LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Castelnuovo Magra. I carabinieri sostituiscono il quadro e i ladri rubano la tela falsa
Primo canale, 14/03/2019

Un colpo studiato nei particolari: il blitz all'ora di pranzo, due mazze di ferro per scardinare la teca e mettere le mani sul quadro, e poi la fuga a bordo di una Peugeot bianca. Avevano pensato a tutto i ladri che hanno trafugato la 'Crocifissione', opera del pittore fiammingo Pieter Bruegel Il Giovane, dalla chiesa di Santa Maria Maddalena a Castelnuovo Magra nello spezzino, tranne di mettere le mani su un clamoroso falso, una riproduzione del celebre quadro donato alla chiesa un secolo fa, che i carabinieri avevano piazzato in chiesa da oltre un mese.

A muovere l'interesse dell'Arma erano state alcune voci, circolate anche nel piccolo paese della Val di Magra, secondo cui il quadro dell'artista attivo a cavallo tra il XVI e il XVII secolo, del valore di oltre tre milioni euro, potesse essere oggetto di un furto su commissione. Così gli investigatori dell'Arma, oltre a mettere il vero quadro al sicuro, avevano installato alcune telecamere puntate verso la teca ed erano rimasti in silente attesa. Alla fine i predoni d'arte sono entrati in azione ed hanno avuto vita facile a portarsi via il quadro situato in una delle cappelle laterali della chiesa, pensando di aver fatto il colpo della vita ma ritrovandosi di fatto nelle mani una 'crosta'. In pochi, in paese, conoscevano la verità.

Tra questi il parroco don Alessandro Chiantaretto e il sindaco Daniele Montebello, costretti a recitare la parte davanti alle chiamate dei giornalisti e davanti ai cittadini che, saputa la notizia, si erano radunati davanti alla chiesa del paese. In serata, il bluff organizzato dall'Arma è stato svelato, confermato dallo stesso sindaco. "Il quadro originale è stato sostituito da oltre un mese con una copia. Era cominciata a circolare la voce che qualcuno potesse rubare l'opera, e così i carabinieri hanno deciso di metterla al sicuro, sostituendola con una copia e installando alcune telecamere. Quando oggi è accaduto l'episodio, per esigenze investigative non potevamo svelare nulla.

Ma evidentemente le segnalazioni erano fondate, per questo ringrazio l'Arma e anche la mia comunità: qualche fedele si era accorto che quella esposta non era l'originale ma una copia, e fortunatamente non ha svelato il segreto", spiega il sindaco Montebello. Una storia particolare, quella del quadro dipinto dal celebre pittore fiammingo: donato da una famiglia benestante poco più di un secolo fa, durante la Seconda guerra mondiale fu nascosto per impedire all'armata tedesca di sottrarlo. Il quadro peraltro era già entrato nelle mire dei ladri d'arte nel 1981: fu rubato per poi essere ritrovato dai carabinieri qualche mese più tardi. A distanza di 38 anni la storia si è ripetuta, ma i ladri questa volta si sono trovati in mano una copia, e con il fiato delle forze dell'ordine sul collo, che ora indagano a tappeto forti delle immagini di videosorveglianza e delle testimonianze di alcuni cittadini che si trovavano davanti alla chiesa proprio durante il furto. Ad agire due falsi operai fuggiti su una Peugeot bianca.

https://www.primocanale.it/notizie/i-carabinieri-sostituiscono-il-quadro-e-i-ladri-rubano-la-tela-falsa-205781.html


news

13-10-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 13 ottobre 2019

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

Archivio news