LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Firenze. Che meraviglia la Grotta degli Animali
Francesca Del Boca
Corriere Fiorentino 22/2/2019

Di nuovo visibile dopo lunghi restauri lopera della villa di Castello, presto i giochi dacqua

In questo luogo esiste una bella grotta dove, raffigurati al naturale, si vedono animali di ogni specie che spruzzano lacqua di dette fontane chi dal becco, chi dalle ali, chi dagli artigli o dalle orecchie o dal naso. Così, alla fine del XVI secolo, Michel de Montaigne riportava sulle pagine del suo Journal du voyage en Italie la meraviglia della Grotta degli Animali del Giardino di Castello, custodita allinterno della villa medicea. Un tripudio di marmi, mosaici e pietre preziose in forma animalesca da creature terrene come tori, leoni, cinghiali e cervi (con vere corna) o marine tra cui pesci, crostacei e coralli, fino al leggendario unicorno bianco accarezzato da rivoli e zampilli in uno spettacolare gioco acquatico che, nellimmagine immortalata da Giorgio Vasari nelle Vite , fa dolcezza nelludire e bellezza nel vedere.

Se però questa perla cinquecentesca, progettata dal Tribolo intorno al 1540 per esaltare il dominio dinclinazione umanista di Cosimo I e passata nel tempo sotto le mani sapienti di Vasari, Ammannati, Giambologna e altri scultori della corte medicea, ha goduto nei secoli di tanti ammiratori e visitatori, lo stesso non si è potuto dire negli ultimi tempi a causa di lunghi cicli di restauro e situazioni di degrado. Fino a oggi. Dopo venticinque anni di cantiere infatti è stata finalmente restituita al pubblico la Grotta degli Animali, riportata allantico splendore: tornano dora in poi interamente visibili le tre grandi nicchie con le vasche marmoree, dominate dai gruppi scultorei degli animali e incorniciate da spugne, rocce e conchiglie, ma soprattutto il nuovo impianto idraulico che molto presto restituirà alla grotta lo scrosciare dellacqua così come laveva voluto Cosimo de Medici, che qui si dilettava a ricevere e spesso anche beffare giocosamente i propri ospiti.

Dopo più di due secoli e una lunga catena di finanziamenti e interventi, lacqua torna finalmente a colare e zampillare in questo gioiello dellarte fiorentina del Cinquecento ora libero dai ponteggi, che infatti era anche noto come Grotta del Diluvio per i complessi giochi dacqua di ben centoquattro punti di caduta e le sonorità, ha commentato il direttore del Polo museale della Toscana Stefano Casciu, in occasione della presentazione del restauro a stampa e addetti ai lavori avvenuta ieri nei locali della Crusca. Con lui i rappresentanti degli enti che insieme hanno partecipato allintervento, costato complessivamente 650.000 euro: la vicepresidente di Regione Toscana Monica Barni con il presidente del Consiglio regionale Eugenio Giani, il direttore del Giardino della Villa Medicea di Castello Marco Mozzo, il soprintendente per Firenze, Prato e Pistoia Andrea Pessina e la dirigenza dello sponsor Publiacqua Spa. Loriginario impianto idraulico cinquecentesco infatti fu alterato e in parte rimosso nella seconda metà del Settecento. Così restituire per la prima volta la funzionalità dei giochi dacqua, che per secoli è stata la maggiore attrattiva di questo luogo magico, è un grande risultato di cui essere fieri. Riportare nel Giardino di Castello lacqua e le sue sonorità, elementi insostituibili nella storia dei giardini italiani, è un sogno diventato realtà



news

18-08-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 18 agosto 2019

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

18-09-2018
Il Ministro Bonisoli: abolire la storia dell'arte

16-09-2018
Le mozioni dell'VIII Congresso Nazionale di Archeologia Medievale

14-09-2018
Manifesto della mostra sulle leggi razziali e il loro impatto in un liceo triestino.La censura del Comune

12-09-2018
Bando Premio Silvia Dell'orso: il 30 settembre scadono i termini per candidarsi

03-09-2018
Appello per la salvaguardia dellArchivio e del patrimonio culturale delle Acciaierie di Piombino

24-08-2018
A due anni dal terremoto in centro Italia

08-08-2018
Comitato per la Bellezza. Altro palazzone di 6 piani in piena riserva naturale del Litorale romano

24-07-2018
Da Emergenza Cultura: San Candido (BZ), uno sfregio che si poteva e doveva evitare

Archivio news