LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Rovereto. Gli ingressi al Mart. Sgarbi rincorre l’era Belli: «Faremo meglio»
Valentina Iorio
Corriere del Trentino 27/2/2019

«Faremo meglio dell’era Belli». Parola di Vittorio Sgarbi, nuovo presidente del Mart, che è pronto a rilanciare il museo di Rovereto dopo il calo di visitatori: «Servono mostre intriganti. Voglio ampliare l’offerta gratuita».

Trento «Ho in mente un progetto che porterà più visitatori di quelli dell’era Belli», annuncia Vittorio Sgarbi. Il celebre critico d’arte, che la Provincia di Trento ha voluto come nuovo presidente del Mart, sul rilancio del museo ha le idee chiare.

Gli ultimi dati dicono che lo scorso anno ci sono stati seimila ingressi in meno. Cosa bisogna fare per invertire questa tendenza?

«Dato che il calo dei visitatori riguarda anche i castelli prima di tutto ci vorrebbe una fondazione “Amici dei castelli del Trentino” per rianimare la vita di questo straordinario patrimonio, attraverso letture, eventi e tour, come hanno fatto per i castelli della Loira. Per quel che riguarda il museo invece bisogna partire dalla comunicazione».

In che modo? «Ad esempio con dei titoli azzeccati. Il titolo è tutto, può creare un effetto di spaesamento. Se la mostra dedicata a Margherita Sarfatti si fosse chiamata “Arte e fascismo” avrebbe attratto molti più visitatori. Forse avrebbe anche diviso politicamente, ma sarebbe stato meraviglioso. Abbiamo bisogno di mostre intriganti, provocatorie».

Bene o male, basta che se ne parli?

«Bisogna trovare il modo per potenziare quello che una mostra vuole dire, evitando il danno di scelte troppo sofisticate rispetto all’attenzione popolare».

La sua presidenza sembra destinata a far discutere.

«L’effetto Sgarbi c’è già, me l’ha detto Maraniello. Hanno ricevuto tantissime chiamate di persone incuriosite dalla mia nomina. Non mi vedono come il presidente del museo, ma come una mostra in corso. Questo di per sé crea un effetto positivo per il museo. Questa euforia non esclude che poi si debbano vedere le carte per valutare le necessità».

In molti ritengono che le mostre dell’epoca d’oro sarebbero inconciliabili con il bilancio attuale.

«Non va mai praticata una posizione rinunciataria. Bisogna ambire a fare più di allora. Il mio obiettivo è fare un visitatore in più di quelli fatti dalla Belli, non colmare il disavanzo».

Un fattore che può contribuire ad aumentare gli ingressi è quello della gratuità.«Credo sia un mio dovere preliminare agire in questo senso. Bisogna favorire la conoscenza del patrimonio artistico, trovando risorse alternative».

Quali?

«Innanzitutto si potrebbe sostituire il biglietto con un’offerta gratuita non inferiore a due euro. Oppure, come feci a Cefalù, si può pensare che chi soggiorna in città o va nei ristoranti del centro paghi una sorta di mancia e in cambio abbia diritto a un biglietto. Con pochi euro a testa, moltiplicati per un grande numero di persone, il museo potrebbe raccogliere cifre importanti. Si può pensare anche di aprire un ristorante all’interno del Mart, chiamando uno chef stellato».

Alcuni sostengono che per rilanciare il Mart serve una maggior integrazione tra Trento e Rovereto. A partire dal Palazzo delle Albere. «Ho cominciato le mie visite in quel palazzo.Avevo anche proposto di portarci parte della mia collezione. Le Albere per me saranno un passaggio importante. Credo che il Mart debba fare rete con questa struttura e con gli altri musei di Rovereto, in particolare la casa di Rosmini».

Si è parlato anche di un gemellaggio con il Museo Canova di Possagno. Ne ha in mente altri?

«Abbiamo di fronte altri tre importanti centenari. A partire dai 500 anni dalla morte di Leonardo. Nel 2020 sarà la volta di Raffaello. E poi nel 2021 ci sarà l’anniversario della morte di Dante (700 anni, ndr ). Di materiale ce n’è tanto. Un dialogo concettuale tra Leonardo, maestro senza tempo, e Duchamp, primo maestro del ‘900, sarebbe perfetto».




news

22-07-2021
Corte costituzionale: sentenza su beni paesaggistici

20-07-2021
Piano strategico grandi progetti beni culturali: raccomandazioni sul decreto per la rimodulazione 2020

18-07-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 18 Luglio 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

Archivio news