LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Brescia. Il bigio e gli altri problemi
Maurizio Pegrari
Corriere della Sera - Brescia 5/2/2019

Con oltre duemila anni di storia, non sarà il Bigio a turbare i sonni dei bresciani. Periodicamente torna di attualità la collocazione della statua. I pro e i contro si sono sprecati e tutti hanno ragione e nessuno ha torto. Alla fine, però, rimane la domanda inevasa: quale soluzione? A mio parere sono tre: la musealizzazione e l’unico posto che io conosca, se le misure lo consentono, è la sala della Cavallerizza. Il luogo, ora in disuso, potrebbe prestarsi anche ad una illustrazione del periodo con immagini fotografiche e documenti, non difficili da reperire, del periodo per contestualizzare al meglio il percorso storico della statua. La vendita, al prezzo simbolico di un euro ad un paese che non abbia subito il fascismo e desidera un’opera, bella o brutta che sia, dell’arte tra le due guerre. Oppure rimanere dov’è che, credo, sarà la soluzione definitiva. Ma il Bigio alla fine, si rivela un falso problema. Tra pochi giorni si accenderanno le luci del CidneOn e alla suggestiva fantasmagoria, seguirà l’immancabile annuncio: la proposta di Brescia a capitale della cultura per il 2022. Obiettivo legittimo ma di difficile attuazione. Non bastano giochi di luce, occorre ben altro. E a Brescia le criticità non mancano. Le aree dismesse sono ancora dismesse per la mancanza di un progetto complessivo nonostante gli sforzi di tutti; il Musil sembra sempre sul punto di partenza ma non parte mai anche per motivi legali; le aree inquinate e last, but not least anche l’inquinamento atmosferico.

In sostanza manca l’idea di città che è un organismo complesso e complicato nel quale il Bigio ha, appunto, un rilievo secondario.

Eppure Brescia ha molte caratteristiche per raggiungere l’obiettivo, ma è in perenne ritardo perché manca la regia del progetto.

Recentemente il sindaco e gli assessori competenti sono stati a Parma, che ha già attivato un percorso virtuoso in proposito, per cercare utili contributi alla realizzazione di una candidatura di spessore.

La costruzione del progetto potrebbe essere affidato alla Fondazione Brescia Musei ma occorre uno sforzo culturale e progettuale di non secondaria importanza che implica l’uscita dall’evento – il CidneOn o le Mille Miglia, ad esempio, lo sono, e di grande importanza, ma non possiedono la qualifica culturale – e dalla quotidianità per concentrarsi su una visione diversa più attinente ai millenni passati recuperati in un’ottica di modernità con la consapevolezza che non esistono idee nuove, ma solo idee dimenticate.




news

22-07-2021
Corte costituzionale: sentenza su beni paesaggistici

20-07-2021
Piano strategico grandi progetti beni culturali: raccomandazioni sul decreto per la rimodulazione 2020

18-07-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 18 Luglio 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

Archivio news