LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Polemica dellIngv. I nuovi scavi di Pompei danneggiano i vulcanologi
Eleonora Puntillo
Corriere del Mezzogiorno - Campania 3/3/2019

Stanno facendo danni i nuovi scavi a Pompei: è il succo della lettera del professore Carlo Doglioni, presidente dellIstituto nazionale di Geofisica e Vulcanologia (Ingv). Doglioni lha inviata tre giorni fa al ministro per i Beni culturali Alberto Bonisoli. Per arginare i danni alle necessarie indagini vulcanologiche il presidente Ingv chiede laccesso per studi vulcanologici alla zona dei cantieri e indicazioni circa la conservazione dei reperti. Questi i motivi della richiesta, indirizzata pure agli altri responsabili del Parco Archeologico ai piedi del Vesuvio per non danneggiare la ricerca.

Stanno facendo danni i nuovi scavi a Pompei: è perentoria la lettera del professore Carlo Doglioni, presidente dellIstituto nazionale di Geofisica e Vulcanologia (Ingv) ha inviato tre giorni fa al ministro per i Beni culturali Alberto Bonisoli. Per arginare i danni alle necessarie indagini vulcanologiche (che avrebbero notevoli positivi riflessi in tema di Protezione Civile) il presidente Ingv chiede laccesso per studi vulcanologici alla zona dei cantieri e indicazioni circa la conservazione dei reperti. Questi i motivi della richiesta, indirizzata pure agli altri responsabili del Parco Archeologico: Alfonsina Russo direttore generale, Luana Toniolo responsabile Unesco e al capo della Protezione Civile Angelo Borrelli.

I ritrovamenti sul perimetro rivolto verso il Vesuvio hanno avuto grande risonanza, scrive il presidente Ingv tuttavia la comunità scientifica vulcanologica italiana e straniera, con rarissime e sporadiche eccezioni, non ha modo di vedere i prodotti delleruzione nellarea cantieristica e di studiare il differente impatto che questi hanno avuto sugli edifici e nei diversi punti della città, oltre alla relativa analisi stratigrafica. Non è solo tema scientifico: I calchi di Pompei sono tolti dalla loro posizione originale rendendo impossibile ricostruire dove e quando abbiano cercato scampo gli abitanti. Lo studio di questa eruzione non ha infatti solo un risvolto teorico ma contiene uno sterminato patrimonio di informazioni per la vulcanologia a livello mondiale; può essere una lezione di protezione civile, di come salvarsi, di cosa fare o non fare in caso di eruzione.

Il professor Carlo Doglioni, dopo questo severo richiamo ad un tema di scottante attualità, solitamente percorso da stupidi e dannosi allarmismi, ricorda nella sua lettera al ministro che a nostro avviso non vi è alcun motivo che giustifichi la completa asportazione del materiale vulcanico, o quanto meno che questo venga rimosso senza una contestuale analisi e registrazione; i siti sono immensi, i reperti di epoca romana riempiono più i magazzini che i musei, lasciarne qualcuno sul luogo del ritrovamento o ancora sepolto non danneggerebbe il sito e ne conserverebbe la memoria. E ancora: Le tracce delleruzione fanno capire come e in quale momento si è compiuto il dramma, consentono di identificare le modalità attraverso le quali le persone avrebbero potuto salvarsi. I dati vulcanologici reperibili in situ potrebbero dunque suggerire comportamenti che risulterebbero provvidenziali in caso di nuova eruzione, più di ogni esercitazione. Il presidente Ingv chiede che qualche frammento di prodotti vulcanici sia conservato nella posizione originale, che sia consentito laccesso ai vulcanologi Ingv o di Università e Centri di ricerca italiani e stranieri, affinché possano approfondire lo studio delle eruzioni esplosive con le nuove conoscenze della materia: non vi è infatti altro luogo al mondo dove sia così tangibile la violenza dellimprovviso risveglio di un vulcano addormentato. Può essere un progresso per la scienza, per la previsione dellattività del Vesuvio.

È davvero singolare che non sia stata invocata fin dal primo momento la collaborazione della vulcanologia per i nuovi scavi di Pompei, dove a quanto pare non è consentito neanche laccesso ai vulcanologi, se il presidente dellIngv deve chiederlo con la lettera che abbiamo riportato. La protesta dei vulcanologi serpeggiava da tempo nei centri scientifici di Napoli, Roma, Pisa. Se ne sono fatti portavoce Lisetta Giacomelli geologa e Roberto Scandone vulcanologo il cui più recente testo di divulgazione scientifica (Campi Flegrei, storia di uomini e vulcani) è stato presentato poche settimane fa nella sede dellOsservatorio Vesuviano. Dichiarando senza mezzi termini che Pompei rischia di diventare un falso storico, a nome di molti loro colleghi avevano lanciato un appello alla comunità scientifica a non cancellare la singolarità e lunicità del sito a studiare più a fondo leruzione, spieghiamo come è stato e come comportarsi se dovesse ripetersi concludendo col significativo invito, taciuto ma evidente nella lettera del presidente Ingv: Facciamo cultura in toto, non solo spettacolo.



news

18-10-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 18 ottobre 2019

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

Archivio news