LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Roma, la trappola del falso Modigliani venduto a un americano: fermata una truffa da 9 milioni
Giuseppe Scarpa
La Repubblica - Roma 2/2/2019

Il dipinto era stato esposto anche all'Avvocatura di Stato. Poi è finito in una banca fino al sequestro avvenuto nel 2015. Adesso la conferma: E' una patacca".

ROMA - Uno dei più grandi artisti italiani del Novecento. Opere di inestimabile valore. E falsi che, oramai, non si contano più. E sì perché delle sculture e dei quadri di Amedeo Modigliani si occupano ormai diverse procure. Dopo il caso esploso a Genova che indaga su 20 quadri falsi su 21, esposti durante la mostra internazionale su Modigliani a Palazzo Ducale, adesso è la volta di uninchiesta aperta da parte dei pm romani.

Un facoltoso appassionato americano dovrà ringraziare a vita lintervento dei carabinieri tutela patrimonio culturale che hanno scoperto il tutto. I militari della sezione falsificazione del reparto operativo (coordinati dal colonnello Nicola Candido e dal capitano Fabio Castagna) sono arrivati pochi giorni prima che si concludesse, nellestate del 2015, il mega affare. Nove milioni di euro che lacquirente Usa stava per versare sul conto del mediatore dopere darte per avere in cambio il quadro dellartista toscano, la Jeune femme à la guimpe blanche.

Peccato che il grande pittore quellopera non lavesse mai realizzata. Lo statunitense aveva perfino sponsorizzato nel 2009, a Roma, unesposizione allestita dal Modigliani Institut, concepita appositamente per la Jeune femme nella Sala Vanvitelli dellAvvocatura Generale dello Stato. Il finanziamento dellevento aveva garantito allappassionato un diritto di prelazione sullacquisto qualora i proprietari, una famiglia ungherese (la cui esistenza è dubbia in internet è presente un documento su una contesa giudiziaria del quadro) avesse deciso di venderlo.

Intanto lopera riposava, come un vero pezzo pregiato, in un caveau di una banca a piazza Venezia. Messo lì in letargo, nel cuore della Capitale, per accrescerne il valore ed essere poi definitivamente piazzato al ricco americano. Certo, invece, dellautenticità dellopera è lideatore il pubblico ministero Tiziana Cugini gli contesta il falso e il riciclaggio dellastuto piano di vendita. Luomo, comunque, ha chiesto una nuova perizia dellopera per confutare quella redatta dagli esperti della procura. Il mediatore è infatti convinto che lartista livornese eseguì il quadro nel 1916. Per lui si tratterebbe, senza alcun dubbio, dellunico ritratto di Simone Thiroux, studentessa di medicina con cui il pittore intrecciò una relazione brevissima dalla quale, nel 1917, nacque Gèrald. Modigliani rifiutò sempre di incontrare il figlio e di concedergli il cognome. Una storia, questultima, ricavata da uno scambio epistolare tra il pittore toscano e lex amante. Lettere esibite nella mostra- evento nellAvvocatura dello Stato per confermare lautenticità dellopera.

https://www.repubblica.it/cronaca/2019/02/02/news/roma_la_trappola_del_falso_modigliani_venduto_per_a_un_americano_fermata_una_truffa_da_9_milioni-218067061/


news

15-02-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 15 febbraio 2019

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

18-09-2018
Il Ministro Bonisoli: abolire la storia dell'arte

16-09-2018
Le mozioni dell'VIII Congresso Nazionale di Archeologia Medievale

14-09-2018
Manifesto della mostra sulle leggi razziali e il loro impatto in un liceo triestino.La censura del Comune

12-09-2018
Bando Premio Silvia Dell'orso: il 30 settembre scadono i termini per candidarsi

03-09-2018
Appello per la salvaguardia dellArchivio e del patrimonio culturale delle Acciaierie di Piombino

24-08-2018
A due anni dal terremoto in centro Italia

08-08-2018
Comitato per la Bellezza. Altro palazzone di 6 piani in piena riserva naturale del Litorale romano

24-07-2018
Da Emergenza Cultura: San Candido (BZ), uno sfregio che si poteva e doveva evitare

21-07-2018
Inchiesta de "L'Espresso" di Francesca Sironi: Il ministro Alberto Bonisoli e la scuola offshore

20-07-2018
Associazione Nazionale Archeologi. MIBAC: il titolo non è unopinione!

08-07-2018
Su Eddyburgh un intervento di Maria Pia Guermandi sull'Appia Antica

13-06-2018
Disponibile la relazione di Giuliano Volpe sull'attività del Consiglio Superiore

12-06-2018
Lettera aperta al Sig. Ministro dei Beni Culturali dott. Alberto Bonisoli: Per un futuro all'archeologia italiana

04-06-2018
Dalla rete: sul nuovo governo e sul nuovo ministro dei Beni culturali

19-05-2018
Sul contratto M5S - Lega vi segnaliamo...

17-05-2018
Cultura e Turismo: due punti della bozza Di Maio - Salvini

15-05-2018
Sulla Santa Bibiana di Bernini: intervento di Enzo Borsellino

13-05-2018
Premio Francovich 2018 per il miglior museo/parco archeologico relativo al periodo medievale

04-05-2018
Nella sezione "Interventi e recensioni" abbiamo pubblicato un contributo di Franco Pedrotti sul depuratore della piana di Pescasseroli: una sconfitta del protezionismo italiano

01-05-2018
Archistorie: rassegna di films sull'architettura dell'Associazione Silvia Dell'Orso

30-04-2018
Nella sezione "Interventi e recensioni", abbiamo pubblicato un contributo di Vittorio Emiliani: Appena 11 giardinieri per Villa Borghese. Ma l'erba "privata" non è meglio

26-04-2018
Roma. Il nuovo prato di piazza di Spagna non regge, il concorso ippico migra al Galoppatoio

Archivio news