registra nel bilancio di parte corrente a causa delle rate dei mutui ereditati dallex Provincia. Inoltre va considerato un aspetto aggiunge : per le nostre difficoltà finanziarie non stiamo più procedendo con i lavori di manutenzione ordinaria e straordinaria e di certificazione degli impianti.




news

31-05-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 31 maggio 2020

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

Archivio news