LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Napoli, piazza Plebiscito. Calabrese: «Il cantiere riaprirà molto presto, credo la settimana prossima»
Corriere del Mezzogiorno - Campania 6/2/2019

Comune deciso a ripartire «da dove eravamo rimasti»

NAPOLI. Quella «su cui ragioniamo», racconta non con piglio polemico Mario Calabrese assessore ai Trasporti e al Sottosuolo del Comune di Napoli, «è una sentenza di annullamento non una sospensiva». E dunque, «ripartiamo dal cantiere che abbiamo avviato, cioè dall’unico progetto che ha tutte le autorizzazioni necessarie, che è quello di piazza del Plebiscito. Punto. Altro non c’è da dire».

Parole, quelle dell’assessore comunale che ha anche la delega ai lavori per la metropolitana di Napoli, che fanno il paio con quanto spiegato dal capo di gabinetto di de Magistris, Attilio Auricchio: «Riprenderemo subito i lavori in piazza Plebiscito — ha detto il braccio destro del sindaco —, senza aspettare il ricorso in appello del ministero dei Beni culturali», rimarcando anche che «riconsegneremo a breve le aree alle imprese. Ripartiremo con il vecchio progetto».

Linea unica, insomma, a palazzo San Giacomo. Auricchio, non solo formalmente, è in assoluto il consigliere più ascoltato dal sindaco. E se dice questo, vuol dire che il sindaco pensa questo. Che è poi quanto conferma anche Calabrese, che comunque, senza voler alzare il livello dello scontro con il Mibac, si dice convinto che «al massimo la settimana prossima riprendono i lavori dal cantiere che c’è in piazza Plebiscito». In tal senso, «l’ingegnere Riccio, che è il dirigente responsabile del servizio comunale competente ha già preso contatti con l’impresa invitandola a riprendere i lavori. Il tempo necessario per ripartire e si riparte».

L’assessore racconta più o meno l’iter, non tralasciando un passaggio di non poco conto. E cioè, che «il sindaco aveva chiesto un incontro al ministro per i Beni culturali, Bonisoli, che non gli è mai stato accordato». Mentre per quanto riguarda l’iter che adesso si mette in moto, Calabrese racconta dunque che «adesso l’avvocatura comunale, che ha ricevuto la sentenza con cui il Tar ha accolto in pieno il nostro ricorso contro lo stop del cantiere, lo ha inoltrato ai servizi comunali competenti. Sinceramente, non credo passino molti giorni prima della nuova partenza».

Nessuna porta in faccia chiusa a nessuno, in ogni caso: né a chi propone piani alternativi, né a suggerimenti in corsa che dovessero arrivare. «Perché — dice l’assessore — se come a volte accade nel corso dei lavori ci sarà da fare qualche piccola modifica, che comunque solo la Soprintendenza potrà valutare, saranno prese in considerazione senza alcuna preclusione. A patto, ovviamente, che si rispettino tempi, costi e compatibilità tecniche. E fermo restando la necessità, riportata nel progetto, di utilizzare il manufatto già esistente in piazza del Plebiscito. Ma per adesso, però, ripeto: l’unico cantiere che ha tutte le autorizzazioni necessarie è quello di piazza Plebiscito e riprenderemo da lì. Poi, se il ministero per i Beni culturali intenderà fare ricorso al Consiglio di Stato, ne prenderemo atto. E in caso negativo, i lavori si interromperanno nuovamente. Ma per adesso ripartiamo da dove ci siamo fermati».




news

22-07-2021
Corte costituzionale: sentenza su beni paesaggistici

20-07-2021
Piano strategico grandi progetti beni culturali: raccomandazioni sul decreto per la rimodulazione 2020

18-07-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 18 Luglio 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

Archivio news