LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Venezia. Chiese con lo sponsor per i restauri
Francesco Bottazzo
Corriere del Veneto 7/3/2019

Meno fedeli e contributi: banner in quattro cantieri. Le pubblicità sono decorose

VENEZIA. La pubblicità è fondamentalmente, è lunico modo per poter pagare i restauri delle chiese, dicono la sovrintendente Carpani e il delegato per i beni della Curia don Caputo. I fondi ormai sono ridotti al lumicino: i trasferimenti del ministero sono quasi tutti dirottati nelle località terremotate, i soldi dellotto per mille non raggiungono i 600 mila euro e le donazioni sono minime. Così per quattro chiese la facciata è coperta dalla pubblicità.

VENEZIA. Lo dicono quasi in coro la Sovrintendente Emanuela Carpani e il delegato patriarcale per i beni culturali Gianmatteo Caputo: La pubblicità è fondamentalmente, è lunico modo per poter pagare i restauri delle chiese. I fondi ormai sono ridotti al lumicino: i trasferimenti del ministero sono quasi tutti dirottati nelle località terremotate, i soldi dell8 per mille non raggiungono i 600 mila euro e le donazioni dei comitati privati per gli interventi su edifici religiosi sono minimi.

Solo per la chiesa di San Geremia (Santa Lucia) è necessario oltre un milione e duecento mila euro. Il banner che sarà installato nella facciata (anche se i lavori saranno interni) porterà per tre anni ottocentomila euro. Tutte le operazioni sono pensate e misurate sulle reali esigenze, precisa don Caputo cercando di spegnere le polemiche nate nei giorni scorsi per la mega pubblicità sulla chiesa di San Salvador. In realtà i lavori erano già previsti da tempo, ma laccelerazione è avvenuta a causa di cedimenti e cadute. Vale per la chiesa di Rialto ma anche per quella di San Moisè dove è in corso lallestimento del ponteggio che poi ospiterà il banner che finanzierà lintervento. Il nostro riferimento è larticolo 49 del codice dei Beni culturali che ci impegna a prevedere una pubblicità decorosa e rispettare i tempi della pubblicità con quelli della durata dei lavori, precisa la Sovrintendente Carpani. Polemiche? Già a monte ci sono frequenti scremature, sia da parte del Patriarcato che di Palazzo Ducalo, ma alla sponsorizzazione non si può rinunciare. Poco importa se qualcuno storce il naso, come nel caso di San Salvador (qui il banner è laterale a causa dei continui interventi sullimpalcatura della facciata principale che ne impedivano la collocazione), perché altrimenti il restauro non sarebbe possibile.

Dobbiamo far fronte anche alla diminuzione di fedeli e offerte, che servono a malapena per la gestione della parrocchia, così come i biglietti di ingresso in alcune chiese coprono la gestione di esse, sottolinea il sacerdote. Poi cè il mercato, che evolve in continuazione e detta le regole. Due esempi su tutti: nella chiesa dei Gesuati che dà sul canale della Giudecca nessuno vuole mettere il suo marchio, così come nella chiesa della Pieta durante il Carnevale. Logiche tipiche del marketing e della pubblicità che premiamo maggiormente la facciata della chiesa di San Geremia rispetto al banner di San Salvador nonostante apparentemente sia più visibile.

Impossibile quantificare le esigenze del patrimonio ecclesiastico (Qualsiasi cifra potrei fare ora, stasera sarebbe superata, dice don Caputo) : ogni chiesa ha bisogno di lavori quantificabili tra decine e centinaia di migliaia di euro, se non di milioni. Purtroppo quella che è venuta a mancare in questi anni è stata la manutenzione ordinaria che avrebbe anche contribuito a sviluppare leconomia locale. E per questo oggi si interviene solo durgenza, sottolinea Carpani. A San Geremia ad esempio la curia è intervenuta a spegnere le campane per evitare di peggiorare la situazione del campanile. Fondi non ce ne sono e i comitati privati preferiscono finanziare interventi più significativi: solo a San Stae, unico caso, il Comitato svizzero si è reso disponibile ad occuparsene.

San Bartolomio, San Salvador, San Moisè (restauro della facciata, della sacrestia e dellintonaco interno) e San Geremia gli interventi in corso o pronti a partire con laiuto degli sponsor, i Gesuati rimangono al palo nonostante sia necessario un intervento da un milione e mezzo di euro. Purtroppo nella pianificazione siamo condizionati dalle priorità, conclude il prete.



news

18-08-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 18 agosto 2019

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

18-09-2018
Il Ministro Bonisoli: abolire la storia dell'arte

16-09-2018
Le mozioni dell'VIII Congresso Nazionale di Archeologia Medievale

14-09-2018
Manifesto della mostra sulle leggi razziali e il loro impatto in un liceo triestino.La censura del Comune

12-09-2018
Bando Premio Silvia Dell'orso: il 30 settembre scadono i termini per candidarsi

03-09-2018
Appello per la salvaguardia dellArchivio e del patrimonio culturale delle Acciaierie di Piombino

24-08-2018
A due anni dal terremoto in centro Italia

08-08-2018
Comitato per la Bellezza. Altro palazzone di 6 piani in piena riserva naturale del Litorale romano

24-07-2018
Da Emergenza Cultura: San Candido (BZ), uno sfregio che si poteva e doveva evitare

Archivio news