LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Milano. Gli Sforza di viale Jenner
Francesca Bonazzoli
Corriere della Sera - Milano 19/1/2019

Alveari, gigli e due lettere. Gli affreschi fantasma rivelano la storia nobile della cascina Boscaiola

Apriremo al pubblico

A chi mai, oggi, verrebbe in mente di andare in villeggiatura in viale Jenner? Eppure, per quanto incredibile possa sembrare osservando il vialone della circonvallazione che nel dopoguerra ha visto linsediamento di attività industriali come la fabbrica di liquori F.lli Branca, nel Quattrocento lì cresceva un bosco con ruscelli e cacciagione. Così ameno che i milanesi più facoltosi vi costruirono casini di caccia e lussuose residenze suburbane. Nel Settecento se ne contavano ancora cinque, tutte chiamate Boscaiola, una sola delle quali è sopravvissuta fino ad oggi, trasformata in un piccolo condominio con diversi appartamenti dopo pesanti ristrutturazioni cominciate già nel Cinquecento. La Cascina Boscaiola prima, come era denominata già nel catasto Teresiano, ad angolo fra viale Jenner e lattuale via Eduardo Porro, appare ancora una costruzione affascinante, dallaspetto nobiliare, ma della sua decorazione non era rimasto nulla che potesse interessare gli studi. Solo delle croste di affreschi, ormai illeggibili, in una minima porzione di muro esterno: ben poca cosa, su cui si è però fissata la caparbia attenzione di Claudio Salsi, il soprintendente del Castello Sforzesco. Consapevole di essere al comando di un serbatoio inesauribile di informazioni preziose, Salsi ha coinvolto i suoi collaboratori e rovistato nelle collezioni museali fra archivi cartacei, fotografici, documenti pittorici, libri antichi, fonti cartografiche, finché non è riuscito a interpretare il significato di quei due disegni ripetuti a scacchiera nella facciata della Boscaiola: un alveare e un giglio inseriti in riquadri che simulano delle nicchie a trompe loeil, lievemente arretrate rispetto al filo della facciata.

Abbiamo scoperto che si tratta di unimpresa sforzesca. Il motivo del favo posato su un tavolo e circondato da frasche per difenderlo dai predatori, accompagnato dal motto Per meo merito, è stato ritrovato sia nel Codice Trivulziano che nel Cremosano, uno stemmario lombardo redatto nel 1673 da Marco Cremosano. Secondo lesperto Gabriele Reina è unimpresa rarissima di cui non si conosceva limpiego in unopera decorativa. Rivelava che il signore si attribuiva larmonia e loperosità dellalveare, racconta in anteprima il direttore che, il prossimo maggio, pubblicherà i risultati dello studio nella rivista Rassegna di studi e notizie edita dal Comune in collaborazione con le Raccolte artistiche del Castello.

Grazie anche alla scoperta di due lettere, sempre superstiti sulla decorazione della facciata, la storia della cascina Boscaiola Prima o Boscaiola Morona (perché circondata da coltivazioni di moroni, i gelsi) risulterebbe quindi legata alle vicende degli Aicardi, famiglia che, devota ai Visconti fin dai tempi di Gian Galeazzo, ricevette molte proprietà immobiliari dai signori di Milano, anche nel successivo tempo degli Sforza. Secondo Salsi, quella della Boscaiola non sarebbe dunque una semplice decorazione, ma un documento di propaganda ducale che ribadiva i legami fra gli Aicardi e gli Sforza. In particolare, poi, la decorazione può essere anche letta come preludio storico della Sala delle Asse dipinta da Leonardo con un simile gusto lombardo per lillusionismo pittorico e linserimento degli emblemi. Insomma, quelli che sembravano pochi resti di scarsa importanza, sono riusciti a rivelare molte informazioni che lo stesso Claudio Salsi racconterà per esteso al pubblico in una visita guidata fissata per il Primo marzo alle 14.30 in occasione di MuseoCity.




news

18-09-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 18 settembre 2020

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

Archivio news