LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Venezia. Chiese con lo sponsor per i restauri
Francesco Bottazzo
Corriere del Veneto 7/3/2019

Meno fedeli e contributi: banner in quattro cantieri. Le pubblicità sono decorose

VENEZIA. La pubblicità è fondamentalmente, è lunico modo per poter pagare i restauri delle chiese, dicono la sovrintendente Carpani e il delegato per i beni della Curia don Caputo. I fondi ormai sono ridotti al lumicino: i trasferimenti del ministero sono quasi tutti dirottati nelle località terremotate, i soldi dellotto per mille non raggiungono i 600 mila euro e le donazioni sono minime. Così per quattro chiese la facciata è coperta dalla pubblicità.

VENEZIA. Lo dicono quasi in coro la Sovrintendente Emanuela Carpani e il delegato patriarcale per i beni culturali Gianmatteo Caputo: La pubblicità è fondamentalmente, è lunico modo per poter pagare i restauri delle chiese. I fondi ormai sono ridotti al lumicino: i trasferimenti del ministero sono quasi tutti dirottati nelle località terremotate, i soldi dell8 per mille non raggiungono i 600 mila euro e le donazioni dei comitati privati per gli interventi su edifici religiosi sono minimi.

Solo per la chiesa di San Geremia (Santa Lucia) è necessario oltre un milione e duecento mila euro. Il banner che sarà installato nella facciata (anche se i lavori saranno interni) porterà per tre anni ottocentomila euro. Tutte le operazioni sono pensate e misurate sulle reali esigenze, precisa don Caputo cercando di spegnere le polemiche nate nei giorni scorsi per la mega pubblicità sulla chiesa di San Salvador. In realtà i lavori erano già previsti da tempo, ma laccelerazione è avvenuta a causa di cedimenti e cadute. Vale per la chiesa di Rialto ma anche per quella di San Moisè dove è in corso lallestimento del ponteggio che poi ospiterà il banner che finanzierà lintervento. Il nostro riferimento è larticolo 49 del codice dei Beni culturali che ci impegna a prevedere una pubblicità decorosa e rispettare i tempi della pubblicità con quelli della durata dei lavori, precisa la Sovrintendente Carpani. Polemiche? Già a monte ci sono frequenti scremature, sia da parte del Patriarcato che di Palazzo Ducalo, ma alla sponsorizzazione non si può rinunciare. Poco importa se qualcuno storce il naso, come nel caso di San Salvador (qui il banner è laterale a causa dei continui interventi sullimpalcatura della facciata principale che ne impedivano la collocazione), perché altrimenti il restauro non sarebbe possibile.

Dobbiamo far fronte anche alla diminuzione di fedeli e offerte, che servono a malapena per la gestione della parrocchia, così come i biglietti di ingresso in alcune chiese coprono la gestione di esse, sottolinea il sacerdote. Poi cè il mercato, che evolve in continuazione e detta le regole. Due esempi su tutti: nella chiesa dei Gesuati che dà sul canale della Giudecca nessuno vuole mettere il suo marchio, così come nella chiesa della Pieta durante il Carnevale. Logiche tipiche del marketing e della pubblicità che premiamo maggiormente la facciata della chiesa di San Geremia rispetto al banner di San Salvador nonostante apparentemente sia più visibile.

Impossibile quantificare le esigenze del patrimonio ecclesiastico (Qualsiasi cifra potrei fare ora, stasera sarebbe superata, dice don Caputo) : ogni chiesa ha bisogno di lavori quantificabili tra decine e centinaia di migliaia di euro, se non di milioni. Purtroppo quella che è venuta a mancare in questi anni è stata la manutenzione ordinaria che avrebbe anche contribuito a sviluppare leconomia locale. E per questo oggi si interviene solo durgenza, sottolinea Carpani. A San Geremia ad esempio la curia è intervenuta a spegnere le campane per evitare di peggiorare la situazione del campanile. Fondi non ce ne sono e i comitati privati preferiscono finanziare interventi più significativi: solo a San Stae, unico caso, il Comitato svizzero si è reso disponibile ad occuparsene.

San Bartolomio, San Salvador, San Moisè (restauro della facciata, della sacrestia e dellintonaco interno) e San Geremia gli interventi in corso o pronti a partire con laiuto degli sponsor, i Gesuati rimangono al palo nonostante sia necessario un intervento da un milione e mezzo di euro. Purtroppo nella pianificazione siamo condizionati dalle priorità, conclude il prete.



news

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

25-07-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 luglio 2020

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

Archivio news