LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Rutelli: il mondo abbatte statue come fossero post
Paolo Conti
Corriere della Sera 10/3/2019

Lallarme: da Colombo a Nagy, è rischioso demolire quello che non corrisponde a ciò che pensiamo ora

Cè un diffuso desiderio di semplificare la storia. Di pretendere che i monumenti non abbiano ombre e contraddizioni e di arrivare a un astratto politically correct. Lo vediamo con leliminazione dei monumenti a Cristoforo Colombo negli Stati Uniti, o al martire dello stalinismo Imre Nagy in Ungheria, addirittura a Gandhi in alcune zone dellAfrica....

Francesco Rutelli, ex sindaco di Roma ed ex ministro per i Beni culturali, oggi si occupa di diplomazia culturale internazionale e presiede lAssociazione Priorità Cultura. Parla allAccademia di Francia a Roma, a villa Medici, su invito del direttore Stéphan Gallard , cè anche lambasciatore di Francia Christian Masset. Il titolo dellincontro è Continuiamo a demolire i monumenti. Stavolta non si parla delle odiose distruzioni dellIsis né del lavoro di ripristino, da parte della sua associazione, di alcuni tesori danneggiati. Il nodo è ciò che continua ad avvenire in tempo di pace, in Occidente: Leggere la storia nella sua complessità, con spirito critico, è indispensabile per capire la modernità e costruire un universo simbolico condiviso, non sterilizzato da polarizzazioni e contrapposizioni politiche. Sostiene in sostanza Rutelli che abbattere i monumenti perché non corrispondono più a ciò che pensiamo oggi è un controsenso. Soprattutto una rimozione della storia che rischia di non farci più riconoscere in una memoria comune. Occorre saper contestualizzare.

Per esempio, si chiede Rutelli, ha avuto senso labbattimento del monumento a Colombo nel novembre scorso nel Gran Park di Los Angeles? È stato accusato di essere liniziatore del più grande genocidio della storia, quelli dei nativi americani. È davvero così? È stato abbattuto lanno scorso il monumento Early Days a San Francisco perché rappresenta un nativo americano a terra, un cowboy e un frate francescano... beh, se San Francisco si chiama così, ci sarà anche un motivo. È stata la scelta giusta per un monumento con 125 anni di storia?. Lo stesso discorso vale, dice Rutelli, per i monumenti ai soldati dellArmata Rossa abbattuti sia a Tallinn, in Estonia, che a Varsavia: Le condizioni politiche sono cambiate ma si tratta comunque di chi liberò quelle terre dalloccupazione nazista. Altro esempio è il Memoriale italiano ad Auschwitz realizzato nel 1980 da grandi nomi della nostra cultura come lo studio Bbpr, il regista Nelo Risi, con testi di Primo Levi, musiche di Luigi Nono, rimosso perché non corrisponde più alle nuove linee narrative dei monumenti in Polonia. Conclusione: Abbattere monumenti non è come rimuovere post che non ci piacciono più. Rischiamo di non avere in futuro più monumenti nelle piazze perché lo spazio pubblico è sempre più digitale e sarà sempre più difficile una condivisione assoluta.



news

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

20-08-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 20 agosto 2019

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

18-09-2018
Il Ministro Bonisoli: abolire la storia dell'arte

16-09-2018
Le mozioni dell'VIII Congresso Nazionale di Archeologia Medievale

14-09-2018
Manifesto della mostra sulle leggi razziali e il loro impatto in un liceo triestino.La censura del Comune

12-09-2018
Bando Premio Silvia Dell'orso: il 30 settembre scadono i termini per candidarsi

03-09-2018
Appello per la salvaguardia dellArchivio e del patrimonio culturale delle Acciaierie di Piombino

24-08-2018
A due anni dal terremoto in centro Italia

Archivio news