LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Roma. Nel giardino di Palazzo Corsini riemerge una cittadella sotterranea di duemila anni fa
Edoardo Sassi
Corriere della Sera - Roma 15/3/2019

Nel giardino di Palazzo Corsini, una delle regge di Roma (lì visse anche Cristina di Svezia), un filo al di sotto del piano di calpestio attuale, è venuta alla luce una vera e propria cittadella sotterranea di duemila anni fa, nella parte sud del parco. Si tratta quasi certamente di unarea commerciale, con anfore ancora in parte intatte: si vedono i muri, le superfici utilizzate per lavorazioni artigianali, e cè anche un canale che serviva a irreggimentare le acque provenienti dal Gianicolo. Tutto emerso durante lavori di adeguamento dellimpianto antincendio. Scoperta unica, ma ci stupiamo sia stata vista, commenta la Soprintendenza. Che avrebbe voluto presentare alla stampa questultima meraviglia della Roma archeologica in unimminente conferenza stampa.


Siamo stupiti che sia stata vista, è una scoperta che avremmo dovuto illustrare in una conferenza a fine mese, inizi aprile al massimo, una scoperta a suo modo unica, di cui sono ancora in corso approfondimenti il commento integrale della Soprintendenza, che proprio in queste ore sta concludendo i lavori in questa vasta area dellex Villa Riario in via della Lungara, dal Settecento splendida dimora dellallora potente e ricchissima famiglia Corsini.

In realtà, non vederla capitando lì è quasi impossibile: si tratta di unarea di scavo enorme, fiancheggiata da un cumulo imponente di terra di riporto, nel giardino storico del Palazzo dove oggi hanno sede la Galleria Corsini, museo di Stato (Ministero per i beni culturali) e lAccademia nazionale dei Lincei.

In quel giardino, per quanto possa parere incredibile, normalmente (e ieri non faceva eccezione) si parcheggiano le auto dei dipendenti delle due istituzioni. Eppure, stando almeno a quanto emerge parlando con archeologi e operai al lavoro sullo scavo, lintenzione è quella di chiudere il cantiere entro pochi giorni e ricoprire tutto, perché si tratta di un giardino storico. Quel che dunque oggi si ammira e che forse un domani potrebbe non vedersi più è un qualcosa, comunque, di unico e spettacolare anche per locchio avvezzo del romano colto e abituato allarcheologia: lo splendido parco un tempo tuttuno, su fino al Gianicolo, con lOrto Botanico e al suo interno, un filo sotto lattuale livello, strutture murarie in opera laterizia, un doppio allineamento di anfore olearie (molte intatte) di grandi dimensioni (del tipo classificato Dressel 20, diffuso nel I e II secolo dopo Cristo), resti di impianti artigianali e il citato condotto per acque: Allo stato attuale della ricerca si legge in un pannello del cantiere si ritiene che il complesso potesse essere utilizzato per la cottura di materiale ceramico e linvetriatura di oggetti fittili.



news

25-09-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 settembre 2020

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

Archivio news