LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Napoli, Plebiscito. De Lorenzo: così a rischio il colonnato. Montanari: alla fine vincerà la legge
Gimmo Cuomo
Corriere del Mezzogiorno - Campania 5/2/2019

NAPOLI. «Prima di entrare nel merito della questione vorrei leggere e studiare le motivazioni che il Tar ha messo a supporto della decisione, ma mi auguro che la magistratura possa chiarire il perché dello spostamento in avanti di 20 metri della camera di areazione, da piazzetta Carolina a un’area, piazza Plebiscito, sottoposta alla tutela dell’Unesco». La deputata del Movimento 5 Stelle Rina Valeria De Lorenzo, prima firmataria dell’interrogazione parlamentare che ha contribuito alla discesa in campo del Ministero per i Beni Culturali che ha revocato l’ok del sovrintendente Luciano Garella alla realizzazione dell’opera nella pancia della piazza principale di Napoli.

La parlamentare chiarisce subito che la sua contrarietà alle grate non deriva da ragioni meramente estetiche. «Non sono mai per il sì o per il no solo perché mi innamoro di un’idea. Il fatto è che il progetto originale prevedeva la realizzazione della struttura per l’areazione in piazzetta Carolina. E che lo spostamento in piazza del Plebiscito, non lo dico io ma tecnici e specialisti, mette a rischio la stabilità del colonnato della basilica di San Francesco da Paola e gli edifici limitrofi». Insomma per De Lorenzo l’interesse da preservare non sarebbe solo quello di natura storico e architettonico. «Non che quest’ultimo non abbia il suo rilievo - precisa - ma quando ci sono in ballo valori che riguardano l’incolumità dei cittadini non c’è ragione che tenga».

Sulla pronuncia del Tar ricorda: «Sono da sempre una garantista e penso che le sentenze si rispettano. però voglio leggere le motivazioni della sentenza. Poi, sulla vicenda dovrebbe aprirsi un dibattito. Napoli è un museo a cielo aperto. E va tutelata. E non si dica che chi vuole capire arrechi ritardi ai lavori della metropolitana. Non è accettabile. I lavori sono iniziati più di venti anni fa e non mi risulta che siano andati avanti con alta velocità».

Paladino della battaglia contro le grate al Plebiscito, che in un’intervista al Corriere del Mezzogiorno definì «uno sfregio al nostro patrimonio», lo storico dell’Arte Tomaso Montanari non nasconde la sua delusione, ma esprime anche la certezza «che il Ministero per i Beni culturali porterà la questione davanti al Consiglio di Stato». Il professore afferma di non conoscere nel dettaglio le motivazioni della decisione del Tar, ma si è fatto un idea dell’impianto a sostegno dell’accoglimento del ricorso del Comune. «Mi sembra - afferma Montanari - che il cuore del problema non sia stato toccato. Se ho ben capito viene ribadito il principio della mancanza di competenza del Ministero per decidere dove l’opera deve essere realizzata. In realtà, i termini sono proprio opposti perché il ministero ha solo ritenuto di affermare dove l’opera non può essere realizzata».

«Io - ribadisce lo storico dell’Arte - ho sempre rispettato le istituzioni e le regole. Solo alla fine potremo sapere chi ha torto e chi ha ragione. Non credo all’Italia dei palazzinari ma a quella delle leggi. Se in passato la tutela del nostro patrimonio fosse stata più forte, oggi saremmo sicuramente più felici». Un’ultima stoccata di fioretto all’amministrazione comunale di Napoli. «Dispiace - sostiene Montanari - che in questa battaglia si trovi dall’altra parte della barricata. Anzi della griglia».




news

22-07-2021
Corte costituzionale: sentenza su beni paesaggistici

20-07-2021
Piano strategico grandi progetti beni culturali: raccomandazioni sul decreto per la rimodulazione 2020

18-07-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 18 Luglio 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

Archivio news