LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Viterbo. Lo stato dei beni comuni, il sindaco Arena interviene allincontro presso la Camera dei Deputati
Emanuela Colonnelli
New Tuscia, 22/02/2019

Questa mattina il sindaco Giovanni Maria Arena è intervenuto alla Camera dei Deputati, nellambito dellincontro Lo stato dei beni comuni. I Sindaci nellAula di Montecitorio con il seguente intervento:

Se vi può essere ormai accordo sul significato di beni comuni che costituiscono il patrimonio umano, ambientale e immateriale di una comunità urbana molto più impegnativo appare il compito che unamministrazione e la stessa collettività cittadina devono assumersi per individuarne lestensione e le funzioni per gestirli, conservarli e valorizzarli.
Questo compito diventa essenziale nel governo di quelle città di medie dimensioni che costituiscono il fulcro della popolazione urbana del Paese. Città ricche di tradizioni, di beni storici e paesaggistici, in cui un Sindaco ha la concreta possibilità di stabilire una comunicazione diretta e sinergica con i cittadini e con le associazioni di base impegnate a perseguire gli stessi obiettivi. Non mancano certo la volontà, lentusiasmo e lorgoglio nel voler tutelare questo patrimonio, ma si incontrano ostacoli finanziari, burocratici, organizzativi che limitano a volte le prospettive, le progettualità, le possibilità, le tutele.
Molti sono gli interventi su cui impegnarsi. Di particolare importanza appare, ad esempio, la necessità di rivolgersi alle giovani generazioni. Intanto perché ad esse si lascia uneredità spesso di incommensurabile valore, anche civico; e poi perché ad esse va offerta la possibilità di apprendere, di sensibilizzarsi, di educarsi alla tutela e alla valorizzazione dei beni comuni. È in questa direzione che il Comune di Viterbo ha coinvolto centinaia di alunni delle scuole elementari in una giornata di sensibilizzazione alla cura del verde urbano e al rispetto delle bellezze architettoniche.

Proprio il verde urbano è una delle dimensioni dei beni comuni a cui è necessario dedicare particolare attenzione, nella prospettiva di garantire ai cittadini sempre migliori condizioni di vita e
un ambiente ed una qualità dellaria migliore. A questo proposito, non posso non ricordare, con orgoglio, che Viterbo secondo ledizione 2018 del rapporto ISPRA ha raggiunto il primato di città con laria più pulita dItalia Vi sono inoltre la tutela dei centri storici e, nello specifico della mia città, delle zone termali. In questo caso limpegno non è solo quello della tutela e della valorizzazione di beni architettonici e storici di grande valore, ma quello peraltro condiviso con tante altre città italiane e non solo di contrastare lo spopolamento ed il trasferimento extra moenia di attività commerciali e artigianali.
Sono quindi necessarie forme di collaborazione con i singoli cittadini, con le associazioni, con le organizzazioni di categoria per quel che riguarda lattrattività economico-commerciale; ed è necessario progettare forme di accessibilità al centro storico basate su una politica di incentivazione delluso del trasporto pubblico e dei veicoli non inquinanti. Nel caso specifico dei territori a vocazione termale, poi, si tratta di mediare tra la necessità di tutelare il piano paesaggistico e lopportunità di favorire unimprenditorialità turistico-sanitaria, sia pubblica che privata, in grado di ripagare la collettività, con un ventaglio di occasioni di lavoro, di sviluppo e di regolamentazione delle vocazioni del territorio. Uno degli aspetti del composito mosaico dei beni comuni, è poi quello della sicurezza urbana.

Non cè garanzia di benessere, di crescita della collettività e di tutela della libertà e dei diritti del cittadino che non si leghi ad una complessiva condizione di sicurezza. Nella nuova legislazione, i Sindaci si assumono compiti estremamente delicati in questo settore, operando non solo in sintonia con le forze dellordine, ma mettendo in atto strategie di prevenzione che vanno dalla diffusione e il coordinamento dei sistemi di vigilanza ad una più capillare presenza sul territorio, specie nella aree più sensibili. In questa direzione è in corso dopera un più ampio disegno di vigilanza di comunità, o di vigilanza partecipata, che richiede una più stretta collaborazione tra Comune e cittadini.
Da annoverare nellelenco dei beni comuni di una comunità cittadina, lo stesso bilancio di unamministrazione comunale. Una rendicontazione trasparente e comprensibile delle entrate e
delle spese permette alla cittadinanza di conoscere quali azioni ed opere lEnte realizza e di comprendere in modo semplice come vengono spese le risorse pubbliche, riscontrando così
lattuazione del programma elettorale scelto dai cittadini.

Da ultimo, vorrei poi soffermarmi sulla necessità di tutelare i beni comuni immateriali, spesso rappresentati dalle tradizioni e dalle specificità culturali di una comunità cittadina. Beni che stimolano la coscienza civica ed il rafforzamento identitario di una città.
Nel caso di Viterbo, si tratta di tutelare e valorizzare un bene immateriale, riconosciuto dallUnesco, come il Trasporto della Macchina di Santa Rosa. Una tradizione che è espressione del folclore religioso italiano, che esiste ormai da otto secoli e che coinvolge tutta la comunità viterbese, divenendone anche espressione socioculturale.
Questo elenco di tematiche, di interventi di tutela e valorizzazione, vuole essere soprattutto la strada che ritengo debba essere percorsa per tutelare il godimento collettivo dei beni comuni,
che sono numerosi e nessuno di essi secondario. Unesemplificazione anche per tentare di dimostrare quanto sia necessario, per i Comuni italiani, ricevere dal Parlamento un adeguato supporto in termini normativi, ma anche in termini di investimenti.
Concludo ringraziando per limportante opportunità che mi è stata concessa, intervenendo in un luogo così prestigioso per portare al centro di questa discussione i diritti fondamentali ed i
bisogni quotidiani dei cittadini. Grazie

http://www.newtuscia.it/2019/02/22/lo-dei-beni-comuni-sindaco-arena-interviene-allincontro-presso-la-camera-dei-deputati/


news

20-09-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 20 settembre 2019

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

Archivio news